Capri, Tiberio, il busto ritrovato e i gossip della Storia

Torna a Capri il busto di marmo dell’imperatore Tiberio, trafugato 22 anni fa dalla casa-museo di Axel Munthe ad Anacapri. L’imperatore torna così nell’isola Azzurra, ultimo buen retiro di un personaggio maltrattato dalla storia

Il busto, recuperato dai carabinieri lo scorso anno, tornerà da questa sera essere esposto nella villa di proprietà dello stato di Svezia e sede del consolato onorario svedese sull’isola.

 

Bust_Tiberius_Glyptothek_Munich_314TIBERIO? UN POVERACCIO 

. Indro Montanelli non sbagliava quando, nella sua Storia di Roma, provò a difendere da duemila anni di pettegolezzi storici il “povero” Tiberio. L’imperatore romano, il primo a rendere l’isola di Capri terribilmente chic e modaiola, è passato alla fama per le sue nefandezze; visto alla luce odierna e non con gli occhi di quelle servette di Svetonio e Tacito, quella figura di folle induce persino qualche compassione e ben più di una giustificazione freudiana. Ha pochi anni Tiberio quando la madre, incinta, si sposa con un uomo (Augusto) che ha 25 anni e già prende moglie per la terza volta. E’ un giovane innamorato quello che sposerà anni dopo Agrippina, ed è ancora innamorato l’uomo che sarà costretto a divorziare per sposare Giulia, figlia del patrigno, famosa in tutto l’impero per le sue smodatezze (orge, amanti a non finire, e pare, anche l’incesto con paparino). E’ un giovane generale con gli occhi chiari, quello che, dopo aver combattuto in mezzo impero, dopo aver sepolto l’amato fratello Druso (caduto non in battaglia ma da cavallo) e sentendosi ripugnare dalla leggerezza ninfomane di Giulia si risolve a lasciare Roma, imbarcarsi per Rodi e lì vivere in tranquillità dividendosi tra lo studio e una vita decisamente semplice. Quando sette anni dopo la madre lo richiamerà a casa e Augusto risolve i problemi di successione adottandolo, l’impero diventerà suo. E anche la vita da imperatore per Tiberio, il moderato, fu difficile, circondato com’era da nemici e gente pronta a fare uso del veleno. Con Tiberio non ebbero successo, ma con il figlio Druso sì. Fu così che, a 67 anni, un Tiberio, addolorato per la morte del figlio, esasperato per l’ostilità del popolo di Roma, ossessionato dall’idea che volessero assassinarlo, si ritirò a Capri, in quella magnifica Villa Jovis che domina un panorama d’incomparabile bellezza sui golfi di Napoli e di Salerno. E’ lì, sul monte di Tiberio, che dopo un lungo cammino assolato le guide accompagnano i turisti raccontando di tutte le nefandezze del “povero” imperatore: le leggende sulla sua crudeltà, sulla facilità nell’ordinare il lancio dalla rupe dei presunti nemici, sulle orge consumate con schiere di ancelle nelle grotte dell’Isola. E’ più probabile che l’attempato imperatore, che a Capri rimase per undici anni e che a quanto pare avesse pure salute malferma, si concedesse il piacere della solitudine. Ma per il suo mito, e per quello dell’isola Azzurra, fa più comodo pensare alla dissolutezza, tenersi al centro di un immaginario egualmente diviso tra becera mondanità e fini intellettuali.  D’altronde “dogmi ed eresie trovano nell’isola le più soddisfacenti possibilità di compromesso” , titolava, il 19 ottobre 1949, il Corriere lombardo. Pare oggi.

E questo ben lungi dal voler fare l’apologia di Tiberio, che non fu né particolarmente generoso né santo. Fu semplicemente un uomo del suo tempo circondato da uomini del suo tempo, un uomo di potere tra gente assetata di potere. Dopo di lui arriveranno Caligola, Claudio e Nerone, buoni quelli. (a.d)

800px-Antike_Szene_(I_19_Jh)

(le immagini dell’imperatore non si riferiscono la busto ritrovato dai carabinieri)

 

© Riproduzione riservata

Entertainment

Streaming video replica puntata di oggi de Il segreto

Nella puntata di oggi della telenovela di Canale 5 Il segreto abbiamo visto Tristan arrabbiato con Olmo e Donna Francisca, colpevoli di aver avvelenato i terreni di El Jaral

Entertainment

Adriano tentato da un ritorno in Italia nella serie D

Possibile ritorno in Italia per Adriano contattato dal club laziale del Terracina militante nella serie D

Entertainment

Licia Colò polemica con Vianello: “Con i suoi programmi innovativi sta facendo il 3%”

Allontanata da Kilimangiaro non per demeriti, ma per via di un rapporto conflittuale con il direttore di rete

Entertainment

Sara Tommasi, la regina di Youporn soffre di disturbo di personalità, lo dicono i periti

Mentre il popolo del web la elegge come più ricercata su Youporn, continua il processo per stupro al tribunale di Salerno dove i periti hanno presentato una relazione sulla sua disturbata personalità

Attualità

Papa Francesco a Caserta tra omelie e bestemmie, TV2000 chiede scusa agli spettatori

Durante le diretta della messa di Papa Francesco a Caserta, si sono sentite diverse parolacce e bestemmie e il regista di Tv2000 è dovuto correre ai ripari

Tag