Paris Jackson va in rehab per il tentato suicidio

Si farà curare per superare il lutto del padre Michael Jackson

Paris Jackson, la figlia del Re del Pop Michael Jackson scomparso nel giugno 2009 a causa di un cocktail letale di tranquillanti e psicofarmaci, aveva tentato il suicidio qualche settimana fa. Si diceva che la motivazione poteva essere conferita al rifiuto della nonna di poter partecipare al concerto di Marilyn Manson; altri invece hanno attribuito la causa del gesto disperato all’avvicinarsi dell’anniversario della scomparsa del padre.

Paris era in cucina e dopo aver assunto dei tranquillanti si è tagliata le vene, non appena ha realizzato che poteva veramente perdere la vita ha immediatamente chiamato i soccorsi che sono arrivati sul posto e l’hanno trasferita all’ospedale di Los Angeles dove è stata curata. La ragazza era fuori pericolo però i medici hanno consigliato ai parenti un ricovero per risolvere i problemi che stanno alla base del gesto estremo.

I figli di Michael sono stati al centro dell’attenzione mediatica perché un amico del padre ha rivelato che Micheal gli aveva confessato che non era il padre biologico dei ragazzi: “Michael con calma mi prese da parte e mi disse: ‘Il mio amico Mark mi ha donato lo sperma’- riferisce Jason Pfeiffer – Sono rimasto sorpreso, ma non ho pensato di chiedere più nulla vista la delicatezza dell’argomento. Però sembrava orgoglioso di avermi fatto questa rivelazione. Paris e Michael hanno avuto un legame unico. Era davvero la pupilla del suo occhio. Lui l’ha sempre vista come una stella nascente e sapeva che Paris caratterialmente aveva preso molto da lui: come il fatto di essere molto testarda, intelligente e maliziosa”.

La nonna Katherine e la madre Debbie hanno deciso di ritirare Paris in una clinica per la rehab, la Diamond Ranch Academy, per superare questo momento difficile e affrontare la situazione in modo giusto. La struttura si occupa della riabilitazione di ragazzi che hanno dovuto affrontare un lutto o che hanno subito un’ importante mancanza affettiva. Una volta dimessa dal reparto di psichiatria in cui è ricoverata all’Ucla Medical Center si trasferirà nella clinica per iniziare il percorso di riabilitazione; Paris verrà seguita da personale specializzato e avrà tutto il supporto della famiglia che la aiuterà.

I familiari temono che la ragazza possa ancora compiere gesti inconsulti anche se il suo stato di salute mentale è decisamente migliorato e a giorni potrebbe essere dimessa dall’ospedale. Sembra che la direzione del centro che dovrà accogliere Paris non sia molto favorevole; si teme che con l’arrivo della 15enne la privacy dei pazienti verrà a mancare a causa delle centinaia di paparazzi che piantoneranno la struttura per rubare qualche scatto della paziente.

Secondo la madre Debbie, uscire dalla mondanità di Los Angeles farebbe bene alla figlia dato che ultimamente si sente oppressa e braccata; sembra che dovranno cercare un’altra sistemazione per la ragazza perché la clinica ha rifiutato il suo ricovero. (s.z.)

© Riproduzione riservata

Entertainment

The Originals 2: arriva Elena da The Vampire Diaries

La bella attrice Nina Dobrev è stata voluta fortemente dagli autori dello spin off di The Vampire Diaries dedicato agli originali e alla fine ha accettato il ruolo: interpreterà la prima delle doppleganger, Tatia

Entertainment

Anticipazioni Grey’s Anatomy 11X02: la nuova arrivata rompe gli equilibri

Cosa accadrà in Grey’s Anatomy al Grey Sloan Memorial Hospital dopo l’entrata in scena di Maggie?

Entertainment

Twilight: la saga ritorna su Facebook con 5 mini film

Entro il 2015 si potranno vedere altri 5 cortometraggi dedicati alla trilogia sui vampiri, in una veste completamente rinnovata

Entertainment

Bergamo: lo steward caccia dallo stadio il bambino – tifoso

Un bambino, tifoso bianconero, viene fermato all’ingresso dello stadio di Bergamo da uno steward, perché indossava la maglia della Juventus.

Attualità

Dentro l’ISIS il video su Youtube del reportage di Vice

La video inchiesta “Dentro l’ISIS” di Vice su Youtube

Entertainment

Film al cinema – Sin City, Boxtrolls, La trattativa e Party Girl

Al cinema arriva il secondo capitolo di Sin City, Una donna per cui uccidere di Robert Rodriguez, il cartone horror Boxtrolls e il nuovo film di Sabina Guzzanti sulla trattativa stato mafia, presentato a Venezia 71

Tag