Marina Abramovic Institute, l’artista chiede aiuto al pubblico

Se siete stati tra i pochi fortunati (qualche migliaio) che hanno sopportato la lunga fila per sedersi di fronte a Marina Abramovic nell’ormai “mitica” performance del MoMA The Artist is present , fatevi avanti, l’artista ha bisogno di voi

Anno 2010, il MoMA di New York presenta una grandiosa retrospettiva del lavoro di Marina Abramovic. Titolo: l’artista è presente. Mentre ai piani superiori la quarantennale carriera dell’artista serba passa in rassegna attraverso pezzi audio, opere video, installazioni, fotografie, ed alcune re-performance costruite con attori, al piano inferiore va in scena per 700 ore la performance più lunga della storia dell’arte. 700 ore di silenzio dalla straordinaria densità, il tavolo di legno chiaro, il pubblico che si accomoda e dall’altro capo l’artista, stremata, pallida, con l’anima a nudo davanti alla gente. Esperienza memorabile, diventata poi anche un film (trasmesso proprio l’altra sera su Rai 5) con la regia di Matthew Akers: Marina Abramović: The artist is present.

Ma veniamo al dunque: l’artista è interessata a raccogliere informazioni sulle esperienze del pubblico rispetto alla sua performance e, attraverso il blog del MoMA ha lanciato il messaggio seguente: “Ti sei seduto di fronte a Marina Abramovic o hai atteso in fila per farlo durante The Artist is present (2010) al MoMA? Se sì, le piacerebbe sentirlo da voi. Un’ e-mail con oggetto ‘Present’ può essere inviata a: mailto:contact@mai-hudson.org. Unisciti a questo sforzo collettivo per catturare le esperienze del lavoro, e tenere d’occhio l’ambizioso sforzo attuale dell’artista: la creazione del Marina Abramovic Institute di Hudson, New York!

 

Ecco la novità, il Marina Abramovic Institute (il MAI) aprirà le sue porte nel 2015, dopo il completamento dei lavori di ristrutturazione dell’edifico sito al 620 Columbia Street di Hudson, New York. Sarà il luogo che custodirà l’eredità della grande performer e sarà al tempo stesso un omaggio al “time-based” e all’immateriale dell’arte. A 67 anni la Abramovic avverte forse il peso del tempo, ma da vera artista qual è, attraverso quelle mura restituisce concretezza anche all’immaterialità del lavoro che ha svolto sinora, e che continuerà a svolgere. (a.d)

 

Uno dei momenti più commoventi di The Artist is Present: l’incontro di Marina con Ulay, l’uomo, l’artista che con lei ha condiviso la prima parte della carriera. Non si vedevano da molti anni e la performance del MoMA è stata foriera di un nuovo incontro. La loro storia si concluse sulla Muraglia Cinese, con un rendez vous, l’ultimo. I due provenivano da direzioni opposte e dopo un lungo cammino s’incrociarono su questo monumento all’ambizione umana per mettere fine al loro amore.

© Riproduzione riservata

Entertainment

Il Segreto anticipazioni febbraio 2016: il mistero della foto di Pepa

Nelle puntate dei primi di febbraio de Il Segreto vedremo Mariana trovare una misterioso foto identica a Pepa. Sarà davvero lei?

Entertainment

Jamie Dornan, l’uomo più sexy dell’anno – [immagini]

Jamie Dornan è stato eletto, da Grazie, l’uomo più sexy dell’anno, sorpassando anche Brad Pitt e Ian Somerhalder di The Vampire Diaries

Entertainment

Anticipazioni Il Segreto gennaio 2016: la nuova nemica di Mariana

Le anticipazioni del Segreto di gennaio ci rivelano che Mariana sarà ricattata da una donna, di chi si tratta?

Entertainment

Il Segreto puntate spagnole: il nuovo amore di Emilia dopo Alfonso

Nelle puntate spagnole de Il Segreto vedremo Emilia con un nuovo amore, di chi si tratta?

Entertainment

50 sfumature di grigio al premio “Critic’s Choice” di Santa Monica

Ecco che il film ispirato al primo libro della saga erotica di E. L. James, 50 sfumature di grigio, è stato candidato come possibile vincitore del premio “Critic’s Choice” di Santa Monica per la miglior musica

Entertainment

Rita Ora, il sexy calendario 2016 è in vendita – [immagini]

Ecco l’anteprima del mese di gennaio del calendario 2016 di Rita Ora, il più sexy

Tag

-->