Android 5.0: prime indiscrezioni

Minori requisiti per combattere la frammentazione del sistema

Dopo aver parlato dei piani di Google riguardanti nuovi prodotti e a poche settimane dall’uscita di Android 4.3, il Wall Street Journal guarda avanti e ci fornisce le prime indiscrezioni sul prossimo grande cambio di versione del sistema operativo: il tanto atteso Android 5.0 .

La nuova iterazione del sistema operativo viene definita internamente all’azienda in assenza di un nome ufficiale, K Release, sebbene in rete fosse già dato per certo Key Lime Pie. K release dovrebbe vedere la luce questo autunno e gli ingegneri di Google sarebbero al lavoro per compilare un sistema operativo in grado di funzionare su di diversi dispositivi, non solo cellulari e tablet.

L’orizzonte è quello di vedere forniti di Android anche elettrodomestici, smartwatch o altri tipi di apparecchi elettronici, data le ridotta richiesta di potenza hardware che dovrebbe caratterizzare K release. Ciò si ripercuoterà anche nel mondo mobile. Android 5.0 infatti dovrebbe rappresentare un nuovo punto di partenza per il sistema operativo di Google. Esso verrà scritto in modo da poter operare senza problemi anche su dispositivi più datati o appartenenti ad una fascia di prezzo molto bassa. In Google si spera che questo approccio possa combattere il sentito problema della frammentazione del sistema.

Con frammentazione si intende il fenomeno per cui la relativa maggioranza di smartphone Android non opera con la versione più recente. I dispositivi ricevono infatti gli aggiornamenti software dalle case costruttrici, ma queste, spesso con la scusa della scarsa RAM, non rilasciano versioni nuove di Android per dispositivi già datati. K release dovrebbe funzionare anche su smartphone datati o economici e forniti di soli 512MB di RAM; per confronto, i grandi top gamma non scendono sotto i 2GB e ci si avvicina sempre più a modelli da 4GB di RAM.

In questo momento, per dare un’idea del fenomeno della frammentazione, le versioni Android in circolazione sono, con percentuali diverse: Froyo (2.2 e successive varianti), Gingerbread (2.3 fino a 2.3.6), Ice Cream Sandwich (4.0 fino a 4.0.4) e Jelly Bean (4.1 fino a 4.2.2, presto 4.3). (f.a.)

© Riproduzione riservata

Entertainment

Le tre rose di Eva 3 Video Mediaset streaming 22 maggio

Rivedi la decima puntata de Le tre rose di Eva 3 in streaming video seguendo queste semplici indicazioni

Entertainment

Le Tre Rose di Eva 3: Aurora in realtà non è morta ed è ancora viva?

E se Aurora nella puntata di Le Tre Rose di Eva 3 in realtà non fosse morta?

Entertainment

Le tre rose di Eva 3 Anna Safroncik, L’ADDIO UFFICIALE ALLA FICTION

Anna Safroncik abbandona Le tre rose di Eva 3 con un messaggio su Facebook

Entertainment

Le Tre Rose di Eva 3 VIDEO MEDIASET: streaming 22 maggio

Se avete perso la puntata di venerdì 22 maggio di Le Tre Rose di Eva 3 ecc come rivederla in streaming

Entertainment

Le Tre Rose di Eva 3 anticipazioni 28 maggio: il segreto di Clarissa

Scopriamo da subito le anticipazioni della prossima puntata di Le Tre Rose di Eva 3 che andrà in onda giovedì 28 maggio

Moda e Beauty

Irina Shayk in verde Versace all’evento AmFar

La modella russa ha preso parte all’evento di beneficienza mostrandosi in tutta la sua magnificenza

Tag

-->