Internet: chiudono Google Reader e Altavista

Entrambi ritenuti superati, arrivano in questi giorni al capolinea

Il mondo della tecnologia e di internet non è certo il più adatto per le persone troppo nostalgiche o che amano guardarsi indietro, tale è la velocità con cui mutano gli scenari del web nel mercato dell’informatica; grandi colossi nascono dal nulla, prosperano e, eventualmente, scompaiono. In questi giorni chiudono due servizi molto amati dagli internauti di tutto il mondo, ma ritenuti non più utili e produttivi dai rispettivi proprietari: Google Reader e Altavista.

Il primo è l’aggregatore di notizie più famoso e apprezzato. Gestendo i flussi RSS, l’utente di questo servizio Google era in grado di rimanere aggiornato sulle notizie e gli aggiornamenti dai suoi blog preferiti, creandosi una rassegna stampa giornaliera completamente personalizzata. Lo scorso marzo, Google ne aveva annunciato l’abbandono per la data del primo luglio e così sarà, nonostante le proteste degli utenti di tutto il mondo. Nei piani dell’azienda, la scelta dovrebbe andare a vantaggio del social network di casa: Google+.

Per chi utilizzasse il servizio e cercasse un sostituto o volesse semplicemente provare il funzionamento di un aggregatore, negli ultimi mesi sono sorti molti contendenti nel campo. In pole position abbiamo Feedly, forte dei suoi circa 12 milioni di utenti, poi seguono altri servizi più giovani ma in rapido sviluppo come Reeder, Digg Reader e The Old Reader. Un colosso che si è interessato al settore è Facebook, il quale secondo indiscrezioni sarebbe pronto a lanciare il proprio servizio di news, forse denominato “Facebook Reader“.

Scomparirà invece l’8 luglio un altro pezzo storico di internet, il motore di ricerca Altavista. Nato nel dicembre 1995, nei primi anni dell’internet “di massa”, Altavista era il motore di ricerca in assoluto, ben prima che Google diventasse il colosso che ora tutti conosciamo e lo soppiantasse. Negli ultimi anni Altavista era stato acquisito da Yahoo!, che, dopo vari tentennamenti, ne ha deciso l’abbandono per i prossimi giorni, insieme ad altri 11 propri servizi. (f.a.)

© Riproduzione riservata

Attualità

Soldati israeliani che aizzano un cane contro un ragazzino palestinese

Il video pubblicato su Facebook da un politico di destra mostra dei soldati israeliani che aizzano un cane contro un ragazzino palestinese

Entertainment

Joseph Gordon Levitt è Snowden per Oliver Stone, prima immagine

Prime immagini dal set del prossimo film di Oliver Stone sul tecnico informatico Edward Snowden

Lifestyle

Hilary Duff divorzia dal marito infedele Mike Comrie

L’attrice avrebbe deciso di firmare le carte per divorziare da Mike Comrie, reo di aver tentato di corrompere una donna per una prestazione sessuale

Moda e Beauty

Milano Fashion Week – la sfilata di Antonio Marras

Antonio Marras alla Milano Fashion Week 2015 – Lo stilista ha presentato la sua collezione autunno / inverno 2015 / 2016

Entertainment

Una grande famiglia 3 anticipazioni, la fiction torna su Rai1!

Al termine di Braccialetti Rossi 2 avrà inizio una nuova serie tv tanto amata dal pubblico: torna la terza stagione di Una grande famiglia

Moda e Beauty

Milano Fashion Week 2015 – la sfilata di Bottega Veneta

Bottega Veneta alla Milano Fashion Week – Il brand veneto presenta la collezione autunno inverno 2015/ 2016

Tag

-->