Linsday Lohan cambia clinica per cattivo comportamento

Non ha seguito le regole della clinica e importunava i suoi compagni

La ribelle Lindsay Lohan ha cambiato clinica per la rehab perché pare che non si fidi dei suoi compagni e teme che spifferino i suoi segreti ai tabloid.

L’attrice sta scontando una pena di 90 giorni al centro di riabilitazione Betty Ford Center a New York dopo l’incidente stradale che ha avuto lo scorso anno durante il quale ha mentito ad una pattuglia della polizia per nascondere le proprie responsabilità, ha guidato in maniera spericolata e ha violato la libertà condizionata ottenuta nel 2011 quando era stata condannata a 180 giorni di reclusione.

Il 3 maggio Lilo è entrata in clinica a seguito della sentenza del giudice che le ha dato la grazia evitandole il carcere dato che è giunta al sesto arresto; è stata, però, costretta a 90 giorni di riabilitazione al termine dei quali le aspetteranno 30 giorni di lavoro in una comunità e 18 mesi di terapia psicologica.

Sembrava entusiasta quando è stata ospite del David Letterman Show dicendo che non vedeva l’ora di entrare in rehab e aveva addirittura preparato per l’occasione ben 270 outfit differenti da sfoggiare cambiandosi 3 volte al giorno.

Lindsay, secondo alcune fonti, sarebbe pronta a trasferirsi di clinica avendo ricevuto l’approvazione da parte della corte; la nuova struttura sarebbe il Cliffside Center di Malibu. Sembra che il trasferimento sia dovuto al fatto che la Betty Ford avesse soltanto un programma di riabilitazione di soli 30 giorni mentre al Cliffside sono in grado di gestire periodi più lunghi.

Altre fonti dicono che il trasferimento è dovuto al pessimo comportamento della Lohan che avrebbe rifiutato più volte di partecipare alla terapia di gruppo perché temeva che qualche suo compagno potesse far trapelare alla stampa del gossip alcune notizie private sui suoi problemi. La direzione e gli operatori della clinica avrebbero detto: “La sua cattiva condotta influenza i suoi compagni di squadra. Ha saltato la terapia di gruppo, rende difficile la vita degli altri pazienti; la sua condotta era totalmente dannosa per le persone intorno a lei.”

Una fonte ha dichiarato: “Ha reso la vita di tutti un inferno. Continuava a disturbare, era testarda e ostinata. Al Betty Ford sono stati entusiasti di vederla andare via.” Sembra che l’attrice abbia violato la regola del divieto di utilizzo di computer portatili e cellulari

Nella clinica di Cliffside la Lohan dovrà scontare solo 45 giorni di pena perché ha avuto il permesso di partecipare alla 70esima Mostra del Cinema di Venezia che si terrà quest’estate per presentare il suo ultimo film si tratta di un thriller erotico che la vede protagonista insieme a James Deen, il film è diretto da Paul Schrader già regista di American Gigolò.

La pellicola ha avuto alcuni intoppi perché è stata rifiutata da parecchi Festival Americani per problemi di qualità; il regista Schrader sarà comunque in giuria a Venezia e il suo film sarà proiettato fuori concorso. (s.z.)

© Riproduzione riservata

Lifestyle

Le fotografie di Harry McNally, tra favola e realtà

Quando le favole si uniscono alla vita reale – nasce la serie del fotografo newyorkese Harry McNally “Moments like these”

Moda e Beauty

Look di Capodanno: paillettes

Look di Capodanno: paillettes

Entertainment

The Interview – Interviene Obama “La Sony ha sbagliato”

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama è voluto intervenire in merito alla questione Sony-Corea del Nord

Lifestyle

Belen “Natale con Stefano e Santiago”, altro che crisi

Nessuna crisi tra Belen Rodriguez e Stefano De Martino che programmano il Natale e una fuga al caldo insieme

Entertainment

Il Segreto anticipazioni puntata di oggi 20 dicembre

Quest’oggi va in onda una nuova puntata de Il Segreto, la telenovela di Canale 5 che vede come protagonisti la bella Maria e il giovane Gonzalo: ecco le anticipazioni di questo pomeriggio

Cinema

Oscar 2015 – Il Capitale Umano rimane fuori dalle nomination per Miglior Film Straniero

Nella prima selezione da cui sono usciti i 9 film straniero che concorreranno per la statuetta Miglior film straniero, non c’è Il capitale umano di Paolo Virzì

Tag

-->