Mostre imperdibili: Alfred Hitchcock nei film della Universal, a Milano

“Alfred Hitchcock nei film della Universal Pictures”. Dal 21 giugno al 22 settembre 2013 a Milano – Palazzo Reale. Una mostra prodotta dal Comune di Milano, Alef-cultural project management con la collaborazione della Universal Pictures Italia

La sfida di questa mostra è ricreare, indagare e quindi trasmettere al visitatore lo straordinario effetto di suspense di cui Alfred Hitchcock (1899 – 1980) è stato creatore unico, irripetibile e imitatissimo. Un effetto che il regista inglese ha ricercato adoperando tutti gli strumenti che la complessità della macchina cinematografica gli ha messo a disposizione, ben oltre la trama. Vere e proprie strategie quelle messe in pratica: di ripresa, montaggio, colonna sonora dove anche il silenzio riveste un ruolo fondamentale. Lo stesso vezzo di “firmare” le sue opere facendo una rapidissima apparizione sullo schermo crea nello spettatore una forma di tensione. Nati come simpatiche gag, i camei divennero col tempo una vera e propria superstizione. Il pubblico iniziò ad attenderli con impazienza e così per evitare che lo spettatore si distraesse troppo, il regista decise di anticiparli ai primissimi minuti del film. Ed anche quel mix impeccabile tra commedia e brivido, accresce in qualche modo la tensione delle opere di Hitch dove battute brillanti e personaggi leggeri convivono in modo armonioso nella trama ma sullo sfondo bussa inesorabile l’attesa, la consapevolezza dello spettatore che qualcosa di importante e terribile sta per accadere.  Illuminante nella sua sintetica semplicità quello che Hitchcock afferma a proposito: “Se fai esplodere una bomba il pubblico ha uno shock di dieci secondi, mentre se lo metti semplicemente al corrente della presenza di una bomba, la suspence può essere dilatata e il pubblico mantenuto in sospeso per cinque minuti”.

Sono passati più di trent’anni dalla morte di questo mago del cinema, quasi 90 dal suo debutto, col cinema muto; e oltre 50 da Psyco (1960) e mezzo secolo esatto da Uccelli, eppure il maestro resta insuperato.

LA MOSTRA

Il percorso di Palazzo Reale racconta la figura di Alfred Hitchcock attraverso i principali capolavori firmati Universal Pictures, la celebre casa di produzione che, acquisendo la Paramount Pictures, ha prodotto i suoi film dal 1940 al 1976. Quattordici capolavori che la major ha restaurato e trasferito in digitale, la loro riedizione è la base su cui è stata strutturata la mostra tra immagini dei backstage dei film curiosità sulle scene più celebri, sull’impiego dei primi effetti speciali, sugli attori e sulla vita privata del maestro.

Locandina_Hitchcock web

La locandina

Alla voce del critico cinematografico Gianni Canova il commento e l’analisi dei capolavori che costellano la mostra, da “Psyco” (1960), una delle opere più controverse e innovative di Alfred Hitchcock che riuscì a battere tutti i record di incassi e fece fuggire il pubblico dalle sale in preda al panico. Ecco allora il dietro le quinte del metafisico motel Bates, il personaggio inquietante di Norman, la doppia personalità di Marion, la celebre scena della doccia e il ruolo fondamentale di Alma Reville, la moglie-consigliera del maestro del brivido.

Una sala del percorso è dedicata a “Gli Uccelli” (1963), altro sconvolgente capolavoro in cui il regista introdusse numerose innovazioni nel campo del suono e degli effetti speciali: con ben 370 trucchi di ripresa, il film richiese quasi tre anni di preparativi a causa della sua complessità tecnica. E poi l’esperienza voyeuristica di “Jeff” – James Stewart – il protagonista de “La Finestra sul cortile” (1954). Alla critica del quotidiano London Observer che lo definì un film “orribile” perchè “c’era un tipo che guardava costantemente dalla finestra”, Hitchcock – nella celebre intervista rilasciata a François Truffaut – rispose: “…sì,  l’uomo era un voyeur, ma non siamo tutti dei voyeur? Scommettiamo che nove persone su dieci, se vedono dall’altra parte del cortile una donna che si spoglia prima di andare a letto o semplicemente un uomo che mette in ordine la sua stanza, non riescono a trattenersi dal guardare? Potrebbero distogliere gli occhi dicendo: «non mi riguarda», potrebbero chiudere le loro persiane, e invece non lo fanno, staranno lì a guardare.

Il film uscì nell’agosto 1954, e nel maggio 1956 aveva incassato 10 milioni di dollari. Altra sezione per “La donna che visse due volte” (1958), capolavoro divenuto oggetto di venerazione. Una delle storie d’amore più angoscianti del cinema, raccontata attraverso un numero infinito di angolazioni e riprese straordinarie nei luoghi più famosi di San Francisco. Un racconto attraverso le paure, l’ossessione e la psicologia dei personaggi arricchito dalle dichiarazioni dell’attrice Kim Novak, la bionda glaciale protagonista femminile del film.

E ancora immagini e documenti degli altri celebri film hitchcockiani: “Sabotatori” (1942), “L’ombra del dubbio” (1943), “Nodo alla gola” (1948), “La congiura degli innocenti” (1955), “L’uomo che sapeva troppo” (1956), “Marnie” (1964), “Il sipario strappato” (1966) , “Topaz” (1969), “Frenzy” (1972) e “Complotto di famiglia” (1976), suo ultimo film.

www.comune.milano.it/palazzoreale   (g.m)

 

 

 

© Riproduzione riservata

Entertainment

Il Trono di Spade 4×03 anticipazioni del nuovo episodio “Breaker of Chains” in onda stasera su Sky Atlantic

La versione originale con sottotitoli in italiano di Game of Thrones 4×03, cosa accadrà a Tyrion dopo la morte di Joffrey?

Entertainment

Uomini e Donne – Luca bacia Eleonora e Luce è gelosa di Beatrice

Ieri pomeriggio nella messa in onda di uomini e Donne è stato trasmesso il Trono Classico in cui si sono potute vedere le esterne di Luca Viganò che ha baciato Eleonora e ha organizzato l’esterna con Beatrice la corteggiatrice contesa con Marco Fantini

Entertainment

Il segreto, la storia d’amore tra Tristan e Gregoria [anticipazioni]

Ecco come proseguirà la nuova storia d’amore della telenovela di Canale 5 Il segreto, che coinvolge Tristan e la dottoressa Gregoria; Pepa non resterà a guardare

Lifestyle

iPhone 6 e iOS 8: tutte le novità su data di uscita, prezzo e caratteristiche con foto e video esclusivi

Nuove interessanti indiscrezioni su iOS 8, che secondo alcune fonti potrebbe integrare un nuovo motore di ricerca sviluppato da Yahoo e due applicazioni progettate per la lettura e la modifica di file testuali, pdf e immagini

Entertainment

Uomini e Donne Trono Classico – Marco fantini elimina Noemi, litiga con Beatrice e bacia Jessica

Continua la messa in onda di Uomini e Donne in cui non mancano le sorprese soprattutto nel Trono Classico in cui Marco Fantini ha eliminato Noemi, litigato con Beatrice e baciato Jessica

Entertainment

Amici 13 – Puntata serale di sabato 26 Aprile, ospiti Giorgia e Gigi D’Alessio

Riccardo Scamarcio quarto giudice; Giorgia, Gigi D’Alessio, Luca Carboni e Umberto Tozzi ospiti musicali e Debora Villa comica

Tag