Ballarò – la copertina di Maurizio Crozza di martedì 11 giugno

Il comico genovese commenta con la sua classica verve satirica i risultati delle elezioni amministrative

Maurizio Crozza torna come ogni martedì sugli schermi di Rai Tre con la copertina settimanale a ‘Ballarò‘, commentando con la consueta ironia i risultati delle recenti elezioni.

Martedì 11 giugno è andata in onda una nuova puntata del talk show che ogni settimana analizza i vari temi di attualità politica italiana. La puntata capita all’indomani delle elezioni amministrative, che hanno visto il centrosinistra conquistare 10 capoluoghi di provincia tra cui Roma, ma che sono state caratterizzate da un fortissimo astensionismo.

Maurizio Crozza ha riassunto con la consueta dose di vetriolo che caratterizza la sua satira politica i punti salienti di questi ultimi avvenimenti. Il comico si è rivolto direttamente al segretario del PD Guglielmo Epifani, invitato in studio. “Vi siete già ripresi da questa botta?”, ha chiesto ad Epifani, “questa botta di … intendo” ha poi precisato, elargendo al segretario qualche prezioso ‘consiglio': “Meno italiani vanno a votare più vince il Pd, voi dovreste lavorare molto sull’astensione, fate le elezioni di notte, date le matite senza punta”. Il comico ha poi dedicato qualche battuta all’ormai ex sindaco di Roma Gianni Alemanno: “A me dispiace molto per Alemanno, che non può nemmeno tornare a casa dai suoi, perché sono rimasti tutti in Comune” ha affermato Crozza, “povero Gianni, una vita a fare il saluto romano ed ora è Roma a salutare lui”.

Vittima delle sferzate del comico genovese è stato anche il sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo, esponente del PdL, anch’egli presente in studio. Parafrasando le dichiarazioni dell’ex presidente della Regione Lazio Renata Polverini, Crozza ha individuato la ragione dello smacco elettorale subito dal Pdl alle amministrative: “Diciamolo, se non si presenta lui non andate da nessuna parte” ed ha aggiunto “è come un film porno senza scene di sesso”.

Nonostante tutto però, il dato più importante di questa tornata elettorale è stato sicuramente l’astensionismo , che si attesta attorno ad una percentuale record del 52%: “C’erano così poche schede da scrutinare che sono usciti prima i risultati definitivi che gli exit poll”, ha tagliato corto Crozza prima di dedicare un commento anche al magro risultato ottenuto dai Cinque Stelle: “Batosta M5s in Sicilia, in compenso ha vinto ha Pomezia, Cristo si è formato a Eboli, Grillo a Pomezia”. (m.t.)

© Riproduzione riservata

Entertainment

Valerio Scanu e il caratteraccio: colpa della sincerità

Si definisce tranquillo, ma non riesce a stare zitto di fronte agli attacchi. Isola dei famosi in vista?

Entertainment

Heather Parisi fuggita in Cina? Calunnie che ancora oggi la rattristano

Cina scelta per esigenze del marito, e per il futuro dei suoi tre figli. Ricorda quando soffriva di bulimia

Lifestyle

Le fotografie di Harry McNally, tra favola e realtà

Quando le favole si uniscono alla vita reale – nasce la serie del fotografo newyorkese Harry McNally “Moments like these”

Moda e Beauty

Look di Capodanno: paillettes

Look di Capodanno: paillettes

Entertainment

The Interview – Interviene Obama “La Sony ha sbagliato”

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama è voluto intervenire in merito alla questione Sony-Corea del Nord

Lifestyle

Belen “Natale con Stefano e Santiago”, altro che crisi

Nessuna crisi tra Belen Rodriguez e Stefano De Martino che programmano il Natale e una fuga al caldo insieme

Tag

-->