Spionaggio USA, la gola profonda si svela

Gli ingredianti di una spy story letteraria ci sono tutti, c’è Davide (la spia pentita), c’è Golia (gli USA) e un finale per il Datagate tutto ancora da scrivere

Il giallo assume i contorni di un romanzo, la gola profonda che ha spiattellato al Guardian e dunque al mondo la grande rete di spionaggio antiterrorismo messo in atto dagli USA, è venuta allo scoperto. 29 anni, ex agente Cia, Edward Snowden è un tecnico informatico ora in fuga a Hong Kong. Perché palesarsi? Se fosse un romanzo lo avrebbe fatto per salvarsi la vita, e forse così è, e spiega al quotidiano britannico che “ho fatto tutto per una questione di principio: voglio che si parli di quello che il Governo americano sta facendo“. Un “gioco sporco” quello del Governo che ha messo in atto un sistema di spionaggio informatico su scala globale, un vero e proprio sistema “Grande fratello”. Torniamo al romanzo: Snowden è un “contractor” della Nsa, agenzia di intelligence federale USA; deve essere un tipo in gamba perché nonostante non sia diplomato nè laureato, dopo un breve periodo in divisa – voleva andare a combattere in Iraq -  riesce a farsi assumere dall’agenzia governativa, poi nel 2007 passa alla Cia,  si occupa di sicurezza informatica da Ginevra, vi resta per tre anni. E’ cresciuto tra la Carolina e il Maryland ma fino a qualche settimana fa viveva alle Hawaii con uno stipendio di 200mila dollari, nelle isole del Pacifico aveva una casa e una fidanzata. Poi il 20 maggio la svolta della sua vita, ruba gli ultimi documenti che provano il piano antiterrorismo USA e scappa a Hong Kong, quindi tramite l’avvocato e blogger Glenn Greenwald svela al Guardian la fitta trama delle violazioni. Ne segue l’enorme polverone mondiale, l’imbarazzo di Obama, la contrapposizione tra privacy e  sicurezza torna al centro del dibattito globale. E ieri una nuova puntata, la talpa si svela, racconta di vivere da recluso in un albergo a Hong Kong, teme d’essere spiato in continuazione (quando si collega a Internet indossa un cappuccio sulla testa e sul laptop per timore di telecamere spia) e teme fortemente che il governo cinese possa  “liberarsi” di lui dandolo in pasto ai suoi inferociti connazionali. Assicura di non averlo fatto per soldi, altrimenti avrebbe potuto vendere a caro prezzo quelle informazioni, ma che a guidarlo sarebbe stato solo il principio, perché “quello che stanno facendo pone una minaccia alla democrazia“. Il futuro? Vorrebbe chiedere asilo politico all’Islanda “Paese che protegge la libertà della Rete“, ma ce la farà? La trama s’infittisce, sembrano esserci ancora molti non detto.  (g.m)

© Riproduzione riservata

Lifestyle

Samsung Galaxy S5, le migliori offerte degli operatori (Wind, Vodafone, Tim, 3) e i prezzi più bassi del web

Ecco tutte le offerte più interessanti per acquistare il nuovo Galaxy S5 di Samsung a prezzi concorrenziali

Entertainment

The Voice 2 le Battle, ecco i concorrenti scelti dai coach

Il secondo e ultimo appuntamento con le Battle ha visto tanti colpi di scena, adesso però è tempo dei Knockout

Entertainment

Anticipazioni Il tempo del coraggio e dell’amore – Ruben Cortada è Ramiro Arribas

La nuova soap opera Il tempo del coraggio e dell’amore va in onda domani sera, venerdì 25, alle 21.10 su Canale 5

Entertainment

Anticipazioni puntata di oggi 24 Aprile – Trono Over

Oggi a Uomini e Donne andrà in onda l’ultima puntata settimanale che verrà dedicata al Trono Over in cui si potrà vedere la lite tra Elga e Samuel e le relazioni andate male di Gemma

Entertainment

Ascolti Tv, vince la Champions davanti a Il Segreto Rai 1 perde il Volo

Gli ascolti tv di mercoledì 23 aprile 2014 premiano il torneo di calcio più famoso d’Europa trasmesso da Italia 1. Dietro Real Madrid vs Bayern Monaco si piazza la fiction di Canale 5 Il Segreto, che però colleziona uno Share migliore rispetto alla partita. Chiude la classifica dei primi tre programmi The Voice of Italy di Rai 2. Flop di Rai 1 con il film di Fabio Volo.

Entertainment

Playoff NBA – Dallas pareggia Show di Lebron e Aldridge

Trascinati dalle proprie stelle Lamarcus Aldridge e Lebron James, i Portland Trail Blazers e i Miami Heat vanno avanti 2-0 nelle rispettive serie, mentre i San Antonio Spurs vengono fermati dai Dallas Mavericks

Tag