“Mamma voglio fare l’artista!”. Le dritte di Bonami per talenti e aspiranti

Mamma voglio fare l’artista!” (Electa), il nuovo libro di Francesco Bonami per districarsi nel periglioso mondo dell’arte e provare ad evitare delusioni. In libreria dal 14 maggio

Francesco Bonami, che di professione fa il critico e il curatore, è uno scrittore di manuali straordinario, e sia detto senza intenzioni sminuenti. Il suoLo potevo fare anch’io. Perché l’arte contemporanea è davvero arte”, pubblicato nel 2009 da Mondadori e poi diventato un programma televisivo per Sky Arte, è finito presto col diventare una sorta di bibbia per gli stessi operatori del settore, anche se molti di questi non lo confesserebbero mai. Ma la lucidità del racconto e la chiarezza, l’ironia, e in ultima analisi il desiderio di parlare d’arte a tutti, fanno di Bonami un caso unico (e meritorio) nel panorama italiano. Poi si può non essere d’accordo con certe sue tesi, ma questo è un altro discorso.

Mamma_voglio_fare_l_artista_altaL’arte, come tutte le chiese e le religioni, deve parlare al mondo che la circonda, non a un mondo che non esiste più … Questo libro è anche un incitamento per scoprire la grotta che contiene la nostra società e iniziare a disegnare sulle sue pareti”, scrive in Mamma voglio fare l’artista!” Libro che pur parendo esplicitamente riservato a coloro che siano colti dall’idea di fare gli artisti (e scopriranno, se non lo sapessero ancora, che il “sacro fuoco” non basta ma bisogna conoscere come e quanto soffiarci sopra), in realtà aiuta tutti a guardare un po’ più da vicino agli imperscrutabili  meccanismi che regolano il gioco dell’arte contemporanea.  Il racconto di cosa deve aspettarsi chi decide di intraprendere la via dell’artista di professione è fatto in prima persona. Bonami, che come molti critici (che però non lo ammetterebbero mai) voleva fare l’artista ma non ha mai raggiunto il successo sperato ha percorso – spiega – un cammino comune e difficoltoso. Perché “fin da quando comunica la sua decisione in famiglia (l’artista) deve affrontarne a testa alta i pregiudizi; deve trovare le motivazioni per alimentare le proprie ambizioni; confrontarsi con la solitudine del suo studio, l’invidia dei colleghi, le probabili ristrettezze economiche; deve addentrarsi nella giungla di galleristi e curatori, interpretare il giudizio dei critici e, spesso, accettare le disillusioni di un successo di breve durata. È un percorso arduo che può portare chi lo affronta all’amara conclusione che artista di talento non è; può anche viceversa condurre al riconoscimento, ma la via della fama è irta di ostacoli e trabocchetti”.

Francesco Bonami finisce così per rivelare anche molto di sé, a fin di bene: “Ho svelato debolezze e amarezze nella speranza che dal mio racconto abbastanza sincero possiate trarre qualche intuizione, qualche regola o suggerimento che vi accompagni lungo la strada del mestiere d’artista con più realismo, ma anche più entusiasmo”. Non mancano le facezie, non difetta l’ironia, non viene meno il pragmatismo su una bilancia dove da soppesare è sì il talento, ma pure la furbizia e la determinazione, il coraggio per non temere i fallimenti, la voglia di sacrificarsi e la capacità di mettere in pratica le giuste strategie. Già, perché la professione più bella del mondo è sempre a cavallo tra promesse e delusioni, tra Inferno, Purgatorio e Paradiso e in certi casi un Virgilio torna utile… (a.d)

 

© Riproduzione riservata

Entertainment

Bevono la cioccolata della nonna, finiscono in ospedale: ecco perché

La cioccolata calda fatta dall’amorevole nonna fa finire tutti all’ospedale. Ecco perché

Entertainment

Una pozione d’aglio di mille anni fa? Meglio degli antibiotici

Una ricerca sensazionale che mette in evidenza come una pozione d’aglio possa agire sulle infezioni meglio dei comuni antibiotici.

Entertainment

Arrow 3 anticipazioni – Rilasciata la sinossi ufficiale dell’episodio 3×19

La rete Americana CW ha rilasciato la sinossi ufficiale dell’episodio 3×19 di Arrow in cui assisteremo all’alleanza tra Atom e Freccia per sconfiggere un nuovo metaumano

Entertainment

Rocco Siffredi dopo l’Isola: “Non ho più erezioni. Sto benissimo”

Rocco Siffredi ha deciso di abbandonare (come attore) il mondo dell’hard. Produrrà film con l’aiuto di sua moglie e di suo figlio Lorenzo.

Entertainment

Il primo trailer di Fear The Walking Dead

Fear The Walking Dead è lo spinoff di The Walking Dead e forse ci spiegherà come tutto è iniziato

Entertainment

MLB 2015 – Tutto quello che c’è da sapere sulla nuova stagione

Una rapida e completa guida alla stagione di baseball 2015, al via a pasqua, questa domenica

Tag

-->