World Press Photo 2013, la mostra a Roma

World Press Photo 2013. Al Museo di Roma in Trastevere, dal 4 al 26 maggio la mostra delle immagini più belle del premio fotografico più prestigioso

La mostra del World Press Photo, non è solo una galleria di immagini straordinarie, ma un vero e proprio documento storico del nostro tempo a livelli altissimi e immediati di comunicazione. Non servono filtri, le immagini che la giuria internazionale premia ogni anno, oramai da 56 anni, hanno un potere narrativo ed evocativo immenso, tutta la forza della cronaca che diventa foto, anche quando sono immagini non “pure”, come quella dello svedese Paul Hansen che s’è aggiudicato il premio di “fotografia dell’anno 2012”, e da alcuni contestato per un uso ritenuto eccessivo di Photoshop.  L’immagine resta straordinaria, il momento colto vale intere pagine di parole scritte. 20 novembre 2012, siamo a Gaza, al centro dello scatto la disperazione di due palestinesi con in braccio i cadaveri di due bambini avvolti in un lenzuolo, sono loro parenti. Una foto dove c’è tutto: dolore, rabbia, disperazione, perdita, c’è il contrasto terribile tra l’innocenza dell’infanzia e la brutalità della guerra. Hansen, che lavora per il quotidiano svedese Dagens Nyheter, ha raccontato che gli uomini portavano i bambini alla moschea; dietro s’intravede appena il corpo del padre, su una barella. I bambini erano Suhaib Hijzi e suo fratello, Mohamed, avevano due e quattro anni e sono morti nel bombardamento che ha distrutto la loro casa, ucciso il padre e mandato in rianimazione la madre. Il missile che ha fatto esplodere l’edificio arrivava dalla parte israeliana.

La giuria del Premio World Press Photo, che è il più importante riconoscimento nell’ambito del fotogiornalismo, quest’anno ha vagliato 103.481 immagini inviate da 5.666 fotografi professionisti di 124 diverse nazionalità. In breve, il meglio delle immagini apparse sui giornali. I premiati nelle diverse categorie sono stati 54, tra cui  sei fotografi italiani: Fabio Buciarelli, Vittore Buzzi, Paolo Patrizi, Paolo Pellegrin, Fausto Podavini e Alessio Romenzi.

La mostra è promossa da Roma Capitale Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, in collaborazione con Contrasto e la World Press Photo Foundation di Amsterdam. L’organizzazione è di Zètema Progetto Cultura. www.museodiromaintrastevere.it

(a.d)

 

© Riproduzione riservata

Entertainment

Il segreto Video Mediaset, puntata intera di ieri sera 21 novembre

Rivedi qui l’incredibile appuntamento serale di ieri con Il segreto: Maria e Gonzalo hanno passato del tempo insieme, mentre Alfonso ha scoperto il segreto di Raimundo

Lifestyle

Chiara Biasi single, l’indizio su Instagram tra una FOTO HOT e l’altra

Dopo la fine della sua storia con Oscar Branzani, forse le cose con Fabio Borriello non stanno andando troppo bene

Entertainment

Film al cinema nel weekend: Hunger Games – Il canto della rivolta, Scusate se esisto e Godard in 3D

Weekend al cinema con Jennifer Lawrence in Hunger Games, la coppia gay Marco Bocci, Raoul Bova in Scusate se esisto e Adieau au langage di Godard, in 3D

Entertainment

Enzo Iacchetti ludopatico? Mai speso un centesimo in scommesse, e si scaglia contro alcuni giornalisti

Rettifica via Facebook quanto pubblicato da qualcuno, che scambia le sue scommesse sul talento per scommesse da gioco

Entertainment

Francesco Facchinetti ai suoi fan: “Non ho un talento in qualche cosa, ma non ho mai smesso di sognare”

Fa autocritica dichiarandosi mediocre, ma invita tutti i suoi social seguaci a non perdere mai la speranza

Entertainment

Antonella Elia iscritta all’università nonostante i 51 anni

Riprende un sogno di gioventù, e decide di conseguire la laurea in Scienze Sociali per allargare i propri orizzonti

Tag

-->