Fiona Tan. Inventory, al MAXXI

Al MAXXI di Roma una mostra sul tempo lo spazio la memoria e l’identità dell’artista olandese Fiona Tan, fino all’8 settembre. A cura di Monia Trombetta

Una prima mondiale che nel nome di Piranesi (e non solo) lega la Tan a Roma, è l’opera video Inventory, cuore pulsante di una mostra che attraversa gli ultimi anni di produzione dell’artista indonesiano-olandese.

Nel 1745 Giovan Battista Piranesi realizza alcune delle incisioni della serie Le carceri d’invenzione, spazi infiniti e nello stesso tempo costretti di una fantasia visionaria. Nel 1791 Jeremy Bentham, giurista e teorico sociale inglese, progetta il Panopticon, un nuovo modello di carcere ideale a pianta centrale con un unico punto di guardia nel mezzo. Intorno al 1820 Sir John Soane, architetto neoclassico inglese, apre al pubblico le stanze della propria casa di Londra, con la sua collezione di antichità, speciale omaggio alla città di Roma.

Nel 2012 Fiona Tan con la mostra costruisce un filo rosso tra Piranesi, Bentham e Soane riflettendo sui concetti che esplora con il suo lavoro, come quelli di tempo, memoria, identità culturale, rapporto con lo spazio. In Inventory l’antica Roma diventa così il punto di partenza per un viaggio che conduce l’artista a Londra, nella casa – museo di Sir John Soane e ne riprende gli interni con sei videocamere diverse. Tema centrale di quest’opera sono proprio gli strumenti tecnici in una riflessione sul concetto di traduzione e sulla fugacità delle percezioni umane.

Con un allestimento dove le stesse opere disegnano lo spazio architettonico, la mostra

prende il via al piano terra con Correction (2004): un’opera composta da sei proiezioni in cui l’artista presenta trecentotrenta ritratti di prigionieri e guardie di quattro carceri americane tra la California e l’Illinois. In questa installazione i ritratti dei detenuti e delle loro guardie circondano il visitatore, richiamando la struttura del Panopticon di Jeremy Bentham. e Le Carceri d‘Invenzione di Giovanni Battista Piranesi, queste ultime presentate in  mostra attraverso otto riproduzioni.

Le stampe del Piranesi intessono una rete di rimandi visivi, culturali e architettonici con le altre opere della mostra, come in Disorient, dove le carceri piranesiane, esprimono i concetti di storia, finzione, invenzione e follia, mentre i numerosi cambiamenti fatti da Piranesi sulle “sue” carceri costituiscono un riferimento al processo che ha portato alla realizzazione di Inventory.

Disorient realizzato da Fiona Tan nel Padiglione Olandese della Biennale di Venezia del 2009, è composto da una doppia proiezione. Su uno schermo il museo privato di Marco Polo immaginato da lei, su un altro schermo la storia e la geografia si fondono, componendo un viaggio trasversale nel mondo di oggi. Altra opera in esposizione è Cloud Island dedicata all’isola giapponese di Inujima. Un tempo abitata da pescatori e contadini, l’isola è successivamente diventata sede di cave di granito e raffinerie di rame. Oggi tutte queste strutture sono vuote e gli abitanti anziani dell’isola non sono più di cinquanta unità.

Per la mostra Fiona Tan. Inventory, il MAXXI ha prodotto insieme al Philadelphia Museum of Art un catalogo a cura di Carolina Italiano con testi di Anna Mattirolo, Timothy Rub, Monia Trombetta, Andrea Lissoni, Fiona Tan, Adelina Vlas e Anita Seppa (Edizioni MAXXI). www.fondazionemaxxi.it

(a.d)

     03_FionaTan_Disorient_100_sRGB Fiona Tan, Disorient. HD installation, 2009. Courtesy the artist and Frith Street Gallery, London

Fiona Tan, Disorient. HD installation, 2009. Courtesy the artist and Frith Street Gallery, London

© Riproduzione riservata

Senza categoria

50 sfumature di nero, le nuove foto promozionali del film – [immagini]

Ecco le ultime immagini promozionali di 50 sfumature di nero, il sequel del primo film di S. T. Johnson ispirato alla trilogia erotica di E. L. James

Entertainment

Chi ha vinto The Voice of Italy 3? Il vincitore è Fabio Curto

Ecco chi è il vincitore di The Voice of Italy 3

Lifestyle

Mariana Rodriguez, ecco il mio uomo ideale

Sincero e con il senso del rispetto e che magari la possa proteggere in futuro. Mariana Rodriguez torna a raccontarsi parlando del suo uomo ideale senza mai perdere il sorriso.

Entertainment

Il Segreto: Fernando si arrende e lascia Puente Viejo

Incredibile quello che accadrà al nostro Mesia, sul quale sono pronti a scendere i titoli di coda

Entertainment

Video Mediaset Il Segreto: streaming oggi 27 maggio

Ecco come riveder in streaming la puntata di oggi 27 maggio 2015 di Il Segreto

Moda e Beauty

Look da spiaggia firmato Mimì à la mer

Uno sguardo al passato per una collezione moderna, chic e vintage: ecco il look da spiaggia firmato Mimì à la mer

Tag

-->