Mostre. La regalità? Chiedete a Roberto Capucci

Roberto Capucci. La ricerca della regalità – La Venaria Reale, fino all’ 8 settembre

Torino mi ha già accolto due volte con la sua signorilità e stile inconfondibili; in questa terza occasione, mi apre le porte di una delle residenze di corte più prestigiose e suggestive del mondo; ne sono felicissimo ed onorato e spero che le mie creazioni, in questa splendida mostra sulla Ricerca della Regalità, possano suscitare profonde emozioni creando una ideale sintonia con l’imponente e maestosa Reggia, uno dei simboli eccellenti del barocco europeo“, così Roberto Capucci, “il miglior creatore della moda italiana” secondo Christian Dior racconta dell’incontro delle sue “sculture in stoffa” con la magnificenza della reggia sabauda. In mostra 50 abiti creati appositamente per regine, star e dame del “gran mondo” dagli anni Cinquanta a oggi e poi bozzetti, fotografie, video.

 

Capucci regale come nessun altro, lui che non si è mai dedicato al prêt-à-porter disegnando una sola collezione di alta moda all’anno, lussuoso in maniera quasi sfacciata, sontuoso ma sempre elegantissimo come “regalità” impone. “Regalità intesa come resa solenne dell’abito, comune a tutta la produzione del maestro della moda Capucci, dagli abiti da giorno e da gran sera, dalle creazioni per il palcoscenico a quelle per le cerimonie istituzionali e religiose, fino ai grandiosi abiti scultura appositamente ideati per le esposizioni museali” spiega Massimiliano Capella, storico dell’arte e della moda e curatore della mostra.

 

Una regalità che lo stilista, già collaboratore di Emilio Schubert mostra sin da subito, sin da quelle sfilate fiorentine del luglio del 1952 che irretiscono una giovane Oriana Fallaci  che sottolinea come “il fior dei sorrisi e degli applausi è toccato alla rivelazione di questa “Fashion Show”…che    ha       presentato     una     sorprendente           collezione:      Roberto Capucci…Robertino ha portato alla mostra una collezione fresca e scanzonata di tailleurs…abiti di seta fabbricata a telaio, stretti e corti, con una incredibile coda di stoffa…fastosi mantelli double face, pieghettati, regali”.

Da quella collezione proviene l’abito da sera in taffetas che la principessa Elvina Pallavicini acquista aprendo la strada a donne, primedonne e clienti dell’aristocrazia, definite da Irene Brin le “capuccine”, capaci di assecondare più di tutte la visione di un’eleganza oltre la moda di Capucci, “donne di carattere che non seguono la moda, trovano l’abito o il colore che sta loro bene, hanno il coraggio di non cambiare più”.

Foto:Consorzio La Venaria Reale

Foto:Consorzio La Venaria Reale

Quattro sezioni tematiche per un viaggio ricco di citazioni: l’arte (spettacolare l’Abito da sposa Tiepolo del 1992, ispirato al celebre affresco di Giambattista Tiepolo La continenza di Scipione del 1743-44, nella villa Cordellina Lombardi di Montecchio Maggiore nel vicentino), la natura e l’architettura (iconici l’Abito dorico, in raso beige modellato come una colonna con cinta di foglie; l’abito a Capitello corinzio, in charmeuse plissè beige con corpino ricoperto di foglie verde- oro; e l’Abito a foglie d’oro del 1992, modellato sui raffinati esempi di scultura a bassorilievo e sui mosaici dell’arte bizantina).

rita-levi-montalcini-nobelE poi l’inedita sezione Donne, primedonne e nobildonne; racconto dei rapporti dello stilista con “regine” come Marilyn, Silvana Mangano, Valentina Cortese, Raina Kabaivanska e Rita Levi Montalcini. Per la professoressa Capucci realizzò l’abito per la consegna del premio Nobel per la medicina a Stoccolma il 10 dicembre 1986. Formato da pannelli in velluto verde smeraldo, blu zaffiro e rosso rubino. Fu pensato appositamente per la sua figura esile:“Realizzai un abito lungo con un pochino di strascico dicendole: Professoressa, lei sarà l’unica donna che riceve il Nobel in mezzo a tanti uomini in frac. Quando lei si alza deve essere la regina della sera. Lei era molto titubante, perchè non aveva mai messo un abito lungo e non era andata mai in una sartoria. Guardò la coda e disse: Se lei me l’ha fatta io la porterò”. www.lavenaria.it (a.d)

© Riproduzione riservata

Entertainment

Inter – Napoli pari e patta, 2-2

Partita che si decide nei dieci minuti finali, con i nerazzurri salvati da Hernanes al 90′

Moda e Beauty

Alexander Wang per H&M

Tutti pazzi (per i pezzi) della collezione ideata da Alexander Wang per H&M

Entertainment

Foto Hot – 7 Vulcani attivi da perdere la testa

Non crederai ai tuoi occhi, 7 scatti hot dei vulcani più attivi del mondo

Entertainment

Uomini e Donne news anticipazioni e gossip – Jonas e Rama , Andrea e Sharon e Anna Munafò

Uomini e Donne continua la messa in onda quotidiana del Trono Classico e del Trono Over e continuano anche le news e i gossip sul Trono Blu e Rosa, Aldo e Alessia, Marco e Beatrice, Anna Munafò, Jonas Berami e Rama ed infine Andrea e Sharon

Entertainment

Paul Wesley a New Orleans per The Originals

Potrebbe essere proprio Paul Wesley il personaggio del crossover tra The Vampire Diaries e The Originals

Entertainment

Andrea Offredi e Claudia D’Agostino di nuovo insieme – FOTO

I due ex protagonisti di Uomini e Donne Andrea e Claudia sono apparsi di nuovo insieme

Tag