Francesco I e Francesco d’Assisi

Francesco I e i suoi primati. Il nostro augurio? Che Francesco d’Assisi lo ispiri

Dopo la sorpresa, oggi è il giorno della conoscenza col nuovo Pontefice: Francesco, che porta con sé una serie di primati. E’ il primo Papa a scegliere il nome del santo di Assisi, il primo gesuita sul soglio di Pietro, il primo in arrivo dalle Americhe (Americhe, così ha sottolineato Obama), il primo ad arrivare dall’emisfero Sud… Tanti primati sommati rimandano a un segnale di cambiamento profondo nella Chiesa? Forse sì, forse.

 

Forse, perché la scelta di questo cardinale che viaggiava in metropolitana e che vorrebbe una Chiesa più povera, più semplice è tutta ancora da sondare. Anche lui è un uomo semplice, ma dal carattere d’acciaio leggiamo tra le testimonianze che arrivano dall’Argentina. E proprio nel suo paese, tra le reazioni di esultanza del popolo cattolico, emerge la freddezza di chi non riesce a dimenticare come, al tempo delle dittature che hanno fatto centinaia di migliaia di morti, Bergoglio non sia stato una voce contro, altri sottolineano invece che quando nel Paese è stata votata la legge per i matrimoni gay lui si sia opposto affermando che si trattava della “movida del diablo”… Ma questo è il passato, era la vita di Jorge Mario Bergoglio – e approfondiremo – da ieri sera è però cominciata quella di Francesco I, 266mo Vescovo di Roma che nel suo primo giorno da Pontefice, come promesso nel suo saluto alla folla, è uscito da San Pietro andando a rendere omaggio alla Madonna nella magnifica chiesa di Santa Maria Maggiore.

 

I cardinali hanno fatto un’attenta scelta geopolitica, commentano gli osservatori attenti, il continente latino americano, il primo ad essere evangelizzato (e proprio dai gesuiti), il bacino più grande di cattolici è alle prese con trasformazioni profonde, e non solo politiche, da anni ormai si assiste a un vero e proprio stillicidio dei cattolici verso sette pseudo religiose o chiese pentecostali, chissà che il nuovo papa non possa riportare le “pecorelle al gregge”.

 

Non è Francesco” titola questa mattina Il manifesto, giornale notoriamente dai titoli fulminanti e dalle posizioni nette. E invece dobbiamo sperare – per il bene di tutti, credenti e non – che lo spirito di Francesco ispiri profondamente quest’uomo. Il Francesco di “sorella povertà” in una Chiesa che ha partorito lo Ior, il Francesco dell’incontro col Saladino, in un mondo con tre miliardi di musulmani; il Francesco del “Cantico delle creature”, in un pianeta dall’ambiente devastato. Confidiamo in Francesco. (g.m)

osservatore-romano

© Riproduzione riservata

Entertainment

Estrazioni Lotto, 10eLotto e Superenalotto 29 gennaio, Concorso numero 13

Controlla i numeri vincenti e scopri se hai vinto, l’estrazione del lotto, 10elotto, superenealotto 29 gennaio 2015

Entertainment

Lauren Graham e Una mamma per amica

Così scoprì la fine della serie

Entertainment

Alessandro Cecchi Paone: Salvini e Isoardi insieme? Lui è rozzo, non si lava

Perplesso sulla nuova coppia, Cecchi Paone si lascia andare a dichiarazioni sulla neonata coppia

Entertainment

Dear Jack, Alessio Bernabei: “I piedi sono sexy”. Riccardo perseguitato dalle MILF

Svelano particolari meno conosciuti del loro rapporto con i fan

Entertainment

Belen Rordiguez a favore delle adozioni gay

Afferma di essere stata corteggiata anche da un ragazzo omosessuale

Tag

-->