La Ragazza con l’orecchino di perla fa tappa a Bologna

Il capolavoro di Vermeer arriverà in Italia. Dal febbraio 2014 sarà in mostra a Bologna

Ci sono musei che potrebbero sopravvivere esponendo un solo dipinto. E’ il caso della reale galleria Mauritshuis de L’Aia, custode de  La ragazza con l’orecchino di perla (ragazza col turbante la denominazione esatta). Il dipinto di Johannes Vermeer più noto e amato, la Monna Lisa olandese, com’è stato chiamato per il fascino che sprigiona la giovane ritratta. Coi suoi occhi spalancati e lo sguardo liquido, innocente e sensuale assieme, la pelle vellutata, la bocca vermiglia leggermente dischiusa.

 

Per più di un secolo la ragazza è stata appesa sulle pareti della Mauritshuis, insieme a dipinti di Rembrandt, Rubens e altri maestri di altissimo livello dell’età d’oro olandese e fiamminga. Un dipinto che è stato popolare per molti secoli, ma fu solo nel 1999, quando divenne il soggetto del best-seller di Tracy Chevalier dal quale Peter Webber trasse un film nel 2003 interpretato da Scarlett Johansson e Colin Firth, che l’immagine di quella giovinetta è salita al rango di superstar. E come tale deve mostrarsi al mondo. Tanto più che la galleria è chiusa, causa lavori di ristrutturazione e ampliamento che saranno finanziati, almeno in parte, proprio dal tour internazionale della bella di Vermeer. Nel 2012 in Giappone (leggi articolo) e nel 2013 negli States, assieme ad un nutrito gruppo di capolavori della galleria. Da gennaio è al Young/Fine Arts Museums di San Francisco, quindi andrà all’High Museum of Art di Atlanta; e infine, a partire dal mese di ottobre alla Frick Collection di New York. Poi, dal febbraio al maggio 2014, la bella olandese sarà in Italia, star della mostra sulla Golden Age della pittura olandese, curata al Palazzo Fava di Bologna  da Marco Goldin e tra gli altri da Emilie Gordenker, direttrice del Mauritshuis Museum de L’Aja.

Sarà l’unica occasione per ammirarla in Europa al di fuori della sua sede storica da dove, conclusa la mostra bolognese, probabilmente non uscirà mai più, essendo l’opera simbolo del museo riaperto“, afferma il presidente della Fondazione Carisbo, Fabio Roversi-Monaco. “Annunciamo con tanto anticipo questo evento proprio per la sua eccezionalità, e perché tutti coloro che giungeranno a Bologna per la visita possano prepararsi per tempo. Ciò che accadrà tra poco meno di un anno resterà una cosa senza eguali e non più ripetibile – afferma Marco Goldin. –  Non serve che dica con quanto orgoglio Linea d’ombra sta lavorando su questo progetto, ringraziando sia il Mauritshuis per la fiducia nei nostri confronti sia la Fondazione Carisbo per tutto l’appoggio e la collaborazione. E quanto sentiamo la responsabilità di portare in Italia un tale capolavoro”. Capolavoro che non sarà solo. A Bologna sarà infatti accompagnato da una quarantina di altre opere dello stesso Museo, sempre di qualità eccelsa, scelte appositamente per la sede bolognese e quindi in parte diverse da quelle già esposte in Giappone e ora negli States. La ragazza con l’orecchino di perla non sarà l’unico capolavoro di Vermeer in mostra. Ad affiancarla ci sarà Diana e le sue ninfe, grande olio del Maestro. E ancora,  quattro Rembrandt e poi Frans Hals, Ter Borch, Claesz, Van Goyen, Van Honthorst, Hobbema, Van Ruisdael, Steen, ovvero tutti i massimi protagonisti della Golden Age dell’arte olandese.

Il viaggio nel mondo della Ragazza con l’orecchino di perla solleva anche molte perplessità, sono in tanti a chiedersi se ha ancora senso sottoporre dei capolavori al rischio di trasporti così lunghi. Ma è una querelle che non avrà mai fine, almeno fino a quando si organizzeranno grandi mostre. (a.d)

 

Johannes Vermeer, 1632-1675 Girl with a pearl earring, c. 1665 – The Hague, Mauritshuis

© Riproduzione riservata

Entertainment

Grey’s Anatomy 12 Meredith e il suo nuovo amore

Ecco quale sarà il futuro che Shonda Rhimes ha deciso di regalare alla sua Meredith adesso che Derek è morto

Lifestyle

Belén ad Anno Uno racconta del suo video hot

Per Belén l’umiliazione è ancora tanta nonostante siano passati diversi anni da quando quel suo video hot venne pubblicato in rete.

Lifestyle

Marco Mengoni, niente pause dopo il tour

Dopo il lancio del nuovo singolo e la fine del tour Marco Mengoni non si vuole ancora fermare. In progetto c’è già un nuovo album.

Entertainment

Twitter fa scuola di Storia (pop)

Classic Pics è la pagina Twitter che ogni giorno posta scatti inediti e rubati al mondo della Storia pop (e non solo) che ci catapultano indietro nel tempo

Lifestyle

Vasco Rossi, grande attesa per il Live Kom 2015

Manca veramente poco ormai al Live Kom 2015. Vasco si sta preparando con la sua band in Puglia e nel frattempo si racconta sulla pagine de La Stampa.

Entertainment

Arena di Verona 2015 – Lo spettacolo sta per iniziare: con Paolo Bonolis, Elena Santarelli e Belen Rodriguez

Paolo Bonolis conduce il grande spettacolo musicale insieme alle bellissime Elena Santarelli e Belen Rodriguez. Tra gli ospiti il leggendario Brian May

Tag

-->