Super Bowl: Beyoncé la regina dell’intervallo d’America [VIDEO]

Il video integrale dell’esibizione integrale di Beyoncé durante il Super Bowl: fiamme, coreografie perfette e addio playback.

Quando hai gli occhi di tutto il mondo puntati addosso non puoi sbagliare, l’errore non è contemplato e l’errore non è perdonato soprattutto se sei un artista scelto per il famoso intervallo del Super Bowl. Soprattutto se ti chiami Beyoncé Knowles e soprattutto se da un paio di settimane nessuno smette di parlare del suo playback durante il discorso d’insediamento del Presidente americano Barack Obama.

Dell’esibizione di Beyoncé durante il Super Bowl si racconta, svela, ipotizza da troppo tempo ormai e ieri sera (stanotte per noi italiani), finalmente il mondo intero ha visto che Beyoncé ha mantenuto la sua promessa. Le estenuanti prove –  finché non mi sanguinano i piedi, come lei stessa ha dichiarato -, hanno portato i frutti sperati. Uno show scoppiettante, quattordici minuti che sono volati e nessuna pausa ammessa. Beyoncé ha dominato il palco e ha dimostrato la sua superiorità scegliendo come coriste le sue ex colleghe delle Destiny’s Child. Coriste, insomma, come a voler dire “io sono arrivata e vi faccio il favore di farvi cantare durante un paio di minuti dell’esibizione più vista d’America”.

E c’è poco da fare. Su quel palco la superiorità di Beyoncé è netta, chiara, lampante: voce, padronanza, movimenti e classe. Sì, perché fare la cattiva ragazza piace tanto alla Knowles, ma di cattivo ormai c’è ben poco. Da più di 15 anni il suo nome scala le classifiche che sia da sola o con un gruppo di cui è la leader indiscussa. Beyoncé ha fatto colpo anche stavolta, nonostante il suo show non sia stato pretenzioso come quello di Madonna un anno fa: disastroso, troppo, eccessivo ma sicuramente più d’effetto, almeno scenograficamente. Beyoncé ha puntato sulla “semplicità” ed è stata una scelta vincente, sul palco lei, sempre lei e solo lei. Le coriste e le ballerine sono soltanto un dettaglio trascurabile. La scenografia è minimale e poco pomposa in fondo, se non durante lo scoppiettante – scoppiettante nel vero senso della parola – inizio. Beyoncé ha convinto tutti forse proprio per questo motivo: inevitabilmente l’attenzione è puntata tutta su di lei, sui suoi movimenti, sulla sua voce e sulla sua presenza, guardare per credere:

 

 

 

11 milioni di telespettatori ipnotizzati da Beyoncé e dalla partita finita con la vittoria dei Ravens di Baltimora, che battono i  San Francisco 49ers per 34-31. Il 47esimo Super Bowl, giocato a New Orleans, il primo dopo la tragedia di Katrina, rimarrà negli annali del football americano oltre che per l’intervallo da record, anche per essere stato il primo a essere interrotto da un incredibile blackout, durante il terzo quarto che blocca la partita per lunghissimi 35 minuti. Ecco i numeri:  71mila spettatori allo stadio, e oltre 110 milioni davanti alla tv.

Da non dimenticare l’inno nazionale, stavolta affidato a Alicia Keys che lo ha interpretato dal vivo in maniera impeccabile, suonando il pianoforte e lasciando di stucco tutti i presenti e coloro che hanno assistito da casa allo show. Alicia 1-Beyoncé 0, almeno quando si tratta di inno americano.

 

 

(benedetta piccioni)

© Riproduzione riservata

Entertainment

The Vampire Diaries 7 il ritorno di Nina Dobrev

Elena Gilbert potrebbe tornare in vita durante la prossima stagione di The Vampire Diaries, ecco tutti gli indizi

Entertainment

Don Matteo 10 anticipazioni, il cast della nuova stagione

Il grande ritorno della fiction con Terence Hill ha tutte le carte in regola per lasciare tutti a bocca aperta, arriva l’addio di Giorgia Surina

Entertainment

Amici 14 – Anticipazioni puntata di questa sera, 23 maggio 2015

Ecco le anticipazioni della puntata serale di questa sera di Amici 14; tra gli ospiti Malika Ayane, i Tiromancino e Fiorella Mannoia come giudice

Entertainment

Le tre rose di Eva 3 Video Mediaset streaming 22 maggio

Rivedi la decima puntata de Le tre rose di Eva 3 in streaming video seguendo queste semplici indicazioni

Entertainment

Le Tre Rose di Eva 3: Aurora in realtà non è morta ed è ancora viva?

E se Aurora nella puntata di Le Tre Rose di Eva 3 in realtà non fosse morta?

Entertainment

Le tre rose di Eva 3 Anna Safroncik, L’ADDIO UFFICIALE ALLA FICTION

Anna Safroncik abbandona Le tre rose di Eva 3 con un messaggio su Facebook

Tag

-->