Arte contemporanea. Alfredo Jaar, un incontro a Roma

Alfredo Jaar – It is Difficult, venerdì 1 febbraio 2013, ore 18.30. MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma

Il MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma ospita la lecture di Alfredo Jaar, It is Difficult (ingresso libero fino ad esaurimento posti).

Dopo la partecipazione nel 2004 alle conferenze ART HIGHLIGHTS 2 e la realizzazione nel 2005 dell’installazione Che cento fiori sboccino, il MACRO è lieto di ospitare nuovamente l’artista cileno, nominato, tra l’altro, rappresentate del Cile nel Padiglione nazionale alla 55. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia.

Jaar illustrerà il suo lavoro che si articola tra arte, educazione e sfera pubblica, per spiegarne la complessità. Parlerà dei suoi progetti più recenti e della sua ricerca che, fondata su temi spesso taciuti dai mezzi di informazione – come guerre, violenze, disuguaglianze – riesce a mettere in discussione i sistemi politici ed economici vigenti, portando alla luce contraddizioni spesso invisibili.

Nato a Santiago del Cile nel 1956, dopo gli studi in architettura e in regia cinematografica, si trasferisce nel 1982 a New York, dove attualmente vive e lavora. Il suo lavoro è stato esposto in tutto il mondo. Ha partecipato alle Biennali: di Parigi (1982), di Venezia (1986, 2007, 2009), di San Paolo (1987, 1989, 2010), di Sydney (1990), di Gwangju (1995, 2000), di Istanbul (1995), di Johannesburg (1997), delle Isole Canarie (2006), di Siviglia (2006) e a dOCUMENTA (1987, 2002). Numerose sono le mostre personali in importanti musei d’arte contemporanea internazionali, tra cui: New Museum of Contemporary Art di New York (1992); Whitechapel Art Gallery di Londra (1992); Pergamon Museum di Berlino (1992); Museum of Contemporary Art di Chicago (1992); Moderna Museet di Stoccolma (1994); MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma (2005); Fundación Telefónica di Santiago del Cile (2006); Museé Cantonal des Beaux-Arts di Losanna (2007); South London Gallery di Londra (2008); Hangar Bicocca e Spazio Oberdan di Milano (2008). In Italia ha realizzato tra il 2004 e il 2005 Trilogia di Gramsci, costituita da Cella infinita (Galleria Lia Rumma, Milano), Che cento fiori sboccino (MACRO, Roma), Le ceneri di Gramsci (Studio Stefania Miscetti, Roma). Ha ricevuto importanti premi come il Guggenheim Fellowship nel 1985, il MacArthur Award nel 2000, il Premio Extremadura a la Creación nel 2006.

© Riproduzione riservata

Lifestyle

Leonardo DiCaprio e Rihanna amore vero, spunta il tatuaggio

A quanto pare tra l’attore e la cantante sarebbe nato un amore, e adesso è in atto una sfida irresistibile

Lifestyle

Selena Gomez ha paura di Justin Bieber, ecco perché

Il rancore di Justin Bieber nei confronti di Selena Gomez la impaurisce, ecco tutto quello che c’è da sapere sugli ultimi risvolti tra i due ex

Entertainment

“Sono troppo in forma per lavorare”, la storia di Kamran Kam

Il 25enne inglese sta facendo parlare di sé per le sue affermazioni che di certo non possono passare inosservate. Leggiamo insieme.

Entertainment

Braccialetti Rossi 2 il nuovo indovinello, scopri la foto

Ennesimo rebus dalla fanpage Facebook ufficiale della fiction, scopriamo qualcosa in più

Entertainment

Uomini e Donne anticipazioni oggi 28 gennaio: Fabio commenta la scelta di Teresa!

Su Facebook ecco comparire il commento di Fabio Colloricchio, a poche ore dalla scelta di Teresa Cilia: la nuova registrazione di Uomini e Donne sarà ricca di colpi di scena!

Attualità

L’impressionante aggressione di alcuni militanti M5s nei confronti di Walter Rizzetto

Walter Rizzetto, deputato che ha da poco lasciato il M5s è stato aggredito mentre andava a incontrare Renzi a riguardo del Presidente della Repubblica

Tag

-->