John Taylor presenta il suo libro a Deejay Chiama Italia

“Nel ritmo del piacere. Amore, morte & Duran Duran” è il nuovo libro dello storico bassista dei Duran Duran che verrà raccontato dall’autore a Linus e Nicola Savino.

Con i Duran Duran, John Taylor ha prodotto alcune delle canzoni più belle e importanti della nostra epoca. Dai bagliori disco del singolo d’esordio, Planet Earth, fino al loro ultimo album “numero uno”, ALL YOU NEED IS NOW, i Duran Duran hanno sempre avuto il potere di far perdere la testa al mondo intero. Ne sa qualcosa l’Italia, che insieme a Inghilterra e Stati Uniti è il luogo in cui hanno venduto più dischi e contano il maggior numero di fedelissimi. A metà degli anni Ottanta la Duran Duran mania ha toccato, soprattutto nel nostro paese, livelli di isteria che non si vedevano dai tempi dei Beatles. E il fenomeno dura ancora oggi, come dimostra il clamoroso successo del tour italiano di questa estate. È stata una lunga corsa durata trent’anni, tutt’ora viva, frenetica, gloriosa. E per John, la corsa è stata selvaggia, emozionante e… pericolosa. Adesso, per la prima volta, racconta la sua incredibile storia. Un romanzo di sogni realizzati, di lezioni imparate e di demoni conquistati. Timido figlio unico, Nigel John Taylor non sembrava destinato allo stardom del pop e alle masse di ragazze sovraeccitate. Ma quando si disfò del suo primo nome e imbracciò un basso elettrico, tutto cambiò. John diede vita ai Duran Duran con il suo amico Nick Rhodes nell’estate del 1978, e i due furono presto raggiunti da Roger Taylor, poi Andy Taylor e infine Simon Le Bon. Tutti insieme, i magnifici cinque ottennero immediatamente un successo senza precedenti, le loro fotografie su milioni di pareti, ogni canzone un hit mondiale. In questa sincera, avvincente autobiografia, John rievoca i momenti più entusiasmanti della sua carriera: gli incontri con autentiche icone come David Bowie, Andy Warhol e persino James Bond, gli appuntamenti con le modelle di Vogue, le macchine veloci, il tutto vissuto mentre suonava e lavorava duro con la band che amava. Ma non dimentica i tormenti che lo condussero sull’orlo dell’autodistruzione, le dure lotte che ha dovuto affrontare prima di dare una svolta positiva alla sua esistenza. Stracolmo di ricordi ed emozioni, scritto con elegante ironia, profonda onestà e matura saggezza, Nel ritmo del piacere – edito Arcana – è insieme un prezioso documento storico e un profondo, commovente e dettagliato racconto di una vita vissuta oltre il limite.

La sua prima autobiografia e altro ancora, quello che oggi Taylor racconterà a Linus e Nicola Savino durante la consueta trasmissione di Radio Deejay, Deejay Chiama Italia. Il programma è visibile, contemporaneamente alla messa in onda, in streaming sul sito, ma non solo: lo si può guardare anche sul canale 9 del digitale terrestre e sul canale 145 di Sky. Viene inoltre replicato in versione “serale” dalle 22:30 su Deejay Tv.

© Riproduzione riservata

Attualità

È morto John Nash, il matematico che ha ispirato “A beautiful Mind”

Il celebre matematico è morto a 86 anni insieme alle moglie Alicia, 82 anni. La sua vita ha liberamente ispirato il film premio Oscar “A Beautiful Mind”

Entertainment

Le Tre Rose di Eva 3 anticipazioni: ecco perché Aurora potrebbe tornare

Nasce una piccola speranza per tutti i fan di Aurora di Le Tre Rose di Eva

Entertainment

Ardenzi indaga su Sabatini, Anticipazioni Squadra Mobile puntata 25 maggio

Roberto Ardenzi indaga su Claudio Sabatini che però sembra sempre precederlo di un passo. Il nostro eroe di Squadra Mobile scoprirà la verità?

Moda e Beauty

Chiara Nasti accende l’estate con i costumi di Cristel Carrisi

Chiara Nasti è la testimonial della collezione di costumi realizzati da Cristel Carrisi, colorati e molto trendy

Moda e Beauty

Dolce&Gabbana: la moda è amore

Invitati alla Saint Martin School di Londra, hanno tenuto una lezione su invito di Fabio Piras, direttore del master

Entertainment

Le tre rose di Eva 3 anticipazioni, Aurora/Anna Safroncik muore davvero?

Le tre rose di Eva 3 anticipazioni, Aurora/Anna Safroncik è morta davvero? Cerchiamo di capirci qualcosa

Tag

-->