Film, “Buona giornata”. L’Italia cialtrona dei Vanzina

Buona giornata, cinquantatreesimo film per il grande schermo firmato dalla premiata ditta  Vanzina. Il 30 marzo invaderà le sale italiane in 500 copie. Un cine-uovo, […]

Buona giornata, cinquantatreesimo film per il grande schermo firmato dalla premiata ditta  Vanzina. Il 30 marzo invaderà le sale italiane in 500 copie. Un cine-uovo, che come sorpresa propone un ritratto dell’Italia peggiore: quella dei bugiardi e dei politici corrotti, un’Italia dove i furbi se la cavano sempre e dove la svolta della vita la si cerca scartando pacchi in tv. E ridendo un po’ amaro, come nella migliore tradizione della commedia all’italiana, a cui Carlo ed Enrico Vanzina ritornano dividendo il film in episodi (come in tanti film scritti dal padre, Steno) e con un omaggio finale, una citazione ai Soliti Ignoti di Monicelli. Ecco allora le peripezie del nobile decaduto Christian De Sica, al ritorno coi Vanzina dopo 11 anni;  quelle del senatore inquisito Lino Banfi; ecco i tipi regionali: il romano Maurizio Mattioli, imprenditore; la manager siciliana trapiantata a Milano, Teresa Mannino; ecco il notaio napoletano Vincenzo Salemme e ancora il rappresentante pugliese Diego Abatantuono. Buona giornata è il racconto di 24 ore della loro vita.

 

L’idea del film ci è stata suggerita da un noto quotidiano che, nel suo supplemento settimanale, da tre o quattro anni, racconta una giornata italiana attraverso 83 scatti di importanti fotografi”, racconta  Carlo Vanzina, “si tratta di vicende serie o anche drammatiche, mentre noi volevamo narrare storie buffe, di quelle che non vanno a finire sulle pagine di un giornale”.

LA SINOSSI – Ascanio Gaetani Cavallini è un principe romano in disgrazia, che non vuole fare i conti con una nuova realtà fatta di miseria. Luigi Pinardi è un facoltoso notaio napoletano in rotta con la moglie, che decide, nel momento sbagliato, di provare la lussuria offerta da una escort. Poi c’è Cecco, uno scalmanato tifoso della Fiorentina, che rischia di perdere la fidanzata a causa della sua eccessiva scaramanzia. Leonardo Lo Bianco è uno di quei senatori corrotti, pronti a passare anche sul cadavere dei propri amici pur di non finire dietro le sbarre. Alberto Dominici è un arricchito palazzinaro romano, evasore convinto, che sta per ricevere una visita dalla Guardia di Finanza. Rosaria Miccichè è una manager siciliana trapiantata a Milano, incapace di vivere senza tecnologia. Quella tecnologia che il povero Romeo Telleschi, milanese che vive con la famiglia in Puglia, non riesce in nessun modo a vendere ai terroni con cui ha a che fare!

Abbiamo cercato di mettere insieme vari generiprosegue lo sceneggiatore Enrico Vanzina – nel film si passa dalla farsa napoletana al Marchese del Grillo… sino ad un Banfi anni Settanta e Ottanta, senza considerare Mattioli e Abatantuono, a dir poco sublimi. C’è poi la Mannino, che ha dovuto tenere a freno il suo straripante talento comico, per lasciare spazio alla sua grazia. È stato un lavoro che ha divertito anche noi, è venuta fuori una commedia semplice e onesta che vuole solo intrattenere. Ricorda alcuni film di Steno ad episodi, che iniziano così, un po’ in sordina con la voce di un narratore, per raggiungere alti picchi di comicità”.

© Riproduzione riservata

Entertainment

50 sfumature di grigio: le parole più cercate dopo il film

Sottomissione, dominare, legare, sculacciare, schiava, padrone e bondage sono solo alcune delle parole più cercate del momento dopo 50 sfumature di grigio

Moda e Beauty

Milano Fashion Week 2015, la sfilata Philisophy di Lorenzo Serafini

Philosophy di Lorenzo Serafini alla Milano Moda Donna – Lorenzo Serafini si presenta sulle passerelle milanesi come Direttore Creativo e propone la sua collezione autunno / inverno 2015 / 2016

Entertainment

Streaming Il Segreto – puntata domenica 1 marzo, Video Mediaset

Rivivi tutte le emozioni della puntata di domenica 1 marzo de “Il Segreto”, grazie all’esclusivo servizio streaming Video Mediaset

Moda e Beauty

Milano Fashion Week 2015 – la sfilata di Emporio Armani

Milano Fashion Week 2015 – la sfilata di Emporio Armani

Entertainment

Il Toro non si ferma più: col Napoli decide Glik. Tabellino e cronaca

I granata si mostrano più cinici e dopo la fatica europea centra un altro risultato positivo. Un Napoli timido torna a casa senza punti

Senza categoria

Braccialetti Rossi 2: streaming RAI REPLAY puntata 1 marzo

Ecco come rivedere in streaming la terza puntata di Braccialetti Rossi 2

Tag

-->