Mostre imperdibili. Omar Galliani e il suo tributo a Roma

“OMAR GALLIANI – Omar, Roma, Amor”- al Museo Bilotti (Aranciera di Villa Borghese -Roma), dal 16 marzo al 6 maggio 2012. L’esposizione è curata da […]

OMAR GALLIANI – Omar, Roma, Amor”- al Museo Bilotti (Aranciera di Villa Borghese -Roma), dal 16 marzo al 6 maggio 2012. L’esposizione è curata da Gabriele Simongini.  www.museocarlobilotti.it

 

Un omaggio a Roma reso con un gioco di anagrammi e restituito dall’artista emiliano attraverso un tributo alla sua eternità:  “Arrivato a questo punto felice della mia carriera, dopo le grandi mostre agli Uffizi e al Poldi Pezzoli e i riconoscimenti avuti nel mondo, avvertivo l’urgenza di ringraziare Roma. L’ho finalmente fattoafferma Galliani – concependo una unica grande tavola, un disegno persino esagerato (315 cm. per 400 cm.), realizzato interamente a matita su tavole di pioppo. E’ esagerato quanto è esagerata, assoluta, questa città. Per me Roma è la metropoli che più di ogni altra ha attraversato il tempo divorandolo e rigenerandolo, in un susseguirai di riti pagani o religiosi sempre mantenuti sul filo di un rasoio, affilato . Esistono oggi metropoli ben più allineate su skyline oceanici o Desert City al petrolio, in competizione tra loro per l’affermazione di un primato. Il primato di Roma non esiste in quanto non c’è partita o meglio manca la competizione in quanto Roma preferisce ” guardare” anziché correre! L’ha sempre fatto, dalle origini ad oggi. E’ su questo profilo che nasce ” Omar Roma Amor”, acrostico di 4 lettere che mi coinvolgono sul piano del mio nome, della mia storia con la città e oltre”.

LA LEI CHE GUARDA DALL’ALTO 

A raccontare idealmente Roma è “Lei” (così la chiama l’artista)  un soggetto immobile che guarda Roma dal Pincio: “La “Lei” è di spalle, ma si intuisce che punta lo sguardo sull’orizzonte di una notte romana piena di luci e bagliori. Dal cielo tra le stelle cadono “ossari ” e ” fiori”, di tempi diversi, vittorie e sconfitte, sacrifici innocenti o colpevoli, da Giulio Cesare a Pasolini, da Fred Buscaglione a Papa Wojtyla”. In mostra al Museo Bilotti oltre alla grande tavola, 25 disegni preparatori  e una selezione di disegni del ciclo “Notturno” . E poi altre 10 opere di grandi dimensioni che Galliani ha richiamato in Italia dalle città che sono state sedi di sue recenti esposizioni: Seoul, Buenos Aires, Shanghai, Il Cairo, Mosca, Montevideo, New Delhi, Pechino, Hong Kong, Saint Etienne… “Anche questa serie di opere, nella propria unicità, è un emblema. Il segno di stimolanti contaminazioni tra il cosmopolitismo di un disegno ” Italiano “, che in Roma e nel suo linguaggio “Classico” ha il fulcro, e gli stimoli che civiltà diverse mi hanno trasmesso. E’ una storia di unicità e di differenze. Ed è la mia storia di questi anni recenti di lavoro, impegnati soprattutto all’estero”. A completare il tutto i quaderni di viaggio in cui l’artista ha appuntato spunti iconografici, motivi, emozioni, man mano che gli venivano suggeriti dai diversi territori visitati.

Come scrive Simongini nel saggio in catalogo, “in qualche modo Galliani preleva e decontestualizza le grandi tradizioni del disegno rinascimentale, manierista ma anche simbolista, nelle loro varie sfumature, e le mette in cortocircuito con atmosfere vicine alla musica dark, con certo cinema (da Antonioni a Ridley Scott), con immagini tratte dalle riviste patinate (“Vogue”, “Harper’s Bazaar”,ecc.), con le inquietudini corporee della body-art e del post-human, dando vita ad un’opera ibrida ed intensa, con un’apertura a tutto campo che va ben oltre i consueti e pur altissimi riferimenti pittorici costantemente chiamati in causa (Correggio, Leonardo, ecc.) dagli esegeti della sua opera”.

Omar Galliani: Inremeabilis error, matita nera su carta giapponese + marmo, 1980. © Luca Trascinelli 2011

clicca sulla didascalia per visualizzare l'immagine ad alta risoluzione (300+ DPI) Omar Galliani: Inremeabilis error (part), matita nera su carta giapponese + marmo, 1980. © Luca Trascinelli 2011

Omar Galliani: Principium individuatinis. Matita nera su carta + marmo di Carrara,1978. © Luca Trascinelli 2011

Omar Galliani: Principium individuatinis. Matita nera su carta + marmo di Carrara,1978. © Luca Trascinelli 2011

Omar Galliani: Principium individuatinis (part). Matita nera su carta + marmo di Carrara,1978. © Luca Trascinelli 2011

Omar Galliani: Principium individuazionis (part). litografia su pietra + marmo,1978. © Luca Trascinelli 2011

Omar Galliani, Omar Roma Amor (part). © Luca Trascinelli 2011

Omar Galliani, Disegno Siamese, 2011, matita su tavola più incisione. © Luca Trascinelli 2011

© Riproduzione riservata

Entertainment

Il segreto ultime novità sulla puntata di questa sera 24 ottobre

Tra poco avrà inizio l’appuntamento serale con Il segreto, che cosa accadrà di nuovo a Puente Viejo? Ecco le nostre anticipazioni

Moda e Beauty

STREET STYLE UOMO

Scopri i must have per un perfetto street style uomo

Entertainment

Serie A: Sampdoria-Roma, Probabili formazioni, pronostico e ultime novità

Dopo il passo falso con il Bayern, la Roma è chiamata a rimediare nella trasferta di Genova con la Sampdoria

Entertainment

Frank Sivero, il Frankie Carbone di Quei bravi ragazzi chiede 250 mln ai Simpsons

L’attore che ha interpretato Frankie Carbone in Quei bravi ragazzi chiede 250 mln ai creatori dei Simpsons per Louie, il mafioso

Entertainment

Anticipazioni Il segreto puntata di sabato pomeriggio 25 ottobre

Stando alle anticipazioni de Il segreto, domani vedremo Ayala recarsi alla villa di Donna Francisca; Luis invece finge di voler lasciare Puente Viejo

Lifestyle

Dai video hot a hot dj – Paris Hilton e la sua nuova passione

La bionda ereditiera Paris Hilton ha lasciato la strada vecchia per la nuova: dai video hot ad hot dj

Tag