“Una donna e la terra” di Maria Capozzoli diventa un film

Un altro libro diventa un film. E’ il romanzo “Una donna e la terra” di Maria Capozzoli che, grazie al produttore Emanuele Leone e al […]

Un altro libro diventa un film. E’ il romanzo “Una donna e la terra” di Maria Capozzoli che, grazie al produttore Emanuele Leone e al sostegno della “Film Commission” della Regione Campania, verrà portato sul grande schermo dal regista salernitano Italo Sabetta. Nel cast della sua opera prima, che avrà la durata di un’ora e quaranta minuti, anche Marcello Arnone (nella foto), che per esempio ha lavorato al fianco di Carlo Verdone in “Il mio miglior nemico” del 2006 e “Grande, grosso e Verdone” del 2008.

  Le note del musicista Pietro Pisano accompagneranno gli spettatori alla scoperta delle vicende della famiglia di Mariuccia. Ormai ultraottantenne, è lei a raccontare alle nipoti la sua storia sin da quando, seconda di tre figli, ha sposato, ancora giovanissima, Lucido. Il periodo è quello tra i due conflitti mondiali. Nonostante la fatica del lavoro nei campi e nell’accudire gli animali, i primi anni del loro matrimonio furono felici, e allietati anche dall’arrivo di due figlie: prima Antonietta e poi Dorina. Ma le cose all’improvviso iniziarono a cambiare. La siccità, con conseguente carestia, e le malattie decimarono la popolazione del borgo di collina del sud d’Italia dove abitavano.

Il locale mondo contadino guardava all’America come alla terra promessa e così chi ne aveva la possibilità emigrò, mentre altri, come il marito della protagonista, si arruolarono come volontari e andarono a combattere in Spagna, attratti dalla paga. Toccò così alle compagne di questi uomini il compito di curare le radici delle comunità: presero in mano le redini di un’intera società, costruendone, pezzo a pezzo, identità, cultura e tradizioni.

Mariuccia, rimasta a casa da sola alla pari delle sue amiche, fu anche impegnata nella battaglia più difficile: quella della sopravvivenza. Orgogliosa e testarda, accettò malvolentieri il sostegno della sorella Rosa – coniugata, ma senza prole – e dei suoi genitori. Solo alla morte di quest’ultimi, la donna si arrese e disse sì all’aiuto di don Eugenio, personaggio arricchitosi sfruttando le difficoltà degli altri. Per lei la fase più nera dell’esistenza sembrò concludersi con il ritorno di Lucido, ma la vita le riserverà ancora il più grande dei dolori, da lei interpretato come la pena di una “colpa” mai confessata. Ma ora che la fine del suo cammino terreno le appare vicina, decide di svuotarsi di ogni ricordo consegnandone il peso alle nuove generazioni. (Marco Fornara)

© Riproduzione riservata

Entertainment

Buon Natale con Dakota Johnson – 10 scatti super-sexy dell’attrice di 50 sfumature di grigio – [foto]

Buongiorno a tutti voi fan di 50 sfumature di grigio.  Come ben saprete il film è pronto e uscirà al cinema fra soli pochi giorni. […]

Entertainment

Juventus vs Napoli 2-2 (7-8 d.c.r.), Supercoppa Italiana, highlights e video gol

Gli highlights e i video gol della Supercoppa Italiana, Juventus-Napoli, vinta dai campani dopo i calci di rigore.

Entertainment

Il Segreto Video Mediaset, puntata intera di oggi 22 dicembre

Ecco come rivedere in modo semplice la puntata di oggi de Il Segreto, in cui abbiamo assistito a numerose novità sia per Raimundo che per Aurora

Entertainment

Che Dio ci aiuti 2 replica 22 dicembre

La fiction Che Dio ci aiuti 2 torna in replica su Rai 1 questa sera, vediamo gli episodi che verranno proposti

Entertainment

Josè Mourinho: “Balotelli preferì andare al GP di Monza, anzichè venire a colloquio con me!

In un’intervista, Josè Mourinho, racconta di quando Mario Balotelli lo snobbò per andare ad assister al Gp di Formula 1 a Monza

Tag

-->