Nuovi tesori longobardi a Cividale

Nuove, splendide scoperte archeologiche a Cividale del Friuli. Indagini archeologiche preventive per lavori di urbanizzazione hanno portato alla luce circa trenta tombe di epoca longobarda, […]

Nuove, splendide scoperte archeologiche a Cividale del Friuli. Indagini archeologiche preventive per lavori di urbanizzazione hanno portato alla luce circa trenta tombe di epoca longobarda, maschili, femminili e di bambini alcune delle quali, purtroppo, già violate in passato, altre fortunatamente ancora integre, con tutti gli elementi tipici dei corredi germanici: guerrieri, deposti con lance, spade e coltelli, talora con borse in materiale deperibile al cui interno erano contenuti pettini, acciarini e qualche moneta, mentre le donne presentavano corredi altrettanto interessanti, composti da pettini e strumenti in ferro, nonché da altri tipi di offerte, costituite da vasi in ceramica deposti presso i piedi.

Particolarmente significativo è stato il rinvenimento di una delle tombe femminili nella quale è stata recuperata una splendida croce in lamina d’oro decorata a sbalzo, originariamente apposta su un velo che copriva il volto della defunta, fissato sui capelli con un ago di bronzo.

Le trenta tombe scoperte costituiscono un settore della ricca necropoli denominata “della Ferrovia”, una delle estese aree cimiteriali tra quelle disposte all’esterno delle mura romane di Cividale a nord del fiume Natisone, la cui esistenza era ben nota da tempo: alcuni rinvenimenti, infatti, effettuati tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento, avevano già condotto all’identificazione di sepolture attribuibili a personaggi di rango dell’aristocrazia longobarda nell’area.

Altre tombe erano state successivamente intercettate in questa stessa zona anche negli anni Sessanta del secolo scorso: tra gli oggetti rinvenuti, particolarmente significativo è un bacile bronzeo recante la traccia del piccone del rinvenitore, attualmente esposto al museo Nazionale di Cividale.

In seguito a queste scoperte, vicine e lontane nel tempo, un’ampia area a nord est del centro storico della bellissima cittadina friulana è da considerarsi a fortissimo rischio archeologico, motivo per cui la soprintendenza Archeologica del Friuli Venezia Giulia, di concerto con le autorità comunali di Cividale, ha  predisposto la sorveglianza agli scavi.

Il lavoro degli archeologi prosegue alacremente proprio per permettere il salvataggio e il recupero dei preziosi reperti longobardi che vengono quotidianamente trasferiti al museo. (Matteo Trucco)

© Riproduzione riservata

Attualità

Il sito di streaming Cineblog01 chiude, anzi no

Da qualche ora il sito Cineblog01, clickato da milioni per i suoi film in streaming pirata, non è più raggiungibile a causa del sequestro delle fiamme gialle ma basta poco per aggirare il problema

Entertainment

Recensione di “Lucy” di Luc Besson, Scarlett Johansson e Morgan Freeman

Dopo il deludente Cose Nostre – Malavita, Luc Besson torna ad entusiasmare il suo pubblico con un’ eroina di nome Lucy, interpretata da una super sexy Scarlett Johansson alla guida di una rivoluzione all’insegna della conoscenza

Senza categoria

Roxana Nesfintu, la modella coraggiosa: ” Mariacarla Boscono è bruttina”

Vede Mariacarla Boscono durante la Milano Fashion Week e afferma “Ha l’aria âgée, gli occhi distanti l’uno dall’altro e urla al telefono!” Roxana Nesfintu, la modella che sogna di diventare una stilista.

Lifestyle

iPhone 6 e iPhone 6 Plus, ordinali ora sull’Apple Store!

A tre giorni dal day one italiano partono ufficialmente le prenotazioni di iPhone 6 e iPhone 6 Plus sull’Apple Store Online, che vi daranno diritto a ricevere un ticket tramite Reservation Pass per saltare le code nei negozi convenzionati

Lifestyle

Adolfo Valente “Basta con le lamentele sul digitale, adeguatevi!”

Il fotografo di Treviso Adolfo Valente si toglie qualche sassolino dalla scarpa

Entertainment

Streaming video replica puntata di oggi de Il segreto

Nella puntata di oggi pomeriggio della telenovela di Canale 5 Il segreto abbiamo visto Maria tornare alla villa e confessare il suo amore per Don Gonzalo

Tag