Settimana in tv. In & out

IL NAUFRAGIO DELLA CONCORDIA COME AVETRANA  OUT La nave Concordia, il suo naufragio, i suoi protagonisti (in positivo e in negativo), i suoi sopravvissuti, i […]

IL NAUFRAGIO DELLA CONCORDIA COME AVETRANA  OUT

La nave Concordia, il suo naufragio, i suoi protagonisti (in positivo e in negativo), i suoi sopravvissuti, i dispersi, molto meno i deceduti, sono diventati il menù principale – se non unico – dei contenitori, talk show, programmi della televisione generalista nel corso dell’intera settimana. La modalità è stata l’unica che la televisione generalista sembra conoscere – Avetrana e il caso di Sarah Scazzi hanno fatto negativamente scuola – ovvero quello della bulimia, dell’eccesso, della saturazione. I sopravvissuti naufraghi (l’esempio di Francesca Rettondini su tutti, ndr) hanno traslocato da un programma all’altro, talvolta cambiando anche le versioni dei racconti. La Rai non è voluta mancare nel genere “moltiplicazione” e mercoledì in prima serata per almeno un’ora sia Chi l’ha Visto che Porta a Porta se ne sono occupati. Troppo. La tv, che si ciba di racconto/i, ogni giorno ha trovato – da questa vicenda che francamente ha del surreale- un nuovo protagonista da indagare e inseguire. Primo fra tutti il cattivo per eccellenza, Capitan Schettino, poi il mentore – eroe il Comandante De Falco, per finire con “la moldava” (che pare essersi intrattenuta con il capitano, ndr). Da reality a soap opera. Una domanda – spesso ripetuta dai giornalisti ai sopravvissuti – vorremmo davvero non sentire più è questa “Ha provato paura?”. La risposta di un naufrago “Secondo lei?…”. Appunto.

ONCE UPON A TIME – C’ERA UNA VOLTA  –   IN

Serie statunitense di Abc appena partita su Fox (martedì ore 21.00) che come si evince dal titolo rievoca il mondo delle favole, con l’assunto che le favole sono vere e i personaggi vivono tra noi, ai tempi nostri. L’unico a sapere questa verità è un bambino adottato, Henry che conosce tutto attraverso un grosso libro delle favole. Scrittura accattivante, viaggio suggestivo ed emozionante tra passato favolistico e presente arido di speranze (sempre però possibili): un prodotto che dai primi due episodi non dà tregua, “incolla” come si dice in gergo. Da vedere con il dubbio tensivo che aleggia in ogni singola scena: il bene trionferà sul male? Attori azzeccatissimi, il bambino (Jared Gilmore) è eccezionale.

L’INTERVISTA DI FRANCA A LEOSINI A SOTER MULE’ – COINVOLTO IN UN GIOCO EROTICO  CHE E’ COSTATO LA VITA A UNA RAGAZZA –  IN

Franca Leosini parla di bondage, di sesso estremo e lo fa con un’eleganza, una proprietà di linguaggio, uno studio del caso che dovrebbero essere presi ad esempio da chiunque voglia o debba occuparsi di cronaca nera. L’inquadratura buia con corde sullo sfondo ricordava molto l’imitazione-parodia di Paola Cortellesi. Si stentava quasi a capire quale fosse quella vera. A parte queste note di scenografia – un po’ eccessiva- l’intervista, la preparazione e la modalità di porre le domande sono state ineccepibili. E’ il come si racconta che fa la differenza, non il cosa.

© Riproduzione riservata

Entertainment

Uomini e Donne anticipazioni 22 novembre Tono Classico e Trono Over

Uomini e Donne oggi non verrà trasmesso ma tornerà in onda lunedì pomeriggio su Canale 5 dalle 14:45 con una nuova puntata del Trono Over o del Trono Classico con le esterne di Andrea Cerioli, Jonas Bermi e Teresa Cilia registrata ieri pomeriggio

Entertainment

Il segreto Video Mediaset, puntata intera di ieri sera 21 novembre

Rivedi qui l’incredibile appuntamento serale di ieri con Il segreto: Maria e Gonzalo hanno passato del tempo insieme, mentre Alfonso ha scoperto il segreto di Raimundo

Lifestyle

Chiara Biasi single, l’indizio su Instagram tra una FOTO HOT e l’altra

Dopo la fine della sua storia con Oscar Branzani, forse le cose con Fabio Borriello non stanno andando troppo bene

Entertainment

Film al cinema nel weekend: Hunger Games – Il canto della rivolta, Scusate se esisto e Godard in 3D

Weekend al cinema con Jennifer Lawrence in Hunger Games, la coppia gay Marco Bocci, Raoul Bova in Scusate se esisto e Adieau au langage di Godard, in 3D

Entertainment

Enzo Iacchetti ludopatico? Mai speso un centesimo in scommesse, e si scaglia contro alcuni giornalisti

Rettifica via Facebook quanto pubblicato da qualcuno, che scambia le sue scommesse sul talento per scommesse da gioco

Entertainment

Francesco Facchinetti ai suoi fan: “Non ho un talento in qualche cosa, ma non ho mai smesso di sognare”

Fa autocritica dichiarandosi mediocre, ma invita tutti i suoi social seguaci a non perdere mai la speranza

Tag

-->