La settimana in tv. Promossi e bocciati

IL NAUFRAGIO DELLA CONCORDIA COME AVETRANA  OUT La nave Concordia, il suo naufragio, i suoi protagonisti (in positivo e in negativo), i suoi sopravvissuti, i […]

IL NAUFRAGIO DELLA CONCORDIA COME AVETRANA  OUT

La nave Concordia, il suo naufragio, i suoi protagonisti (in positivo e in negativo), i suoi sopravvissuti, i dispersi, molto meno i deceduti, sono diventati il menù principale – se non unico – dei contenitori, talk show, programmi della televisione generalista nel corso dell’intera settimana. La modalità è stata l’unica che la televisione generalista sembra conoscere – Avetrana e il caso di Sarah Scazzi hanno fatto negativamente scuola – ovvero quello della bulimia, dell’eccesso, della saturazione. I sopravvissuti naufraghi (l’esempio di Francesca Rettondini su tutti, ndr) hanno traslocato da un programma all’altro, talvolta cambiando anche le versioni dei racconti. La Rai non è voluta mancare nel genere “moltiplicazione” e mercoledì in prima serata per almeno un’ora sia Chi l’ha Visto che Porta a Porta se ne sono occupati. Troppo. La tv, che si ciba di racconto/i, ogni giorno ha trovato – da questa vicenda che francamente ha del surreale- un nuovo protagonista da indagare e inseguire. Primo fra tutti il cattivo per eccellenza, Capitan Schettino, poi il mentore – eroe il Comandante De Falco, per finire con “la moldava” (che pare essersi intrattenuta con il capitano, ndr). Da reality a soap opera. Una domanda – spesso ripetuta dai giornalisti ai sopravvissuti – vorremmo davvero non sentire più è questa “Ha provato paura?”. La risposta di un naufrago “Secondo lei?…”. Appunto.

 

ONCE UPON A TIME – C’ERA UNA VOLTA  –   IN

Serie statunitense di Abc appena partita su Fox (martedì ore 21.00) che come si evince dal titolo rievoca il mondo delle favole, con l’assunto che le favole sono vere e i personaggi vivono tra noi, ai tempi nostri. L’unico a sapere questa verità è un bambino adottato, Henry che conosce tutto attraverso un grosso libro delle favole. Scrittura accattivante, viaggio suggestivo ed emozionante tra passato favolistico e presente arido di speranze (sempre però possibili): un prodotto che dai primi due episodi non dà tregua, “incolla” come si dice in gergo. Da vedere con il dubbio tensivo che aleggia in ogni singola scena: il bene trionferà sul male? Attori azzeccatissimi, il bambino (Jared Gilmore) è eccezionale.

 

L’INTERVISTA DI FRANCA A LEOSINI A SOTER MULE’ – COINVOLTO IN UN GIOCO EROTICO  CHE E’ COSTATO LA VITA A UNA RAGAZZA –  IN

Franca Leosini parla di bondage, di sesso estremo e lo fa con un’eleganza, una proprietà di linguaggio, uno studio del caso che dovrebbero essere presi ad esempio da chiunque voglia o debba occuparsi di cronaca nera. L’inquadratura buia con corde sullo sfondo ricordava molto l’imitazione-parodia di Paola Cortellesi. Si stentava quasi a capire quale fosse quella vera. A parte queste note di scenografia – un po’ eccessiva- l’intervista, la preparazione e la modalità di porre le domande sono state ineccepibili. E’ il come si racconta che fa la differenza, non il cosa. (Erika Brenna)

© Riproduzione riservata

Entertainment

The Walking Dead 5: Ross Marquand nei panni di Aaron?

Le prime anticipazioni sulla quinta stagione zombie

Entertainment

Francesca Cavallin al nono mese

L’attrice di “Un’altra vita” sarà mamma per la seconda volta

Entertainment

Giancarlo Magalli re di internet: dice la sua da Simona Ventura

Cerca di spiegare la sua improvvisa scalata nel mondo del web

Entertainment

Fabrizio Bracconeri contro Matteo Renzi: “Comincia a guardarti intorno”

Minacce social verso il Premier per la questione disabili

Entertainment

David Beckham, la figlia Harper: “Papà, sei cicciotto!”

L’ex calciatore racconta il curioso aneddoto accaduto qualche giorno fa

Entertainment

Star Wars – Tutte le date dei prossimi film, spin off compresi

Il calendario ufficiale delle uscite di Star Wars, da qui al 2019

Tag

-->