Daniem Hirst, a Roma i suoi “Spot”

Damien Hirst, questo è anche il suo anno. L’ex ragazzo prodigio dell’arte britannica, che si prepara in patria a essere protagonista delle mostre per le […]

Damien Hirst, questo è anche il suo anno. L’ex ragazzo prodigio dell’arte britannica, che si prepara in patria a essere protagonista delle mostre per le “olimpiadi culturali” grazie alla grande retrospettiva in programma alla Tate Modern dal 4 aprile (leggi articolo) è pronto a battere  ogni record  con le undici mostre a lui dedicate che si terranno contemporaneamente nelle Gagosian Gallery (www.gagosian.com) del globo dal 12 gennaio: da Parigi a Londra, da New York a Los Angeles passando ovviamente per Roma;  titolo della super-esposizione  “Damien Hirst: Spot The Complete Paintings 1986-2011” al centro dei riflettori i celebri Spot Paintings, il primo dei quali realizzato nel 1986, un universo a pois diventato ossessione per il pioniere della “BritArt”, espressioni minimaliste degli elementi fondamentali di una foto che pure sembrano fortemente contrastare con l’altro Hirst, quello “barocco” e ridondante di opere come il cranio incrostato di diamanti. “Sono da sempre un colorista, ho sempre amato profondamente il colore… voglio dire, lascio che il colore faccia il suo corso. Ecco quindi da dove nascono gli spot paintings – comporre la struttura che crea quei colori, e poi non pensarci più. Improvvisamente ho ottenuto ciò che volevo. Era semplicemente un modo per immortalare la gioia del colore“, dice Hirst.

Tuttavia, un pezzo della serie “spot” non sarà in mostra, gli assistenti vi stanno ancora lavorando. Si tratta di un lavoro sarà composto da un milione di punti colorati che richiederà nove anni per essere completato. L’evento è stato reso possibile da diverse istituzioni, che hanno accettato di concedere in prestito i loro dipinti della serie il cui valore sul mercato va dai 100mila a 1,7milioni di dollari.

Dunque meno della metà delle opere sarà in vendita. Con l’esposizione alla Gagosian di Roma, per Hirst è il secondo ritorno in Italia nel giro di un anno, dopo la mostra a Firenze dei mesi scorsi del famoso teschio For the Love of God.

© Riproduzione riservata

Entertainment

Jamie Dornan, in nomination con The Fall al premio di Monte-Carlo

Dopo il film “50 sfumature di grigio”, Jamie Dornan torna nella serie tv “The Fall” candidata al Golden Nymph Award 2015 di Monte-Carlo

Entertainment

50 sfumature di nero, il regista di Twilight al posto di S. T. Johnson

David Slade sembra essersi candidato per il ruolo di regista nel film 50 sfumature di nero, dopo il successo del terzo film della saga Twilight, “Eclipse”

Entertainment

Squadra Mobile Video Mediaset: streaming seconda puntata 27 aprile

Ecco come rivedere in streaming su Video Mediaset la seconda puntata di Squadra Mobile

Moda e Beauty

Un anello per salvare i bambini

Bulgari rinnova il suo impegno sociale per la raccolta di fondi a favore dei bambini coinvolti in disastri naturali e guerre

Entertainment

Il Segreto Video Mediaset, puntata intera di oggi 27 aprile – Anticipazioni e info streaming

Ecco le ultime anticipazioni della puntata di oggi de Il Segreto e il link per rivederla in streaming online

Moda e Beauty

Renzo Piano crea e firma una borsa che sembra un edificio

L’architetto ha realizzato l’accessorio per Max Mara in soli 250 esemplari, per il party di inaugurazione del Whitney Museum di New York

Tag

-->