Documentari da Oscar, Senna escluso eccellente

Nei giorni scorsi l’Academy ha reso nota la lista dei documentari che concorreranno alla nomination per gli Oscar 2012. Tra esclusioni eccellenti e sorprese, dei […]

Nei giorni scorsi l’Academy ha reso nota la lista dei documentari che concorreranno alla nomination per gli Oscar 2012. Tra esclusioni eccellenti e sorprese, dei 124 titoli presentati ne sono stati scelti 15, tra questi solo cinque otterranno la candidatura ufficiale e saranno resi noti all’annuncio di tutte le nomination, il prossimo 24 gennaio.

Ha fatto discutere l’esclusione di alcuni titoli osannati dalla critica, come il documentario sul campione della Formula Uno Ayrton Senna, di Asif Kapadia che ha vinto un premio al Sundance Film Festival; e poi The Interrupters di Steve James, che segue le vicende di un gruppo di ex gangster che cercano di prevenire la violenza a Chicago, e ancora un escluso eccellente è certo, Into the Abyss, il documentario di Werner Herzog girato nel braccio della morte.

Tra loro gli ammessi ci sono invece Pina, di Wim Wenders film in 3D sulla coreografa tedesca Pina Bausch, già chiamato a rappresentare la Germania per la categoria del miglior film straniero; c’è il lavoro di James Marsh  Project Nim, che racconta la storia di uno scimpanzé cresciuto come un essere umano da alcuni scienziati nel 1970 a New York, e ancora We where here di David Weissman e Bill Weber pellicola sui primi anni della crisi Aids a San Francisco.

Molto gettonati i temi di guerra, con tre film selezionati: Hell and Back Again, Semper Fi: Always Faithful e Under fire: journalists in combat. In lista anche una biopic del cantante e attivista Harry Belafonte (Sing Your Song), la storia di una squadra di football americano (Undefeated) e Paradise Lost 3: Purgatory, la terza parte di una serie di film su una gang di Memphis.

 

© Riproduzione riservata

Entertainment

Valerio Scanu e il caratteraccio: colpa della sincerità

Si definisce tranquillo, ma non riesce a stare zitto di fronte agli attacchi. Isola dei famosi in vista?

Entertainment

Heather Parisi fuggita in Cina? Calunnie che ancora oggi la rattristano

Cina scelta per esigenze del marito, e per il futuro dei suoi tre figli. Ricorda quando soffriva di bulimia

Lifestyle

Le fotografie di Harry McNally, tra favola e realtà

Quando le favole si uniscono alla vita reale – nasce la serie del fotografo newyorkese Harry McNally “Moments like these”

Moda e Beauty

Look di Capodanno: paillettes

Look di Capodanno: paillettes

Entertainment

The Interview – Interviene Obama “La Sony ha sbagliato”

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama è voluto intervenire in merito alla questione Sony-Corea del Nord

Lifestyle

Belen “Natale con Stefano e Santiago”, altro che crisi

Nessuna crisi tra Belen Rodriguez e Stefano De Martino che programmano il Natale e una fuga al caldo insieme

Tag

-->