Il re leone torna a ruggire

Nella sua nuova vita in 3D Il re leone è tornato da conquistatore.  Negli Stati Uniti la ripresa del classico Disney del ’94 ha sorpreso […]

Nella sua nuova vita in 3D Il re leone è tornato da conquistatore.  Negli Stati Uniti la ripresa del classico Disney del ’94 ha sorpreso gli stessi produttori, incassando nelle prime settimane 100milioni dollari. Un successo definito dalla stampa americana una delle più entusiasmanti sorprese dell’anno cinematografico. Il segreto? La poesia, ma non solo.

Dopo la presentazione, l’altro ieri, al festival del Film di Roma, il film che ha contribuito fortemente alla rinascita del genere di animazione dei Walt Disney Studios, (negli Stati Uniti occupa ancora il primo posto in classifica fra tutti i film animati disegnati manualmente), sarà nelle sale italiane a partire da venerdì 11, mentre per Natale lo si potrà trovare nella versione domestica in Blu Ray.

 

Probabilmente anche i bambini di oggi conoscono la storia di Simba e di suo padre, non a caso tra i vari record collezionati in questi 17 anni di vita c’è quello di essere ancora ai vertici dell’ home entertainment. Una musica da Oscar (Hans Zimmer per la colonna sonora ed Elton John e Tim Rice per la canzone“Can You Feel the Love Tonight”) e soprattutto una storia che sembra uscita da una tragedia classica ma che include di tenerezza e sentimenti ed è ravvivata da un certo umorismo completano una delle migliori animazioni – disegno maturo, scenari strepitosi, caratteri perfettamente plasmati –  mai uscite da casa Disney.

“‘Il re leone’ è essenzialmente una storia d’amore fra padre e figlio”, dice il produttore, Don Hahn, attualmente impegnato con Tim Burton nella lavorazione di  “Frankenweenie”, film che riprende un corto di Burton degli anni ‘80 “Racconta il momento nella vita in cui ti rendi conto che tuo padre ti sta trasmettendo la sua saggezza e la sua esperienza. E’ il cerchio della vita. Prima o poi tutti diventano adulti. Raccogliamo l’eredità morale di chi ha vissuto prima di noi per crescere a nostra volta e fare esperienza”.

 

Simba, vivace cucciolo di leone “non vede l’ora di diventare re”. Ma il suo invidioso zio Scar, che desidera ascendere al trono al suo posto, riuscirà ad esiliarlo dal regno. Solo e alla deriva, Simba incontra una simpatica mangusta di nome Timon e cordiale facocero Pumbaa. Adottando il loro stile di vita spensierato, ispirato al motto di “Hakuna Matata”, Simba dimentica il suo ruolo e le sue responsabilità, fino a quando non decide di affrontare il suo destino e tornare alla Terra del Branco per rivendicare il suo posto nel Cerchio della Vita.

Il Re Leone è prodotto da Hahn e diretto da Roger Allers e Rob Minkoff, da un copione di Irene Mecchi, Jonathan Roberts e Linda Woolverton.

 

I SEGRETI DELLA CONVERSIONE IN 3D

Il 3D migliora la storia”, afferma lo stereografo del 3D Robert Neuman. “Viene inserito in un film come si fa con la colonna sonora, la cui funzione è quella di arricchire il film e di sottolinearne il contenuto emotivo”.

Ogni singola immagine è stata studiata per massimizzare l’effetto della profondità,sotto la guida di produttore e registi, una squadra di oltre 60 artisti esperti di 3D s’è occupata dei diversi aspetti: luce, layout, effetti, software. La nuova dimensione de Il Re Leone, è nata rielaborando con i file CAPS originali (il  software del compositing) per stabilire il grado di profondità necessaria a creare la tridimensionalità delle immagini. Supervisionando ogni fase, Neuman ha creato il copione per il film in 3D, su cui erano indicati i livelli di profondità di ogni strato aggiunto per creare gli effetti 3D. Alcune scene presentano oltre 100 immagini composte da più livelli, costituite da diversi elementi e da studi e bozzetti, ma il materiale originale era già molto ricco e ha consentito agli artisti di fare emergere il 3D in tutto il suo spessore e in tutti i suoi dettagli.

L’intero processo di conversione ha richiesto quattro mesi, un tempo breve considerando la complessità delle immagini e la varietà di personaggi che compaiono nel film. Da rimarcare, infine, la qualità immagini in formato 7.1/3D di Terry Porter che proiettano lo spettatore nel mezzo della savana.

 

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

Entertainment

13 pop star: Primo album VS Adesso

Come sono cambiate alcune tra le più famose pop star della musica internazionale dal loro primo album ad oggi?

Entertainment

Il Bosco, Giulia Michelini torna in tv a partire da dicembre

La mini serie tv Mediaset andrà in onda su Canale 5 con Giulia Michelini, Claudio Gioè e Andrea Sartoretti

Entertainment

Fedez a XFactor la lite con Morgan e il dito medio [VIDEO]

Fedez ieri sera a XFactor in veste di giudice ha avuto un’acceso diverbio con Morgan a causa dell’eliminazione dei Komminuet

Lifestyle

Celebrità prima e dopo, dal Liceo a oggi, come sono cambiate

Una raccolta di foto di celebrità, da quando erano al Liceo, tra apparecchio e brufoli, ad oggi, bellissime e perfette

Entertainment

Il Segreto cambia orario: questa settimana due appuntamenti serali! Anticipazioni

Se la delusione per i continui cambi di orario nella messa in onda de Il Segreto hanno spesso infastidito i fan, questa volta c’è almeno una bella notizia: in settimana ci aspettano due puntate serali con la soap che narra le avventure di Maria e Gonzalo

Entertainment

Uomini e Donne – Anna Munafò smentisce il ritocco e sarà tronista nel Trono Classico a Gennaio

Anna Munafò ex tronista del Trono Classico di Uomini e Donne ha smentito le voci inerenti al suo ritocco alle labbra ma sembra che voglia tacere riguardo alle indiscrezioni sulla sua partecipazione per la stagione 2015 nel format condotto da Maria De Filippi

Tag

-->