Palestina nell’Unesco. In difesa anche della cristianità

E’ fuori dubbio che l’ingresso della Palestina nell’Unesco sia un atto dal significato profondamente politico. Ed è per questo che il mondo s’è spaccato, col […]

E’ fuori dubbio che l’ingresso della Palestina nell’Unesco sia un atto dal significato profondamente politico. Ed è per questo che il mondo s’è spaccato, col “No” degli Usa e d’Israele, il “Sì” di questi tutta l’America Latina,  e – tra gli altri –  di alcuni stati europei, tra cui Francia e Russia. L’Italia? Astenuta, tanto per non dispiacere nessuno o dispiacere tutti, vedete voi. Al di là delle geopolitiche e delle convenienze c’è da considerare il significato letterale della decisione assunta oggi dall’assemblea generale Unesco, il fatto cioè che l’organismo delle Nazioni unite chiamato a tutelare la cultura abbia la possibilità di occuparsi anche della basilica della Natività di Betlemme. Cosa che non dovrebbe far dispiacere tutti coloro che amano mettere nelle prefazioni delle loro campagne elettorali frasi tipo “è doveroso riconoscere le radici cristiane dell’Occidente”. Bene, le radici cristiane sono là, dove sennò? Queste persone oggi dovrebbero festeggiare. Dubitiamo che ciò avvenga.

L’Unesco non aveva potuto inserire nell’elenco dei beni patrimonio dell’umanità quella chiesa del IV secolo dove storia vuole sia nato Cristo, questo perché la Palestina non è uno stato membro delle Nazioni Unite, dunque la candidatura – pure avanzata dall’Autorità palestinese – non poteva essere presa in esame. Regolamento vuole che solo gli stati sovrani riconosciuti dall’ONU possono avanzare nomine per l’ingresso nell’elenco dei beni a tutela Unesco. Non è chiaro ora se l’ingresso della Palestina tra i membri dell’organismo possa essere sufficiente ad avanzare una nuova candidatura, ma sarebbe contraddittorio il contrario.  

© Riproduzione riservata

Lifestyle

La nave con la cabina più costosa e grande al mondo

La nave con la cabina più costosa e grande al mondo – € 4.300,00 a notte per 360 mq. godendo di lavanderia privata, autista personale, spa interna, sauna, bagno turco, veranda

Entertainment

Silvio Muccino e la lite con Gabriele: ‘Parlarne in pubblico mi fa orrore’

L’attore risponde ad una recente intervista del fratello a cui chiede di lasciare che la vicenda rimanga nel privato

Entertainment

Nina Sodano 5 anni di convivenza

L’attrice è nota per la soap Un posto al sole

Entertainment

La crisi tra Clooney e Amal tra prove e smentite

Problemi in paradiso per George Clooney e la sua sposa Amal Alamuddin? Il matrimonio da sogno di uno dei più famosi attori di Hollywood potrebbere essere già vicino alla fine. Tutte le novità direttamente dagli States

Lifestyle

I Simpson ricordano Auschwitz, le immagini del designer Palombo

Il designer AlexSandro Palombo ricorda con delle vignette sui Simpson il Giorno della Memoria

Lifestyle

Come sono fatte le patatine fritte di McDonald’s? Arriva la risposta della catena di fast food

McDonald’s Italia ha risposto alle nostre domande e ci svela come in Italia vengono fatte le buonissime patatine fritte che mangiamo nei ristoranti della catena.

Tag

-->