Palestina nell’Unesco. In difesa anche della cristianità

E’ fuori dubbio che l’ingresso della Palestina nell’Unesco sia un atto dal significato profondamente politico. Ed è per questo che il mondo s’è spaccato, col […]

E’ fuori dubbio che l’ingresso della Palestina nell’Unesco sia un atto dal significato profondamente politico. Ed è per questo che il mondo s’è spaccato, col “No” degli Usa e d’Israele, il “Sì” di questi tutta l’America Latina,  e – tra gli altri –  di alcuni stati europei, tra cui Francia e Russia. L’Italia? Astenuta, tanto per non dispiacere nessuno o dispiacere tutti, vedete voi. Al di là delle geopolitiche e delle convenienze c’è da considerare il significato letterale della decisione assunta oggi dall’assemblea generale Unesco, il fatto cioè che l’organismo delle Nazioni unite chiamato a tutelare la cultura abbia la possibilità di occuparsi anche della basilica della Natività di Betlemme. Cosa che non dovrebbe far dispiacere tutti coloro che amano mettere nelle prefazioni delle loro campagne elettorali frasi tipo “è doveroso riconoscere le radici cristiane dell’Occidente”. Bene, le radici cristiane sono là, dove sennò? Queste persone oggi dovrebbero festeggiare. Dubitiamo che ciò avvenga.

L’Unesco non aveva potuto inserire nell’elenco dei beni patrimonio dell’umanità quella chiesa del IV secolo dove storia vuole sia nato Cristo, questo perché la Palestina non è uno stato membro delle Nazioni Unite, dunque la candidatura – pure avanzata dall’Autorità palestinese – non poteva essere presa in esame. Regolamento vuole che solo gli stati sovrani riconosciuti dall’ONU possono avanzare nomine per l’ingresso nell’elenco dei beni a tutela Unesco. Non è chiaro ora se l’ingresso della Palestina tra i membri dell’organismo possa essere sufficiente ad avanzare una nuova candidatura, ma sarebbe contraddittorio il contrario.  

© Riproduzione riservata

Entertainment

Il Segreto anticipazioni febbraio 2016: il mistero della foto di Pepa

Nelle puntate dei primi di febbraio de Il Segreto vedremo Mariana trovare una misterioso foto identica a Pepa. Sarà davvero lei?

Entertainment

Jamie Dornan, l’uomo più sexy dell’anno – [immagini]

Jamie Dornan è stato eletto, da Grazie, l’uomo più sexy dell’anno, sorpassando anche Brad Pitt e Ian Somerhalder di The Vampire Diaries

Entertainment

Anticipazioni Il Segreto gennaio 2016: la nuova nemica di Mariana

Le anticipazioni del Segreto di gennaio ci rivelano che Mariana sarà ricattata da una donna, di chi si tratta?

Entertainment

Il Segreto puntate spagnole: il nuovo amore di Emilia dopo Alfonso

Nelle puntate spagnole de Il Segreto vedremo Emilia con un nuovo amore, di chi si tratta?

Entertainment

50 sfumature di grigio al premio “Critic’s Choice” di Santa Monica

Ecco che il film ispirato al primo libro della saga erotica di E. L. James, 50 sfumature di grigio, è stato candidato come possibile vincitore del premio “Critic’s Choice” di Santa Monica per la miglior musica

Entertainment

Rita Ora, il sexy calendario 2016 è in vendita – [immagini]

Ecco l’anteprima del mese di gennaio del calendario 2016 di Rita Ora, il più sexy

Tag

-->