Napoli, John Henderson alla T293

NAPOLI – John Henderson, ‘The man I wanted to marry before I found out about sex’ 28 ottobre – 22 dicembre alla T293 (via Tribunali […]

NAPOLI – John Henderson, ‘The man I wanted to marry before I found out about sex’ 28 ottobre – 22 dicembre alla T293 (via Tribunali 293, Napoli www.t293.it )

Per la sua prima personale presso la sede napoletana della T293, John Henderson presenta una selezione di lavori che riconfigurano e prendono in considerazione vari momenti della storia dell’arte insieme ad alcuni precedenti della sua stessa pratica artistica.

L’autocoscienza è alla base di gran parte del lavoro di Henderson, che  sembra inseguire non solo le strutture cardine della storia dell’arte ma anche le azioni che lui stesso compie all’interno del suo studio. La diretta fisicità delle performances in studio di Henderson si rifrange in oggetti muti e in immagini che elaborano e mettono in discussione questioni legate alla proprietà intellettuale, all’originalità e alla riproducibilità.

Fanno parte della mostra alcuni lavori tratti da una serie di fusioni in metallo di dipinti, veri e propri surrogati scultorei degli originali di Henderson, riprodotti in bronzo ed alluminio grazie alla tecnica della fusione a cera persa. I dipinti originali vengono poi distrutti e le repliche in metallo restano come una sorta di documentazione o traccia visiva. Una nuova serie di lavori in mostra dal titolo ‘Recasts’, è invece composta da gruppi di pannelli dipinti che fanno eco alla metallica lucentezza dei calchi, un po’ come se si trattasse di versioni false o contraffatte degli stessi calchi.

Sospesi in strette griglie verticali, i singoli dipinti divisi in gruppi cedono a una serialità scultorea e ad un’irreggimentazione minimalista che spinge le qualità peculiari di ogni pannello in un unico campo espressivo.

‘Backdrop, Flipped and Cornered’, il lavoro in mostra di più ampie dimensioni, è un fondale in stoffa su cui è stampata in digitale un’immagine fotografica ispirata al video di Henderson ‘Cleanings’ in cui l’artista è ripreso mentre lava un angolo di pavimento del suo studio. Non si tratta di un vero fotogramma del video, ma piuttosto di una rimessa in scena. Henderson è di nuovo ritratto con uno spazzolone in mano, tuttavia l’orientamento dell’immagine è cambiato: il fondale è appeso al contrario e l’azione pittorica, nel video rivolta al pavimento, è ora relegata al soffitto.

Due video e un gruppo di fotografie in bianco e nero utilizzano ugualmente lo studio come palcoscenico e scenografia all’interno della quale l’attività di Henderson diventa una performance reinterpretata attraverso una lente critica.

Nell’intera mostra, sia che si tratti di pittura, scultura, fotografia o video, Henderson compie un’analisi retrospettiva, assumendo una posizione dove ogni nuova espressione è legata ad un’altra precedente. John Henderson (nato nel 1984) attualmente vive e lavora a Chicago. Tra le più recenti personali vanno segnalate una mostra al Museum of Contemporary Art di Chicago, ed una presentazione ad abc – Art Berlin Contemporary.

 

© Riproduzione riservata

Entertainment

Valerio Scanu e il caratteraccio: colpa della sincerità

Si definisce tranquillo, ma non riesce a stare zitto di fronte agli attacchi. Isola dei famosi in vista?

Entertainment

Heather Parisi fuggita in Cina? Calunnie che ancora oggi la rattristano

Cina scelta per esigenze del marito, e per il futuro dei suoi tre figli. Ricorda quando soffriva di bulimia

Lifestyle

Le fotografie di Harry McNally, tra favola e realtà

Quando le favole si uniscono alla vita reale – nasce la serie del fotografo newyorkese Harry McNally “Moments like these”

Moda e Beauty

Look di Capodanno: paillettes

Look di Capodanno: paillettes

Entertainment

The Interview – Interviene Obama “La Sony ha sbagliato”

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama è voluto intervenire in merito alla questione Sony-Corea del Nord

Lifestyle

Belen “Natale con Stefano e Santiago”, altro che crisi

Nessuna crisi tra Belen Rodriguez e Stefano De Martino che programmano il Natale e una fuga al caldo insieme

Tag

-->