Roma, i colori delle avanguardie romene. Al Vittoriano

Un mostra che promette sorprese “I colori delle Avanguardie. Arte in Romania 1910 – 1950”, allestita da oggi, 3 settembre fino al 15 ottobre al […]

Un mostra che promette sorprese I colori delle Avanguardie. Arte in Romania 1910 – 1950”, allestita da oggi, 3 settembre fino al 15 ottobre al . In esposizione 74 dipinti provenienti da importanti musei della Romania che ripercorrere la produzione di 24 maestri delle Avanguardie romene.

“Anziché indulgere in una selezione pedante e purista che estrapolasse le opere dell’avanguardia dal loro contesto storico, quello variegato e ricco dell’arte romena della prima metà del XX secolo, questa mostra comprende un fenomeno storico e culturale straordinariamente denso e complesso, quello della coabitazione, della tensione, della discordia e delle influenze reciproche tra modernismo, avanguardismo e tradizionalismo nel periodo tra le due guerre mondiali.” Afferma il curatore, Erwin Kessler.

La compresenza e la contaminazione reciproca tra l’innovazione dell’avanguardia e il modernismo appassionatamente conservatore e tradizionalista dell’arte nazionale costituirono l’elemento di base dell’arte romena del periodo tra le due guerre mondiali e rappresentarono anche lo sfondo su cui dopo il 1945 si sarebbe registrata la chiusura estetica e la fusione con l’arte di propaganda del realismo socialista.

Nelle quattro sezioni della mostra ecco allora gli esponenti del modernismo classico e dell’avanguardia che adottarono uno stile figurativo e si fecero portavoce di posizioni ideologiche progressiste, che spaziavano dal socialismo sentimentale all’anarchia critica ed estetizzata. E poi quegli artisti che invece andarono a rappresentare le peculiarità profondamente nazionali dell’arte modernista e d’avanguardia. E i pittori che trasposero sulla tela le preoccupazioni legate allo sviluppo della città industriale e dei suoi aspetti meccanici, alienanti e seducenti al tempo stesso e, alla fine del viaggio, tre delle ultime opere di M. H. Maxy e Mattis-Teutsch che abbandonano le sperimentazioni (cubiste e costruttiviste per l’uno, astratte per l’altro) per addentrarsi, dopo la seconda Guerra Mondiale, verso forme di realismo.

Nicolae Tonitza Donne al cimitero Women at the Graveyard 1920 - Museo Nazionale d’Arte, Bucarest

Apcar Baltazar I vagabondi The Tramps 1907 - Museo Nazionale d’Arte, Bucarest

Theodor Pallady Nudo in interno Nude in Interior 1939-1947 - Museo Nazionale d’Arte, Bucarest

Corneliu Michăilescu Interno di studio Interior of the Atelier 1928 - Museo Nazionale Brukenthal, Sibiu

Marcel Iancu Ritratto di ragazza Woman Portrait 1930 - Museo d’Arte, Costanza

Max Herman Maxy Ritratto di contadino Peasant Portrait 1931 - Museo Nazionale d’Arte, Bucarest

Hans Mattis-Teutsch Composizione Composition 1925 - Museo di Arti Visive, Galaţi

Victor Brauner La fiamma blu The Blue Flame 1934 - Museo Ţării Crişurilor, Oradea

Francisc Şirato Il venditore di tappeti The carpet seller 1926 - Museo Nazionale d’Arte, Bucarest

Ion Ţuculescu La notte delle acacie The Night of the Accacias 1940 - Museo d’Arte, Craiova

Victor Brauner Testa e due pugili Head and boxers 1925-1929 - Museo regionale delle Porte di Ferro, Drobeta Turnu Severin

© Riproduzione riservata

Lifestyle

Selena Gomez e Justin Bieber tornano insieme per un romantico viaggio in Canada – [foto]

Ecco le immagini delle due pop star mano nella mano fotografate in aeroporto

Lifestyle

iPhone 6: rumors aggiornati su uscita, prezzo, design e caratteristiche

Tutte le ultime indiscrezioni su data di uscita, prezzo e caratteristiche di iPhone 6 per fare il punto della situazione a pochi giorni dall’annuncio ufficiale

Entertainment

Il segreto anticipazioni e trama puntata di domani 3 settembre

Nella puntata di domani della telenovela di Canale 5 Il segreto vedremo Donna Francisca cercare di mettere le mani sulla piccola Maria

Entertainment

Da 50 sfumature di grigio a “50 sfumature di… Pintus”, lo spettacolo comico a Pordenone il 6 dicembre – [anteprima video]

Arriva a teatro, direttamente da Colorado, il comico televisivo con le parodie di Silvio Berlusconi, Balotelli, Belen Rodriquez, Ibrahimovic, Valentino Rossi, Mourinho e tanti altri

Entertainment

Marisa Laurito e Rossella Fiamingo nel casti di Ballando Con le Stelle 10?

La firma ancora non c’è, ma le probabilità di vederle nello show di Milly Carlucci sarebbero davvero molto alte

Lifestyle

Fappening, Find my iPhone sotto accusa: scoperta una falla nel sistema Apple

L’azienda di Cupertino è subito corsa ai ripari rilasciando una patch correttiva, ma il ritardo dell’intervento ha scatenato un vespaio di polemiche

Tag