Arcimboldo, la mostra. Da oggi al Palazzo Reale di Milano

Apre oggi al pubblico al Palazzo Reale “Arcimboldo” una delle mostre – evento di questa stagione milanese. Curata da Sylvia Ferino, direttrice della pinacoteca del […]

Apre oggi al pubblico al Palazzo RealeArcimboldo” una delle mostre – evento di questa stagione milanese. Curata da Sylvia Ferino, direttrice della pinacoteca del Kunshistorisches Museum di Vienna, l’esposizone – già in parte presentata alla National Gallery of Art di Washington, dove si è appena conclusa una mostra che ha condiviso con quella milanese il nucleo fondamentale delle Teste - rimarrà allestita fino al 22 maggio.

E intanto nella piazzetta un’enorme scultura in vetroresina alta cinque metri annuncia l’evento. L’ha realizzata l’artista americano Philip Haas ed è ispirata all’Inverno di Arcimboldo, testimonianza di quanto l’artista lombardo abbia ancora una forte capacità di seduzione

Terra

La personalità di Giuseppe Arcimboldo, nel passato come oggi, è stata coronata da fama e successo. Lo stesso Arcimboldo, di ritorno a Milano da Praga nel 1587, si premura di consolidare la propria fama dettando agli amici artisti, umanisti e storici (tra cui Paolo Morigia, Giovan Paolo Lomazzo e Gregorio Comanini) le proprie imprese d’artista alla corte degli Asburgo. Il suo nome viene però presto dimenticato e nei secoli successivi la sua opera etichettata come “scuola di Leonardo”. Non c’è dubbio che il maestro di Vinci sia alla base della cultura di Arcimboldo, ma da questa inesauribile fonte d’ispirazione l’artista milanese trae le mosse per sviluppare uno stile personalissimo. Il contesto culturale in cui si muove Arcimboldo, il suo apprendistato e le sue prime opere in ambito milanese sono state finora considerate come un prologo di un’attività artistica svoltasi principalmente fuori dall’Italia. La tradizione artistica milanese e lombarda ebbe invece un ruolo fondamentale nella formulazione delle famosissime teste composte e delle “bizzarie” di Arcimboldo, come gli studiosi lombardi hanno ripetutamente sottolineato: ma tali spunti non sono stati finora recepiti dalla ricerca internazionale.

Il principale obiettivo dell’esposizione milanese è quello di “restituire” Arcimboldo al suo contesto d’origine, per capire le ragioni della sua chiamata alla corte degli Asburgo (gli studi naturalistici, le coreografie per cortei e feste, o ancora i ritratti), precisare le radici culturali delle sue teste composte, e approfondire infine il ruolo giocato dall’artista nello sviluppo dei generi della natura morta e delle “pitture ridicole”.

Rodolfo II in veste di Vertunno, Skoklosters Slott, Stoccolma

la mostra, divisa in nove sezioni, prende il via con un viaggio nella Milano cinquecentesca, un percorso tra disegni, pittura e preziosi oggetti usciti dalle officine artigianali milanesi, disegni grotteschi di Leonardo provenienti dalla Pinacoteca Ambrosiana, da Venezia e Vienna, accompagnati da disegni e dipinti di seguaci come Girolamo Della Porta, Bernardino Luini, Giovanni Antonio De Predis, Cesare da Sesto, Francesco Melzi, Giovanni Paolo Lomazzo, Giovanni Ambrogio Figino per attestare l’influenza di Leonardo nello studio della fisionomia caricata e della figura, della natura, dell’atmosfera come della flora e fauna.

Quindi l’intero percorso dell’Arcimboldo, dagli anni giovanili alla maturità attraverso quelle opere che divertono, emozionano, stupiscono. Per approfondimenti rimandiamo all’ampio articolo già pubblicato (clicca qui) Info: www.mostrarcimboldo.it

Estate

© Riproduzione riservata

Entertainment

Il segreto ultime novità sulla puntata di questa sera 24 ottobre

Tra poco avrà inizio l’appuntamento serale con Il segreto, che cosa accadrà di nuovo a Puente Viejo? Ecco le nostre anticipazioni

Moda e Beauty

STREET STYLE UOMO

Scopri i must have per un perfetto street style uomo

Entertainment

Serie A: Sampdoria-Roma, Probabili formazioni, pronostico e ultime novità

Dopo il passo falso con il Bayern, la Roma è chiamata a rimediare nella trasferta di Genova con la Sampdoria

Entertainment

Frank Sivero, il Frankie Carbone di Quei bravi ragazzi chiede 250 mln ai Simpsons

L’attore che ha interpretato Frankie Carbone in Quei bravi ragazzi chiede 250 mln ai creatori dei Simpsons per Louie, il mafioso

Entertainment

Anticipazioni Il segreto puntata di sabato pomeriggio 25 ottobre

Stando alle anticipazioni de Il segreto, domani vedremo Ayala recarsi alla villa di Donna Francisca; Luis invece finge di voler lasciare Puente Viejo

Lifestyle

Dai video hot a hot dj – Paris Hilton e la sua nuova passione

La bionda ereditiera Paris Hilton ha lasciato la strada vecchia per la nuova: dai video hot ad hot dj

Tag