Berlinale, giovedì s’apre la caccia all’Orso

Il Festival cinematografico di Berlino, la Berlinale, l’edizione numero 61 al via giovedì 10 febbraio. La rassegna andrà avanti fino al 20 per confermarsi, dopo […]

Il Festival cinematografico di Berlino, la Berlinale, l’edizione numero 61 al via giovedì 10 febbraio. La rassegna andrà avanti fino al 20 per confermarsi, dopo una lunga storia che arriva dalla Guerra Fredda, come il terzo festival europeo dopo Cannes e Venezia.

Ed in effetti tra le decine di film che passeranno, tra concorso e sezioni collaterali, i motivi d’interesse non mancano certo e non mancano i grandi film del cinema internazionale, da Il discorso del re di Tom Hooper a Il grinta dei fratelli Coen che assieme raccolgono ben 22 nomination agli Oscar. Diverse le anteprime europee e mondiali, tanti i giovani autori, in un confronto con i nomi affermati che la Berlinale ha sempre favorito. Nei sedici film in concorso, dove fanno la parte del leone i titoli tedeschi, nessun italiano; ma probabilmente sentiremo parlare soprattutto di due presentazioni speciali: Offside del regista iraniano Jafar Panahi, costretto a declinare l’invito a far parte della giuria per le ben note restrizioni impostegli dal regime di Ahmadinejad .

Altre attesa calda è per Werner Herzog ed il suo debutto alla regia del 3D con Cave of Forgotten Dreams, film documentario sulla grotta Chauvet. Presentato al Toronto International Film Festival 2010 alterna ai sugegstivi filmati girati all’interno dell’importante sito preistorico francese e nei dintorni ad interviste con scienziati e storici. E passiamo agli italiani, troviamo l’intrigante  docufilm di Michelangelo Frammartino Le quattro volte nella sezione dedicata a cinema e cucina; e fuori concorso uno dei maggiori successi della stagione: Qualunquemente di Giulio Manfredonia e quindi  Gianni e le donne di Gianni Di Gregorio. La seconda prova per il regista romano, già autore del sorprendente Il pranzo di ferragosto, uscirà sugli schermi italiani venerdì 11 e sarà presentato a Berlino il 12.   Curiosità agli screenings di mercato delle Berlinale sarà presentato anche Hidden, il primo film italiano in 3D. Per la precisione si tratta di una coproduzione italo candese realizzato dalla ReDark. Girato in Canada dal giovanissimo regista  Matthieu Ratthè e con un cast di  promesse, si tratta di un thriller-horror ambientato in un monastero.

Gli effetti visivi sono stati realizzati dalla Rebel Alliance, società specializzata in VFX con sede in Roma e Los Angeles ed è stato post-prodotto a Roma dalla Start Studios.

Il festival renderà anche un omaggio a Mario Monicelli, con la proiezione de Il marchese del grillo, il film che nel 1982 valse a Monicelli l’Orso d’argento come migliore regista. Non era la sua prima volta, già nel 1957 aveva ricevuto il premio per Padri e Figli e, nel 1976 con Caro Michele.

© Riproduzione riservata

Entertainment

Uomini e Donne anticipazioni 22 novembre Tono Classico e Trono Over

Uomini e Donne oggi non verrà trasmesso ma tornerà in onda lunedì pomeriggio su Canale 5 dalle 14:45 con una nuova puntata del Trono Over o del Trono Classico con le esterne di Andrea Cerioli, Jonas Bermi e Teresa Cilia registrata ieri pomeriggio

Entertainment

Il segreto Video Mediaset, puntata intera di ieri sera 21 novembre

Rivedi qui l’incredibile appuntamento serale di ieri con Il segreto: Maria e Gonzalo hanno passato del tempo insieme, mentre Alfonso ha scoperto il segreto di Raimundo

Lifestyle

Chiara Biasi single, l’indizio su Instagram tra una FOTO HOT e l’altra

Dopo la fine della sua storia con Oscar Branzani, forse le cose con Fabio Borriello non stanno andando troppo bene

Entertainment

Film al cinema nel weekend: Hunger Games – Il canto della rivolta, Scusate se esisto e Godard in 3D

Weekend al cinema con Jennifer Lawrence in Hunger Games, la coppia gay Marco Bocci, Raoul Bova in Scusate se esisto e Adieau au langage di Godard, in 3D

Entertainment

Enzo Iacchetti ludopatico? Mai speso un centesimo in scommesse, e si scaglia contro alcuni giornalisti

Rettifica via Facebook quanto pubblicato da qualcuno, che scambia le sue scommesse sul talento per scommesse da gioco

Entertainment

Francesco Facchinetti ai suoi fan: “Non ho un talento in qualche cosa, ma non ho mai smesso di sognare”

Fa autocritica dichiarandosi mediocre, ma invita tutti i suoi social seguaci a non perdere mai la speranza

Tag

-->