Guida minima alla Mostra di Venezia. Cinque protagonisti

Diciamolo chiaramente, prima che la festa abbia inizio, aggiungere alla cronaca validi elementi di novità è operazione improbabile. Ci si basa per lo più sulle […]

Diciamolo chiaramente, prima che la festa abbia inizio, aggiungere alla cronaca validi elementi di novità è operazione improbabile. Ci si basa per lo più sulle indiscrezioni, sulle voci di corridoio e sulle  notizie sapientemente centellinate dall’ufficio stampa della Biennale. Il risultato è che generalmente si sbaglia e le previsioni vengono puntualemnte smentite.

Ed è un’indicrezione, ma per dovere di cronaca la riportiamo, la notizia che vuole che il film a sorpresa della 67ma Mostra d’arte cinematografica di Venezia – che sarà reso noto solo il 6 settembre, cioè a festival ampiamente cominciato – sarà italiano. Non smentisce ma non nega il direttore Marco Mueller, però una certezza la fornisce: non sarà il film di Terrence Malick, “Tree of Life”, che non è pronto.

PROTAGONISTA UNO: IL CINEMA ITALIANO

Se le voci dovessero rivelarsi giuste (ma anche nel caso contrario), il cinema italiano – con 5 film nel concorso internazionale (o 4) e oltre 40 opere presentate in totale – sarà dunque il protagonista di questa edizione targata 2010. Edizione della crisi, dicono i più arguti commentatori, e in virtù dei budget ridotti, ecco la scarsa partecipazione straniera a ovvio vantaggio dei film made in Italy.

PROTAGONISTA DUE : VINCENT GALLO

Vincent Gallo in Essential Killing

Un attore e regista: Vincent Gallo, volto d’intesità straordinaria  del dramma di Abel Ferrara The Funeral e autore di Buffalo ’66 è il protagonista di Essential Killing, film in concorso del polacco  Jerzy Skolimowski. Per lui una tripla partecipazione al Lido. Infatti come regista e interprete è in concorso con “Promises written in water” e, nella sezione Orizzonti, con “The agent”. Non c’è dubbio, negli undici giorni della Mostra del cinema (1-11 settembre) ne sentiremo parlare spesso.

PROTAGONISTA TRE: LE POLEMICHE DI MICHELE PLACIDO

L’anno scorso il tamburi suonarono forte attorno alle esternazioni di Michele Placido che rispose i

Michele Placido

n maniera molto piccata a chi gli faceva notare come mai il suo “Il grande sogno” fosse stato prodotto dalla Medusa di Berlusconi. E quest’anno si replica, il nuovo film di Placido, “Vallanzasca – Gli angeli del male”, alla Mostra fuori concorso ha già sollevato discussioni. RenatoVallanzasca, l’ex bandito in carcere ormai da 40 anni, aveva manifestato il desiderio di essere a Venezia in occasione della presentazione del “suo” film, ma Placido ha dichiarato i’inopportunità della cose. Tra batti e ribatti, l’importante è sempre che se ne parli.

PROTAGONISTA QUATTRO: IL SANGUE

Che le pellicole sanguinoelnte e/o d’azione spinta  avrebbero giocato un ruolo importante in questa 67ma edizione della Mostra si era capito già nei mesi scorsi, quando la Biennale annunciò l’incarico di presidente di giuria a Quentin Tarantino e come vincitore del Leone d’oro alla carriera, il cinese di Hollywood  John Woo, vate del nuovo cinema d’azione .

Reign of Assassins

Un thriller, è l’ultimo film annunciato al concorso: Essential Killing; in “Machete” di Robert Rodriguez, film fuori concorso che aprirà la sezione “Mezzanotte”, il punto focale è una sanginosa vendetta messa in essere dal protagonista. E che dire di “13 Assassins” di Takashi Miike (in concorso a Venezia 67), un bagno di sangue stile samurai; e il giallo d’epoca di Hark Tsui “Detective Dee and the Mystery of the Phantom Flame” e ancora degli innumerevoli cadaveri assicurati da “Post mortem” di Pablo Larrain: il protagonista lavora in un obitorio, fuori c’è il colpo di stato cileno del 1973. Ma non è tutto qui.

PROTAGONISTA CINQUE: IL SESSO

Lido a luci rosse” scriveva qualche giorno fa l’Adnkronos sottolineando come nel festival targato 2010 siano diversi i film in cui abbondano scene di sesso a tinte forti. Il francese “Happy Few” di Antony Cordier, volendo riflettere sul fallimento della rivoluzione sessuale racconta del tentativo di una convivenza a quattro. Incesto e prostituzione invece per ‘That girl in yellow boots‘, di Anurag

Catherine Deneuve in Potiche

Kashyap, film indiamo fuori concorso.

Scene di nudo e di prostituzione anche per “Venus Noire”, di Abdellatif Kechiche racconto della storia di Saartjie Baartman, una giovane schiava africana portata ed esibita a Londra nel 1810 come un animale da circo. Sesso estremo in “’Promises written in water”, il film in concorso dello scandaoloso Vincent Gallo; e ancora sesso hard dìogni tipo (etero, gay e bisex) per l’opera tedesca in concorso “Drei” di Tom Tykwer.

E pare inoltre che Dustin Hoffman abbia girato una scena “clamorosa” in un bordello per “Barney’s version” diretto da Richard J. Lewis, mentre  in ‘Potiche‘, del francese Francois Ozon ci sarebbe una Catherine Deneuve “piuttosto promiscua” e in ‘I’m still here’ di Casey Affleck, il protagonista Joaquin Phoenix “non si sottrae a incontri sessuali di vario tipo”.

La lista dei protagonisti della 67ma Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia non può esaurirsi a questo. I volti e i nomi che passeranno sul tappeto rosso del Lido, ovvero l’elemento mondano che anche in un festival della crisi è irrinunciabile, così come le plemiche – e non solo quelle di Placido – e le sorprese che, piccole o grandi, sono le ospiti più attese dai media. La speranza è che il protagonista sia sempre e solo uno: il buon cinema. E scusate se siamo scontati.

VALLANZASCA  – GLI ANGELI DEL MALE

13  ASSASSINS

DETECTIVE DEE AND THE MYSTERY OF PHANTOM FLAME

MACHETE

POST MORTEM

VENUS NOIRE

© Riproduzione riservata

Lifestyle

Ricette di Natale vegetariane e vegan: menù completo con antipasti, primi, secondi e dessert

Idee facili e veloci per antipasti, primi, secondi e dessert senza uova, senza latte e senza carne per un Natale in armonia

Entertainment

Alessia Cammarota incinta: al matrimonio la conferma

Sembra essere arrivata la conferma della gravidanza di Alessia Cammarota

Entertainment

Aldo e Alessia marito e moglie: le FOTO degli sposi

Ecco le foto di Aldo Palmeri e Alessia Cammarota sposi

Entertainment

Francesco Facchinetti vs Fedez: “Se non parli di me ogni dieci secondi i dischi li vendi lo stesso”

Diplomatica risposta di Francesco Facchinetti alle polemiche di Fedez, che in un’intervista gli ha dato del raccomandato

Entertainment

Uomini e Donne: Cristian e Tara sposi il 2 settembre 2015

Fissata la data del matrimonio della coppia. Bambini in vista?

Entertainment

The Musketeers streaming Video Mediaset puntata di oggi 19 dicembre

Se non riesci a vedere la prima puntata di The Musketeers, in onda tra poco su Italia 1, qui trovi il link allo streaming: scopri le avventure di D’Artagnan e i tre moschettieri del Re

Tag

-->