Ciro Vitale espone a Milano. Opere in cui la memoria è elemento fondante

La “prima” di Ciro Vitale, da venerdì prossimo, alla “Galleria Arte Borgogna” di Gianni Shubert, in via Visconti di Modrone, 20, a Milano (MM San […]

La “prima” di Ciro Vitale, da venerdì prossimo, alla “Galleria Arte Borgogna” di Gianni Shubert, in via Visconti di Modrone, 20, a Milano (MM San Babila). L’artista presenta “Ti dico degli assenti“, una personale del giovane artista campano che si avvale del patrocinio dell’Istituto di Storia Contemporanea “Pier Amato Perretta” di Como. E’ una riflessione, come si legge nella presentazione dell’evento, su come la società in cui viviamo sia “naturalmente” predisposta a dimenticare. Da qui la necessità  di riaffermare alcuni valori fondanti della nostra storia. La memoria è in filo conduttore delle opere di Vitale che prendono avvio dalle recenti vicende legate al “ventennio” relazionandosi con l’oggi. L”artista, in breve, mette in pratica quel collegamento che esiste tra il passato e il presente sia a livello temporale sia a livello empatico tra persone, luoghi, fatti. L’esposizione è curata da Francesca Guerisoli. I lavori di Ciro Vitale sono intrisi di umanità: il calore di una voce, lo sguardo di un personaggio ritratto, la forza di un dettaglio entrano in relazione e in contrasto con il minimalismo dei mezzi impiegati. L’allestimento prevede dieci disegni tratti da fotografie di famiglia degli anni Trenta e Quaranta. Ma ai personaggi è sottratta l’identità individuale così da favorire la rievocazione della memoria collettiva. Un video costruito sulla base di stralci di filmati d’archivio, rappresenta poi un intreccio di episodi della storia italiana contemporanea e racconta di un periodo in cui la reazione popolare è riuscita a riappropriarsi  della democrazia. Attraverso tecniche studiate minuziosamente l’artista riflette sulla scomparsa di quanti hanno vissuto in prima persona la Resistenza partigiana e con essa della memoria da loro custodita. I ritratti di ex partigiani, realizzati da Vitale nel 2009, sono posizionati accanto a fotografie di luoghi-simbolo, le montagne del lecchese, costituendo una sintesi emozionale, narrativa e visiva. Un elemento dominante dell’installazione è  il suono: su un tavolo luminoso sono posizionati quindici box luminosi con i ritratti fotografici sbiaditi dei “Martiri di Piazzale Loreto”;  l’elemento sonoro è costituito da una registrazione audio “raccolta” lo scorso anno nello stesso luogo e giorno in cui, nel ’44, furono giustiziati ed esposti al pubblico i corpi di quindici partigiani.

© Riproduzione riservata

Entertainment

Raffaella Fico imita The Cranberries a Tale e Quale show [VIDEO]

Raffaella Fico non rende al massimo per via della febbre ma continua a stupire

Entertainment

Serena Rossi – Mariah Carey vince Tale e Quale Show [VIDEO]

L’attrice si aggiudica un’altra puntata del programma questa volta cantando da sola

Entertainment

Beautiful anticipazioni e trame dal 27 al 31 ottobre – Quinn cerca di uccidere Aly

Nelle prossime puntate vedremo Aly attaccata da Quinn, la quale la intima a non denunciare Wyatt

Entertainment

MotoGP: Risultati Qualifiche Malesia, Marquez in Pole

Dominio Honda nelle qualifiche di Sepang, con lo spagnolo che fa 13 davanti a Pedrosa, Rossi sesto

Entertainment

The Vampire Diaries 6×05 promo e anticipazioni della puntata di giovedì 30 ottobre

The World Has Turned and Left Me Here è il titolo del prossimo episodio di The Vampire Diaries 6, ecco tutto quello che c’è da sapere

Moda e Beauty

LADY GAGA VS MICHELLE HUNZIKER – GARA DI LOOK

Cos’hanno in comune Lady Gaga e Michelle Hunziker e cosa le differenzia? Scopri la gara dei look

Tag