Xbox One e PS4 in realtà si equivalgono: ecco perchè

Prima parte del confronto tra Xbox One e PlayStation 4, incentrato sul funzionamento degli 8GB di RAM in dotazione alle due console next-gen

Negli ultimi mesi i sostenitori di Xbox One e PlayStation 4 si sono dati battaglia sul web a suon di numeri nel tentativo di stabilire, ancor prima del lancio, quale fosse la console migliore dal punto di vista delle prestazioni. A conti fatti le strategie di marketing adottate da Sony hanno dato i loro frutti e attualmente quasi tutti i videogiocatori sostengono, a torto, che PlayStation 4 sia molto più potente di Xbox One. Anche noi nel nostro primo confronto dedicato alle console next-gen siamo caduti (in parte) nello stesso errore, perchè ai tempi le informazioni che circolavano in rete erano piuttosto limitate e i numeri lasciavano intendere che PS4 fosse effettivamente superiore a Xbox One.

Come avrete capito, però, la realtà è ben diversa e in questo articolo vi spiegheremo perchè, a nostro avviso, le due console next-gen di fatto garantiscono prestazioni equivalenti. In questo primo confronto tratteremo a grandi linee i sistemi di memoria delle due console, rimandando l’analisi di GPU e CPU ad un successivo approfondimento.



SISTEMA DI MEMORIA


Uno dei nodi fondamentali da sciogliere per comprendere meglio le prestazioni di PlayStation 4 e Xbox One riguarda il sistema di memoria adottato dalle due console. Entrambe montano 8GB di RAM condivisa che vengono allocati in parte per il sistema operativo e per il multitasking, in parte per i videogiochi. Il quantitativo di RAM a disposizione dei giochi ammonta a circa 5-6GB così suddivisi: 2-3GB per i dati locali (IA, fisica, etc..) e 2-3GB per texture, shader, effetti di post-processing e buffering dei frame.

Xbox One monta DDR3 con una frequenza di funzionamento pari a 2133 Mhz, PS4 monta GDDR5 funzionanti a 5500 Mhz: le differenti scelte implementative portano ad un netto distacco in termini di bandwidth, quantificabile all’incirca in 100-110 GB/sec. a favore della console di Sony. I numeri sembrerebbero avvantaggiare PS4, ma analizzando più a fondo l’architettura il distacco si riduce notevolmente.

Inanzitutto è bene comprendere la differenza tra DDR3 e GDDR5. Le due memorie condividono la stessa architettura di base, infatti le GDDR5 non sono altro che DDR3 ottimizzate per gestire enormi flussi di dati (principalmente texture) con un throughput elevato: questo spiega da un lato l’elevatissima bandwidth delle GDDR5, dall’altro la bassissima latenza delle DDR3. Le GDDR5 garantiscono un funzionamento ottimale nel momento in cui vengono abbinate alla GPU, ma si comportano piuttosto male nel gestire piccole quantità di dati discreti in transito tra memoria e CPU; al contrario, le DDR3 sono ottimali nel rapporto con la CPU (a casua della bassa latenza) ma deficitarie nella gestione di grandi flussi di dati (per la bandwidth limitata).

Dato che la memoria è condivisa, le DDR3 assicureranno migliori prestazioni in determinati scenari e le GDDR5 in altri. Nonostante questo, la differenza di bandwidth garantisce comunque un ottimo margine di vantaggio alle GDDR5 e quindi, per riflesso, anche a PlayStation 4. Per compensare i limiti strutturali delle DDR3 Microsoft ha deciso di introdurre 32MB di eSRAM (evoluzione diretta della eDRAM di Xbox 360) che agiscono a supporto di GPU e CPU ed emulano il funzionamento di una memoria cache. In termini di prestazioni il guadagno è notevole, perchè eSRAM incrementa sia la banda complessiva, che sale a circa 160 GB/sec, sia la velocità di accesso della GPU/CPU ai dati da elaborare. In media il distacco da PS4 in termini di bandwidth si riduce a 10-15GB/sec. e la differenza complessiva -in virtù della velocità di accesso incrementata e di altri fattori che tratteremo nei prossimi articoli- diventa quasi impercettibile.

Il difetto dell’architettura progettata da Microsoft risiede nel fatto che eSRAM, per essere utilizzata come cache, richiede una programmazione ad hoc. Nella precedente generazione di console questo non è stato un problema insormontabile per gli sviluppatori, ma nulla garantisce che lo scenario rimmarrà invariato per la nuova architettura.

Nei prossimi articoli parleremo più diffusamente delle memorie cache, spiegheremo nel dettaglio il funzionamento sia della eSRAM che delle GDDR5 e analizzeremo in modo più approfondito le potenzialità della APU di entrambe le console.

Nel frattempo, date un’occhiata alla nostra precedente serie di articoli sul confronto tra Xbox One, Play Station 4 e PC:

1) Xbox One vs PS4: hardware a confronto

2) Xbox One vs PS4 vs PC: straordinario confronto sui giochi next-gen

3) Xbox One vs Xbox 360: due generazioni a confronto

4) Ecco un PC per battere le console next-gen spendendo 500 euro

(St.S.)

TV

Anticipazioni Un Posto al Sole: da lunedì 5 a venerdì 9 dicembre 2016

Scopriamo cosa ci riservano le trame della soap Un Posto al Sole per la prima settimana del mese di dicembre.

TV

Anticipazioni Il Segreto: da lunedì 5 a sabato 10 dicembre 2016

Scopriamo le anticipazioni della soap Il Segreto per la prima settimana di dicembre.

Gossip

Uomini e Donne: Riccardo spiazza tutti e sceglie Camilla. Martina accusa la coppia di falsità

Nel corso della registrazione di Venerdì 3 Dicembre, c’è stata un’altra scelta, questa volta a sorpresa. Riccardo Gismondi è uscito dal programma di Maria De Filippi […]

TV

Anticipazioni Una Vita: da lunedì 5 a venerdì 9 dicembre 2016

Scopriamo cosa ci riservano le puntate della soap Una Vita, per questa prima settimana del mese di dicembre.

Gossip

Uomini e Donne, trono gay, Claudio ha scelto Mario e commenta su Instagram” “Sedersi e avere un unico pensiero. Fantastico”

Venerdì 2 Dicembre, si è registrata la puntata della scelta di Claudio Sona. Il tronista diviso tra i due pretendenti Francesco Zecchini e Mario Serpa, sceglie Mario!  Si è […]

TV

Anticipazioni Beautiful: da lunedì 5 a sabato 10 dicembre 2016

Tutte le anticipazioni della soap Beautiful per la prima settimana di dicembre…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag