Apple iOS 7 vs Google Android 4.3: qual è il migliore?

Sifda al vertice tra i due sistemi operativi più diffusi del mercato mobile, in attesa di Android 4.4

iOS 7 e Android 4.3 sono, al momento, i due sistemi operativi di gran lunga più utilizzati nell’ambito del mercato mobile: entrambi sono sostenuti da una folta schiera di fan e il dibattito su quale sia il sistema operativo migliore è sempre al centro dell’attenzione.

Nel proseguo dell’articolo proporremo un confronto diretto tra le caratteristiche salienti di iOS 7 e Android 4.3: dopo averlo letto, sarete voi a giudicare qual è il sistema operativo che meglio si adatta al vostro gusto personale.


SCHERMATA DI BLOCCO

Quando utilizziamo per la prima volta un sistema operativo mobile, la caratteristica che balza subito all’occhio è la lockscreen. Per andare incontro alle esigenze degli utenti, una buona schermata di blocco dev’essere funzionale e intuitiva: sotto questo aspetto iOS 7 e Android si equivalgono, pur adottando stili e principi differenti.

iOS 7 si presenta fin da subito con un look minimale che consente un rapido accesso a tutte le feature più comunemente utilizzate, come Centro di Controllo e Centro Notifiche. Esteticamente ineccepibile, la lockscreen pecca però in consistenza a causa di alcuni bug che Apple presumibilmente correggerà a breve. Per saperne di più, leggete questo articolo.

Passiamo ad Android: la schermata di blocco del SO di Google è più elaborata e, grazie ai widget, garantisce ampi margini di personalizzazione. Purtroppo, il numero di widget inseribili è stato limitato per impedire eccessivi cali di prestazioni e blocchi del dispositivo.

iOS vs Android: Lockscreen


HOMEPAGE

La home di iOS 7 ricalca lo stesso stile minimale della lockscreen e presenta alcune interessanti novità: su dispositivi recenti come iPhone 5, iPhone 5s e iPhone 5c c’è spazio complessivamente per 24 icone e in ciascuna cartella è possibile inserire un numero virtualmente infinito di applicazioni. Il layout è scarno e presenta uno sfondo semi-trasparente che, unito agli effetti 3D, dona alla schermata un look decisamente piacevole e avvenieristico.

Per contro, Android 4.3 presenta una Home più restrittiva (solo 16 app per cartella) ma ampiamente personalizzabile: il merito è sempre dei widget, che hanno un impatto notevole sul look e sulla funzionalità della schermata. L’unico limite è la vostra fantasia.

iOS 7 vs Android: Home


CENTRO DI CONTROLLO E NOTIFICHE

Il Centro di Controllo di iOS 7, ricco di nuove funzionalità, si ispira a quello di Android. Le notifiche sono distribuite in tre sezioni: oggi, tutte e perse; quest’ultimo tab richiama in modo evidente la struttura di Google Now, ma non è altrettanto completo.

Le notifiche di Android 4.3 sono dinamiche e possono aggiornarsi in tempo reale per mostrare nuove informazioni. Le applicazioni possono produrre notifiche corredate da grafici, immagini e altri dati assortiti, che vengono però raccolte in un’unica lista e spesso risulta difficile individuare subito gli oggetti d’interesse.

Complessivamente il Centro di Controllo di Android 4.3 appare più completo e ricco di funzionalità, ma quello di iOS 7 risulta meglio organizzato e più semplice da utilizzare.

Control Center
Centro Notifiche


CONDIVISIONE: AIRDROP vs BEAM

Una delle caratteristiche più celebrate di iOS 7 è AirDrop, sistema di file sharing mutuato da OS X che consente un semplice e veloce scambio di file tra iDevices via WiFi: i dispositivi negoziano il trasferimento dei dati tramite Bluetooth e poi li inoltrano sfruttando la tecnologia wireless, incrementando così la velocità di trasferimento.

Dal canto suo Android si appoggia al collaudatissimo Beam, il quale, a differenza di AirDrop, utilizza la tecnologia NFC (Near Field Communication) per lo scambio dei dati: per collegare in “rete” due dispositivi è sufficiente avvicinarli e il gioco è fatto. Il trasferimento avviene esclusivamente via Bluetooth, risultando più lento di quello garantito da AirDrop; tuttavia, Samsung ha sviluppato una particolare versione di Beam -chiamata S Beam – che permette la condivisione dei file tramite WiFi Direct e che supera le limitazioni della feature standard di Android.

AirDrop e Beam sono di fatto molto simili, e risultano perfettamente funzionali allo scopo che si prefiggono: il primo si lascia preferire per la compatibilità a livello applicativo, il secondo per la sua robustezza.

Beam vs AirDrop


GRAFICA: EFFETTI E PERSONALIZZAZIONE

Sul versante degli effetti e delle animazioni 3D, iOS 7 è all’avanguardia: potendo sfruttare il nuovo hardware di iPhone 5s, e in particolare il coprocessore di movimento M7, il sistema operativo di Apple raggiunge risultati eccellenti a livello estetico. Una delle funzioni più interessanti introdotte da iOS 7 è l’effetto parallasse, che sposta lo sfondo in base all’angolatura del dispositivo; da segnalare anche gli sfondi animati e semi-trasparenti che, pur essendo in numero ridotto, offrono buone possibilità di personalizzazione.

Android 4.3 non offre la stessa varietà di effetti garantita da iOS 7 ma compensa con i widget, che garantiscono un’ampia gamma di personalizzazioni. A completare l’opera, Android offre un’ampia scelta di live wallpaper che compensa la mancanza di effetti grafici all’avanguardia.

Effetti e personalizzazione


MULTITASKING

Il multitasking di iOS 7 è stato completamente rivisto: la nuova interfaccia si presenta ricca di funzionalità e mette a disposizione delle schede di anteprima delle applicazioni congelate, che possono essere rintracciate nella sezione superiore dello schermo; inoltre, un’anteprima del multitasking sarà ora disponibile nella pagina Home. Non vi sono più restrizioni sulle applicazioni in background, che possono essere sfogliate in orizzontale senza limiti di pagine.

Il multitasking di Android 4.3 è molto simile a quello ideato da Apple, con alcune differenze: non ci sono anteprime in tempo reale delle applicazioni in background, ma semplici diapositive statiche che ritraggono lo stato della app prima della sua chiusura; è però possibile, a differenza di iOS 7, creare più di un account utente sullo stesso dispositivo.


SIRI vs GOOGLE NOW

Da quando Siri è uscita dalla fase di beta, il distacco da Google Now si è notevolmente ridotto. Poche le differenze degne di nota: nel complesso, Google Now offre un servizio più completo ma leggermente più dispersivo. La velocità di risposta ai comandi vocali è pressoché identica, così come la quantità di possibili risposte ad ogni domanda che i due software sono in grado di elaborare.


NAVIGAZIONE INTERNET

I due sistemi operativi mettono a disposizione browser di prim’ordine: le differenze tra Google Chrome e Safari sono marginali e riguardano più che altro l’interfaccia grafica, che avvantaggia leggermente Safari grazie alla funzione “elenco lettura”.


FOTOCAMERA E APPLICAZIONI

Anche a livello applicativo iOS 7 e Android si equivalgono: più organica la scelta di app garantita dal primo, più ampia quella offerta dal secondo.

Fotocamera e Galleria sono molto più semplici da utilizzare su iOS 7, grazie a un’interfaccia scarna e intuitiva (seppur ricca di funzionalità). L’organizzazione dei file multimediali è simile sui due sistemi: entrambi permettono di classificare foto e video in base a data e luogo di acquisizione.

(St.S.)

TV

Anticipazioni Un Posto al Sole: da lunedì 5 a venerdì 9 dicembre 2016

Scopriamo cosa ci riservano le trame della soap Un Posto al Sole per la prima settimana del mese di dicembre.

TV

Anticipazioni Il Segreto: da lunedì 5 a sabato 10 dicembre 2016

Scopriamo le anticipazioni della soap Il Segreto per la prima settimana di dicembre.

Gossip

Uomini e Donne: Riccardo spiazza tutti e sceglie Camilla. Martina accusa la coppia di falsità

Nel corso della registrazione di Venerdì 3 Dicembre, c’è stata un’altra scelta, questa volta a sorpresa. Riccardo Gismondi è uscito dal programma di Maria De Filippi […]

TV

Anticipazioni Una Vita: da lunedì 5 a venerdì 9 dicembre 2016

Scopriamo cosa ci riservano le puntate della soap Una Vita, per questa prima settimana del mese di dicembre.

Gossip

Uomini e Donne, trono gay, Claudio ha scelto Mario e commenta su Instagram” “Sedersi e avere un unico pensiero. Fantastico”

Venerdì 2 Dicembre, si è registrata la puntata della scelta di Claudio Sona. Il tronista diviso tra i due pretendenti Francesco Zecchini e Mario Serpa, sceglie Mario!  Si è […]

TV

Anticipazioni Beautiful: da lunedì 5 a sabato 10 dicembre 2016

Tutte le anticipazioni della soap Beautiful per la prima settimana di dicembre…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag