Werner Herzog: la forza del cinema

Sulfureo, visionario, grandioso, geniale, tra i più geniali uomini di cinema. Werner Herzog, recentemente inserito da Time Magazine nell’elenco dei cento uomini più influenti al […]

Sulfureo, visionario, grandioso, geniale, tra i più geniali uomini di cinema. Werner Herzog, recentemente inserito da Time Magazine nell’elenco dei cento uomini più influenti al mondo (in lista solo un altro tedesco, la cancelliera Angela Merkel) sarà il presidente di giuria della sessantesima Berlinale, in programma dall’11 al 21 febbraio prossimi.

Ad annunciarlo è stata la stessa organizzazione del festival: “I film di Herzog rappresentano la forza artistica del cinema” ha commentato il direttore della rassegna, Dieter Kosslick , sottolinenado tutta la soddisfazione di ritrovarsi in squadra il maestro. Per la cronaca, l’anno scorso presidente della giuria internazionale fu l’attrice inglese Tilda Swinton. “Vivo in America ma mi considero sempre un tedesco”, disse qualche tempo fa il regista ed infatti ha regalato la sua intera collezione di fotografia, poster, film e materiale cinematografico vario al
Deutsche Kinemathek – Museum für Film und Fernsehen.

Lo si ama o lo si detesta, il cinema di Herzog non può conoscere le mezze misure, nè l’indifferenza. 50 anni di carriera per 50 film che (hanno influenzato intere genrazioni di filmmakers) cui vanno aggiunti documentari, regie d’opera (è stato anche a La Scala di Milano), libri ed anche docenze, in quella scuola di cinema da lui stesso fondata, la Rogue Film School. herzog
Al suo debutto ai lungometraggi con “Segni di vita” (1968), vinse l’orso d’argento di Berlino come migliore opera prima da allora in poi le sue visioni, ma anche i suoi documentari hanno aggiunto pagine fondamentali alla storia del cinema e tanti premi in bacheca.

È del 1972 Aguirre, furore di Dio, che, nonostante lo scarso successo col tempo è diventato un grande classico, assieme all’epico Fitzcarraldo, (1982)- il suo film più famoso. E in questo tempo dominato dalla moda dei vampiri, come non ricordare Nosferatu il Principe della notte e poi i documentari, come i recenti Grizzly Man (2005) e Incontri alla fine del mondo (2007), oppure, tornando indietro di qualche anno, Il mio migliore amico, dedicato a Klaus Kinski, il suo attore “feticcio”. Un salto fino ad oggi, Herzog ha 67 anni ma la vena sembra essere quella dei tempi migliori. All’ ultima mostra di Venezia è arrivato (caso unico) con ben due opere: Il cattivo tenente con Nicholas Cage, perfidamente ironico ed erroneamente ritenuto un remake del film di Abel Ferrara del 1992 e  My Son, My Son, What Have Ye Done “storia di un mito antico e di una moderna follia”.

Un lieto fine? Magari l’Oscar alla carriera. E sarebbe il caso.

Gossip

Ludovica Valli ha un nuovo fidanzato? Pioggia di critiche per l’ex tronista

Dopo aver dichiarato di voler voltare pagina e ammesso la fine della relazione con Fabio Ferrara, Ludovica Valli alimenta i sospetti su un nuovo, presunto fidanzato, […]

TV

Francesco – Il Papa della gente: 7 e 8 dicembre 2016 su Canale 5

Arriva su Mediaset la miniserie dedicata al pontefice Jorge Mario Bergoglio firmata dal regista Daniele Luchetti.

Gossip

Madonna contro Lapo Elkann durante un’asta benefica

“La macchina è stata arrestata con il suo proprietario. Questi sono i problemi dei ricchi“.  L’ironia di Madonna che lo scorso 3 dicembre ha organizzato un […]

Film

I 10 film che hanno influenzato Rogue One: A Star Wars Story

Su un film importante come Rogue One: A Star Wars Story è stato detto di tutto, e chi ha voluto ad ogni costo collocarlo all’interno […]

TV

Discovery Italia: la programmazione natalizia

Tutte le proposte natalizie per il 2016 del gruppo Discovery. Da Roberto Saviano con “Imagine”, passando per il film “Unto e bisunto – La vera storia di Chef Rubio”, fino a “Natale a casa Real Time”…

Gossip

Lady Gaga confessione shock: Soffro di disturbi mentali

In seguito alla violenza sessuale subita all’età di 19 anni, Lady Gaga ha confessato al Today Show in onda sull’emittente statunitense Nbc,  di aver incontrato recentemente una comunità LGBT […]

2 commenti su “Werner Herzog: la forza del cinema”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag