“The girlfriend in a coma”, il MAXXI dice no alla prima: “E’ un film politico”

“The Girfriend in a coma” potrebbe turbare la serenità degli elettori, la prima al MAXXI slitterà

“Il MAXXI è un’istituzione pubblica nazionale vigilata dal Ministero dei Beni Culturali e, secondo una prassi consolidata e già attuata in altre occasioni, in campagna elettorale non può ospitare manifestazioni che, seppur promosse da soggetti esterni, a qualunque titolo potrebbero essere connotate di valenza politica.  Dal 26 febbraio, finita la campagna elettorale, il MAXXI sarà ben felice di ospitare qualunque manifestazione culturale; inclusa naturalmente la proiezione del documentario di Bill Emmott”. Con questa nota il Museo delle Arti del XXI secolo motiva lo stop imposto alla presentazione di The Girlfriend in a coma, il documentario col quale il giornalista inglese, già direttore de L’Economist (sua la celebre copertina di Berlusconi “inadatto” a governare), e opinionista de La Stampa, denuncia con la filmmaker Annalisa Piras lo stato di degrado dell’Italia, definita appunto “la fidanzata in coma”. Emmott si dice «attonito davanti a questa terribile e calzante dimostrazione della tesi centrale di “Girlfriend”, cioè, che il declino italiano stia rapidamente giungendo al punto di non ritorno» .

Credevamo d’avere toccato il minimo quando da Montecitorio era giunta la proposta di posticipare Sanremo perchè il festival della canzone avrebbe potuto interferire con le elezioni, avevamo riso (amaramente) del grottesco della situazione; oggi quest’altra “bastonata” agli italiani, alla libertà d’espressione, alla capacità di discernimento degli elettori che la politica dovrebbe almeno fingere di considerare.

«L’abuso, letteralmente la sospensione della cultura e della libertà della parola per semplice convenienza elettorale, senza nemmeno il conforto di una legge, è tale da togliere il fiato» dicono gli organizzatori, che invitano «i twitterati a twitterare, i facebookers a bookerare e chiunque ad alzare la propria voce».  Il documentario in fondo si configura come una dichiarazione d’amore per questo paese, denunciando uno stallo politico, culturale, sociale preoccupante: «Gli italiani stessi forse non se ne rendono conto, ma il loro è un Paese chiave per tutto l’Occidente – per certi versi ne definisce l’anima – e il collasso visibilmente in corso è una tragedia che pagheremo tutti, nei decenni e forse nei secoli» afferma il giornalista che nle film intervista numerose personalità della cultura, della politica, dell’economia, della società civile. (a.d)

 

 

TV

Anticipazioni Il Segreto: Francisca e Aurora si contendono Beltran

Dopo la morte di Bosco vedremo Francisca e Aurora combattere per la custodia di Beltran.

Gossip

Uomini e Donne: Luca Onestini è il nuovo tronista !

Ad appena due settimane dalla scelta di Clarissa Marchese e dopo la conclusione di tutti i troni in corso (Riccardo, Claudio D. e Claudio S.) […]

Gossip

Justin Bieber smentisce il matrimonio con Selena Gomez: “Sono single, non cerco nessuno”

Justin Bieber, ospite nel noto talk-show statunitense, The Ellen DeGeneres Show, smentisce seccamente le presunte nozze con la sua storica ex, Selena Gomez. I tabloid statunitensi avevano […]

TV

Caterina Balivo accende l’albero di Detto Fatto per beneficenza

Caterina Balivo porta lo sfavilante Buon Natale di Detto Fatto ai bambini ricoverati nella clinica pediatrica De Marchi.

Gossip

Ludovica Valli ha un nuovo fidanzato? Pioggia di critiche per l’ex tronista

Dopo aver dichiarato di voler voltare pagina e ammesso la fine della relazione con Fabio Ferrara, Ludovica Valli alimenta i sospetti su un nuovo, presunto fidanzato, […]

TV

Francesco – Il Papa della gente: 7 e 8 dicembre 2016 su Canale 5

Arriva su Mediaset la miniserie dedicata al pontefice Jorge Mario Bergoglio firmata dal regista Daniele Luchetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag