Cannes 2014, i film che potrebbero esserci

E’ partita la caccia al film di Cannes 2014, 67esima edizione del Festival cinematografico più atteso della galassia in programma dal 14 al 25 maggio. Un mix tra Hollywood e cinema d’autore è quello che cinefili e critica si aspettano tradizionalmente dal programma, e in attesa della conferenza stampa che lo annuncerà, tra circa un mese, si provano a immaginare i possibili titoli in scaletta

Un’avvertenza, potrebbe essere l’anno di Cannes senza italiani in concorso. I registi cari al festival come Nanni Moretti, Marco Bellocchio, Matteo Garrone e Paolo Sorrentino (che sono gli ultimi italiani in concorso) sono al lavoro sulle nuove opere e per maggio saranno ancora in alto mare. Qualche possibilità in più potrebbe esserci per Body Art, il film “americano” di Luca Guadagnino  con David Cronenberg nelle vesti di attore. E con la scelta di Virzì per Toronto risulta difficile ipotizzare altre possibilità, ma si spera.

 

David Cronenberg

David Cronenberg a Venezia

Torniamo a Cronenberg, perché il regista di Cosmopolis è uno dei nomi più gettonati col suo Maps to the Stars (Mappe per le stelle) che vede ancora protagonista Robert Pattinson. Si tratta di un’inquietante storia di fantasmi dove due attori-bambini dalla vita rovinata dal cinema in una Hollywood straboccante di egoisti, manipolatori e servi.  Nel cast anche  Julianne Moore, John Cusack e Mia Wasikowska .

Certezze al momento ben poche, sappiamo solo che il biopic su Grace KellyGrace of Monaco” sarà il film di apertura ma i bene informati danno per abbastanza sicura la presenza di  Lars von Trier con Nymphomaniac Volume II, a sugellare la pace tra il festival e l’autore danese “espulso” nel 2011 per un’infelice (anzi infelicissima) esternazione filo nazista. Tutto il resto è congettura, ma vediamo.

.

fratelli Dardenne

fratelli Dardenne

The Blue Room di Mathieu Amalric, dovrebbe esserci. Il vincitore del premio alla regia nel 2010, porta una storia basata su un romanzo di Georges Simenon, un thriller psicologico sulla vita di due adulteri in una piccola città.  Tra i beniamini di Francia, quasi certa la presenza di Olivier Assayas con Clouds of Sils Maria. Nel film Juliette Binoche è un’attrice in dissolvenza che entra in crisi quando una giovane star (Chole Grace Moretz) interpreta il remake del suo ruolo più famoso. Rimanendo al cinema di lingua francese Due giorni, una notte dei fratelli Dardenne potrebbe essere in lizza. I registi belgi, vere e proprie bandiere di Cannes hanno vinto la Palma d’Oro due volte, oltre al premio per la migliore sceneggiatura e il premio della giuria. Marion Cotillard ha il ruolo della protagonista, una donna che rischia di perdere il lavoro.

Tra gli eroi di Cannes impossibile non citare Woody Allen, il suo Magic in the Moonlight
(Magia al chiaro di luna) è girato in Francia, c’è da verificare quanto il festival sarà turbato dalla girandola di accuse e contro accuse sulla sua vita privata.  Per la categoria mostri sacri, altro nome evocato è quello di Ken Loach, al suo ultimo film dopo l’annuncio che si dedicherà ai documentari. Il regista britannico col suo Jimmy’s Hall (14mo film realizzato con lo sceneggiatore Paul Laverty) è la storia di un comunista irlandese tornando a casa dopo un esilio decennale per riaprire la sua sala da ballo.  Tifiamo per la sua presenza.

Ken Loach

Ken Loach

Restiamo in tema mostri sacri con Terrence Malick ed il suo Knight of Cups (Cavaliere di Coppe), il “misterioso” regista, come sempre lascia trapelare pochissimo delle sue storia, per l’occasione si sa che si tratta di “un uomo che riflette su una serie di rapporti con le belle donne ” . Sappiamo che l’uomo è Christian Bale e alcune delle donne sono Natalie Portman , Cate Blanchett e Imogen Poots. Malik è anche famoso per le sue scadenze “prolungate”, dunque il film potrebbe davvero non essere pronto.

 

Far from the Madding Crowd (Lontano dalla pazza folla) del danese Thomas Vinterberg con “A Pigeon Sat on a Branch Reflecting on Existence” (Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza) dell’eccentrico svedese Roy Andersson, potrebbero rappresentare sulla Croisette il cinema nordeuropeo. Vinterberg porta un adattamento del classico romanzo di Thomas Hardy, già girato da John Schlesinger nel 1967. Nel cast: Carey Mulligan, Michael Sheen, Tom Sturridge e Matthias Schoenarts. Il film di Andresson è la parte finale di una trilogia, ci si aspetta una storia surreale e malinconica popolata da figure grottesche e cupe.

Ryan-Gosling

Ryan-Gosling

E a proposito di strane figure, How to Catch a Monster (Come catturare un mostro), è il film che segna l’esordio alla regia di un beniamino della Croisette, Ryan Gosling, già osannato al Grand Palais du cinema per il suo ruolo in Drive e tornato a Cannes con Dio solo perdona. Come prendere un mostro è la storia di una madre e di un figlio in viaggio verso un’Atlantide da incubo. Nota: Gosling non appare.
Evocato anche Birdman del messicano Alejandro González Iñárritu, già applaudito a Cannes 2010 con Biutiful. Una satira in lingua inglese sulla fama e le sue conseguenze. Michael Keaton, è il protagonista nel ruolo di un attore di mezza età che lotta per scrollarsi di dosso il suo vecchio ruolo di supereroe. Emma Stone e Naomi Watts completano il cast .
Il regista turco Nuri Bilge Ceylan sin dal suo primo film, nel 2002, non è mai mancato a Cannes. La tradizione potrebbe essere confermata con Winter Sleep, film girato in Anatolia del quale si sa quasi nulla.

Anche il thailandese Apichatpong Weerasethakul, vincitore della Palma d’oro nel 2010 con “Uncle Boonmee Who Can Recall His Past Lives” (lo zio Boonme ricorda le sue passate vite)
potrebbe tornare con Cemetery of Kings (Cimitero dei Re), una favola misteriosa e dalle svolte surreali, si tratta – pare – della storia di un gruppo di soldati sopraffatti dalla malattia del sonno.

MALEFICENT

Ultima dritta (i nomi che girano sul web sono in realtà molti di più, ci siamo limitati ai papabili) è per Maleficent ( Malefica), la produzione Disney  diretta dal production designer due volte premio Oscar Robert Stromberg (Avatar, Alice in Wonderland), al suo debutto come regista. E’ la storia inedita di Malefica, la leggendaria strega del classico Disney La Bella Addormentata nel Bosco, ed esplora la vicenda del tradimento da lei subito, che le ha indurito il cuore. Spettacolare live action con Angelina Jolie come “padrona di tutti i mali” e Elle Fanning come sfortunata principessa Aurora. Sarà in sala il 30 maggio, giusto in tempo per Cannes, dove magari potrà andare in anteprima fuori concorso.

 

Gossip

Uomini e donne: Sonia Lorenzini è la nuova tronista

L’ex corteggiatrice di Claudio D’Angelo, sale sul trono: è Sonia Lorenzini la nuova tronista ! La bella 27 anni di Mantova, chiuso definitivamente il capitolo Claudio, è […]

Gossip

Uomini e donne, oggi la scelta finale di Claudio D’Angelo: il tronista ritorna in trasmissione.

Colpo di scena a Uomini e Donne, il tronista Claudio D’Angelo che nell’ultima puntata aveva annunciato di voler abbandonare il programma, è tornato nella trasmissione con […]

Gossip

Bufera su Jennifer Lawrence: “Mi sono grattata il sedere su alcune rocce sacre”, video

L’attrice Jennifer Lawrence,  ospite nel programma britannico al “The Graham Norton Show”, racconta di un prurito inarrestabile al sedere, placato da una grattata su alcune rocce […]

Film

Riccardo e la dedica a Camilla su Instagram: “Questo cielo è per te”

“…Ti dedico il cielo sopra Roma…” Questa la dedica dell’ex tronista Riccardo Gismondi a Camilla Mangiapelo sul profilo ufficiale Instagram dell’ex tronista. Al momento i due ragazzi […]

TV

Bake Off Italia presenta una Celebrity Edition

Stasera, 9 dicembre 2016, Real Time presenta una speciale puntata con tanti protagonisti Vip.

Film

Gli attori pagati troppo del 2016: in testa per il secondo anno consecutivo Johnny Depp

Come ogni anno, il magazine Forbes ha stilato la lista degli attori meno redditizi del cinema. Al primo posto, ancora una volta, Johnny Depp. La […]

Un commento su “Cannes 2014, i film che potrebbero esserci”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag