Anita B: Roberto Faenza torna con una storia sul dopo Shoah

Sarà nelle sale da giovedì 16 gennaio Anita B, l nuovo film di Roberto Faenza, tratto dal romanzo di Edith Bruck “Quanta stella c’è nel cielo” (Garzanti). Un film sul dopo Shoah, ovvero sulla diffcoltà della vita dopo la morte

Considero Anita B. il mio film più controcorrente, persino in maggiore misura del pluri-censurato Forza Italia! In un periodo in cui il cinema sempre più si affida a un mondo irreale fatto di universi inesistenti e roboanti effetti speciali, questa storia guarda ai suoi protagonisti con pudore e discrezione, quasi in punta di piedi”, afferma Faenza nelle note di regia. “È stato Furio Colombo a suggerirmi di leggere il libro.- dice – Un po’ mi spaventava una storia così forte. Quando ho finito di leggerlo, ho avuto una crisi di pianto. Mi ha AnitaB_100x140_postersconvolto”.

 

La storia della sedicenne Anita (alla quale il regista ha voluto aggiungere la lettera B. per rendere omaggio all’autrice del racconto, Edith Bruck) comincia con la liberazione del campo di sterminio di Auschwitz. Qui comincia la sua storia, qui comincia la sua vita segnata dal “dopo”.

 

La giovane è accolta dall’unica parente rimasta viva: la zia Monika, sorella di suo padre, che vive l’arrivo della nipote come un peso. A Zvikovez, tra le montagne della Cecoslovacchia non lontane da Praga, Monika vive con il marito Aron, il figlioletto Roby e il fratello di Aron, il giovane e attraente Eli, la cui filosofia è spiccia: “gli uomini tirano giù i calzoni, mentre le donne pensano all’amore”. In quel villaggio dei Sudeti, territori in precedenza occupati dai tedeschi, i nazisti vengono rimpatriati a forza e gli scampati trasferiti nelle loro abitazioni, in una situazione di crescente tensione con l’avvento del comunismo.

Attorno ad Anita, uomini e donne vogliono dare un calcio al passato, ballare, divertirsi, ascoltare di nascosto le canzoni americane trasmesse oltre cortina dalla Voice of America. Anita sogna come tutti, ma a differenza degli altri non nasconde l’anima.

La ragazza è combattiva e piena di entusiasmo. La sua forza viene dal ricordo dei genitori persi nel lager. Ma nella nuova casa si trova ad affrontare una realtà inaspettata: nessuno, neppure Eli, con cui scoprirà l’amore, vuole ricordare il passato. E il più grande tabù è proprio l’esperienza del campo, quasi fosse qualcosa di cui vergognarsi.

Quando Anita tenta di smontare quella difesa collettiva si trova davanti un muro di silenzi. Così, se vuole parlare di ciò che ha passato, può farlo solo con il piccolo Roby, che ha appena un anno e non può capire.

Nella mescolanza di popoli e lingue che confluiscono attorno a Praga, Anita si confronta con personaggi indimenticabili: il vulcanico zio Jacob, coscienza critica della comunità ebraica ed estroso musicista nella festa del Purim; Sarah, la dinamica “traghettatrice” armata di pistola, che organizza l’esodo verso la Palestina; il giovane David, rimasto orfano per la tragica scelta dei genitori, con cui inizia una toccante amicizia.

Improvvisamente, Anita si trova catapultata in una situazione imprevista, che la pone di fronte a una decisione che richiede coraggio. E il film si chiude con un inatteso colpo di scena. Un viaggio verso il passato con un solo bagaglio: il futuro”, è la frase con cui si chiudono gli ultimi fotogrammi.

 

 

I due protagonisti di Anita B sono Eline Powell, giovanissima attrice stata scoperta da Dustin Hoffman, per il film da lui diretto, Quartet. Robert Sheehan, che interpreta Eli, è l’idolo dei teenager di tutto il mondo per la sua interpretazione in Misfits (serie tv inglese di genere adolescenziale e fantastico su un gruppo di ragazzi costretti ai lavori socialmente utili dopo essere stati arrestati per crimini minori). Partecipano al cast altri attori noti, come l’inglese di origine italiana Nico Mirallegro, l’attrice ungherese Andrea Osvart, l’italo canadese Antonio Cupo, Clive Riche, e poi Moni Ovadia, Jane Alexander (già tra i protagonisti di Prendimi l’anima) e la giovane attrice pianista Guenda Goria. (r.v)

TV

Anticipazioni Beautiful: da lunedì 5 a sabato 10 dicembre 2016

Tutte le anticipazioni della soap Beautiful per la prima settimana di dicembre…

TV

Anticipazioni Una Vita: quale sarà il destino di German?

German e Manuela sono morti, eppure anticipazioni spagnole fanno sperare in un ritorno della Manzano, cosa ne sarà invece del suo amato Medico?

Gossip

L’ultima esterna di Claudio e Mario: video

Claudio e Mario “paparazzati” da una fan nell’ultima esterna insieme a Napoli. L’esterna è stata registrata tre giorni fa, i due ragazzi erano nel capoluogo campano […]

TV

Il Segreto Anticipazioni Spagnole: Francisca ha ucciso Salvador Castro

Anticipazioni provenienti dalla Spagna scagionano Soledad, non è lei ad aver ucciso Salvador Castro…

Gossip

Nove mila euro alla Arcuri per accendere un albero di Natale

Sarà Manuela Arcuri la madrina per l’accensione dell’Albero di Natale a Salerno. Un evento tradizione che da il via ai festeggiamenti pubblici organizzati nella città ogni […]

Musica

Tiziano Ferro raddoppia i concerti a Roma e Milano

Il 2017 segnerà l’atteso ritorno live di Tiziano Ferro. Dopo il grande tour negli stadi italiani e nei palazzetti europei del 2015, Tiziano torna finalmente […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag