Spoleto 56 Festival dei 2Mondi, attesa per lo spettacolo di Robert Wilson con Mikhail Baryshnikov e Willem Dafoe

Oggi al via Spoleto56 – Festival dei 2Mondi con un cartellone ricco di 29 spettacoli, 120 alzate di sipario, 2 rassegne cinematografiche, laboratori teatrali, mostre, concorsi, premi. Tra gli spettacoli più attesi The Old Woman

Metti assieme un mito del teatro sperimentale come Robert Wilson, un’icona della danza come Mikhail Baryshnikov, e un attore gigantesco come Willem Dafoe, aggiungici il testo di un genio morto troppo giovane per poter sbagliare, come il russo Daniil Kharms e l’opera d’arte è servita. The Old Woman, in scena a Spoleto il 12, 13 e 14 luglio.

Brevissime le note uscite su questo lavoro co-prodotto tra gli altri da Manchester International Festival, Spoleto56 Festival dei 2Mondi e Théatre de la Ville-Paris/Festival d’Automne à Paris,

Nato dalla collaborazione di Wilson con Mikhail Baryshnikov, che lo interpreta assieme a Willem Dafoe, The old woman è un adattamento del lavoro più lungo scritto dal russo Daniil Kharms. “Nato a San Pietroburgo nel 1905, Kharms venne perseguitato dal regime stalinista per gran parte della sua vita, e infine fu arrestato, imprigionato e ucciso all’età di 36 anni dai soldati sovietici nei gulag. La brevità biografica in Kharms trova un parallelo nella brevità dei suoi scritti dell’assurdo, alcuni dei quali della lunghezza di poco più di un paragrafo. L’unica eccezione è The old woman, una novella oscura, geniale e ingegnosamente politica, scritta negli anni ’30. Con rimandi a Beckett e Ionesco nella sua narrazione impassibile, The old woman è probabilmente il capolavoro di uno dei più grandi autori russi d’avanguardia, che racconta la storia di uno scrittore tormentato, che non riesce a trovare pace con se stesso”.

Sono interessato solo al nonsense, solo a ciò che non ha alcun senso pratico. Io sono interessato alla vita solo nella sua manifestazione assurda“, scriveva Kharms nel suo essere poeta, scrittore di racconti, drammaturgo e rappresentante delle tendenze d’avanguardia della letteratura sovietica. Durante i suoi anni di vita l’autore fu più noto per le sue storie divertenti per bambini ma altre sue opere, ben custodite in archivi privati, sono state riscoperte alla fine del 1960 e oggi la sua fama si basa principalmente sui suoi pezzi sperimentali, sulla sua prosa dell’assurdo. E così usò la sua scrittura come critica ai grandi autori russi delle generazioni precedenti come Aleksander Puskin, Gogol, e Lev Tolstoj e soprattutto per esplorare le sue ansie, legate all’infanzia, alla vecchiaia, alla violenza immotivata che emerge dal quadro quotidiano della sua letteratura.

E non ci resta che aspettare la prima di Spoleto per capire come i tre grandi di cui sopra avranno trattato il delicato materiale di Daniil Kharms.  (a.d)

© Riproduzione riservata

Entertainment

Anticipazioni Il Segreto: dal 25 al 30 luglio

Tutte le anticipazioni della soap più amata di Canale 5 per la quarta settimana di luglio.

Entertainment

Anticipazioni Cherry Season dal 25 al 29 luglio

Tutte le anticipazioni per la quarta settimana della soap turca Cherry Season.

Entertainment

Anticipazioni Beautiful dal 25 al 29 luglio

Tutte le anticipazione della soap opera americana più longeva di Canale 5, per la quarta settimana di luglio…

Entertainment

Anticipazioni Il Segreto: Ines finisce in carcere

Dopo il rapimento del piccolo Beltran Ines verrà incarcerata, ma Fe è pronta a difenderla dimostrando l’infertilità di Amalia…

Entertainment

Il Segreto Anticipazioni: Bosco e Ines, è ancora amore!

Ines si reca a El Jaral preoccupata della salute di Beltran, ma la vicinanza tra i due ex- amanti riaccenderà la fiamma.

Entertainment

Il Segreto anticipazioni febbraio 2016: il mistero della foto di Pepa

Nelle puntate dei primi di febbraio de Il Segreto vedremo Mariana trovare una misterioso foto identica a Pepa. Sarà davvero lei?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag