“Vita e morte a Pompei ed Ercolano”: la mostra dell’anno del British Museum, diventa film e arriva in sala

Arriva nelle sale italiane il 25 e il 26 novembre prossimi il primo evento cinematografico prodotto dal British Museum, uno sguardo sulla straordinaria mostra Life and death in Pompeii and Herculaneum, ospitata al British Museum di Londra dal 28 marzo al 29 settembre 2013, diventata un vero e proprio film

Difficile dire se prevalga il rammarico per non aver ospitato in Italia una straordinaria mostra fatta coi nostri reperti e realizzata con la stretta collaborazione della Soprintendenza Pompei_01archeologica di Napoli e Pompei, o se il sentimento debba volgere al compiacimento, per una storia che ci appartiene, malgrado noi e la nostra incuria. Vita e morte a Pompei ed Ercolano, s’intitolava la mostra blockbuster che ha riportato – dopo 40 anni – le città vesuviane sulla scena dei grandi eventi londinesi, concentrandosi non sulla grande storia ma sulla minima quotidianità di quegli abitanti di duemila anni fa. Che è la vera eccezionalità tramandata dalle città vesuviane, dove in luogo di tesori faraonici e tombe monumentali, lava e cenere hanno conservato pezzi di pane e culle, muri imbrattati da graffiti e oscenità, lupanari e case “oneste”, ville magnifiche e bettole, e strade, affreschi, papiri e migliaia e migliaia d’oggetti d’uso comune a ricostruire la storia di uomini e donne la cui vita s’è interrotta e cristallizzata in un giorno (o una notte) di agosto del 79 dopo Cristo. A raccontare queste vite sono stati 450 oggetti di grande fascino, frutto sia delle recenti scoperte sia dei celebri ritrovamenti risalenti agli scavi più antichi. 450 oggetti per uno spettacolo che prende forma nella parole del direttore del British Museum, Neil MacGregor, accompagnato da esperti che restituiranno in qualche modo la vita a questi straordinari manufatti, grazie anche alla potenza evocatrice di musiche, poesie e “testimonianze” dell’epoca.

Concentrandosi sulle persone comuni della società romana e mettendo per una volta da parte imperatori, gladiatori e legionari a favore di uomini d’affari, donne potenti, schiavi affrancati e bambini, la mostra ha eletto testimoniale d’eccezione il fornaio Terentius Neo e sua moglie. Sono i loro i volti ritratti in uno straordinario affresco che li mostra con in mano delle opere scritte, una sorta di attestato della loro cultura.

Il viaggio prosegue percorrendo una strada romana ed entrando in una casa del posto, visitando l’atrio, la camera da letto, la cucina, la sala da pranzo, il soggiorno e il giardino. Tutto questo, sotto la guida di grandi esperti, tra cui il curatore della mostra Paul Roberts, la professoressa dell’Università di Cambridge Mary Beard e lo storico Bettany Hughes, senza dimenticare le interviste allo chef italiano Giorgio Locatelli e all’esperta di giardini Rachel de Thame.

La grande attenzione posta sulla vita domestica, permette di prendere degli oggetti quotidiani e renderli degni di un museo: gioielli, sculture, rilievi di marmo, pannelli di avorio, mosaici, utensili per cucinare e addirittura del cibo, un “famoso” pezzo di pane rimasto intatto. E poi arnesi di legno carbonizzati dalla cenere che ha ricoperto Ercolano. Reperti estremamente rari che a Pompei non sono stati recuperati, tanto da dimostrare quanto sia importante mettere assieme i ritrovamenti di queste due città. Una cassapanca per la biancheria, uno sgabello intagliato e anche la panchina di un giardino. Forse, l’oggetto più impressionante e commovente è la culla di un bambino, che può ancora dondolare. In tutto, sette esemplari di mobili di legno di Ercolano sono stati prestati dalla Soprintendenza archeologica di Napoli e Pompei, dando vita a una collaborazione senza precedenti.

Ma la vera misura della tragedia, il senso di compassione più profondo, nonostante i duemila anni passati, lo destano i calchi in gesso dei fuggitivi colti dalla colata infucata del Vesuvio. L’occhio della telecamera cattura anche questi e li riporta al pubblico. Così, troviamo una famiglia immortalata nel suo ultimo spaventato e amorevole abbraccio: due adulti e due bambini, colti nei loro ultimi momenti di vita sotto le scale della loro magnifica casa. E l’esempio più celebre di questi calchi, il cane alla catena, consegnato all’eternità dall’ira del vulcano.

Pompei-Live-TWO_-218

L’evento cinematografico è stato girato in alta definizione al British Museum il 18 giugno del 2013, a portarlo in Italia è Microcinema, la società di distribuzione che già porta in sala alcuni dei più importanti palcoscenici del mondo: Metropolitan Opera di New York, Teatro Alla Scala di Milano, Opéra National de Paris, Gran Teatro La Fenice di Venezia, Maggio Musicale Fiorentino e Festival Pucciniano di Torre del Lago.

Un film da vedere? Sicuramente, ma come antipasto: nulla può sostituire una visita personale ai siti vesuviani (e non solo a Pompei, ma anche Ercolano, Oplontis e Stabiae) e in quello scrigno di meraviglie che è il museo archeologico di Napoli, che gran parte dei tesori sepolti dal Vulcano e riemersi dalla terra già nel XVIII secolo. (a.d)

 

 

 

TV

Anticipazioni Un Posto al Sole: da lunedì 5 a venerdì 9 dicembre 2016

Scopriamo cosa ci riservano le trame della soap Un Posto al Sole per la prima settimana del mese di dicembre.

TV

Anticipazioni Il Segreto: da lunedì 5 a sabato 10 dicembre 2016

Scopriamo le anticipazioni della soap Il Segreto per la prima settimana di dicembre.

Gossip

Uomini e Donne: Riccardo spiazza tutti e sceglie Camilla. Martina accusa la coppia di falsità

Nel corso della registrazione di Venerdì 3 Dicembre, c’è stata un’altra scelta, questa volta a sorpresa. Riccardo Gismondi è uscito dal programma di Maria De Filippi […]

TV

Anticipazioni Una Vita: da lunedì 5 a venerdì 9 dicembre 2016

Scopriamo cosa ci riservano le puntate della soap Una Vita, per questa prima settimana del mese di dicembre.

Gossip

Uomini e Donne, trono gay, Claudio ha scelto Mario e commenta su Instagram” “Sedersi e avere un unico pensiero. Fantastico”

Venerdì 2 Dicembre, si è registrata la puntata della scelta di Claudio Sona. Il tronista diviso tra i due pretendenti Francesco Zecchini e Mario Serpa, sceglie Mario!  Si è […]

TV

Anticipazioni Beautiful: da lunedì 5 a sabato 10 dicembre 2016

Tutte le anticipazioni della soap Beautiful per la prima settimana di dicembre…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag