Valutate da Christie’s le opere del museo di Detroit

Apre a molte riflessioni la valutazione che Christie’s ha fatto delle opere del Detroit Institute of Arts, il museo americano che potrebbe contribuire al risanamento del default cittadino mettendo in vendita i propri tesori. Con un prezzo compreso tra i 12 ed i 20 milioni di dollari, ad esempio, qualcuno potrebbe portare a casa uno schizzo di Michelangelo per la Sistina

La penosa vicenda del Detroit Institute of Arts ( DIA ) e della sua raccolta d’arte, l’abbiamo raccontata qui. Ora s’apre un nuovo capitolo: Christie’s, come annunciato nei mesi scorsi, ha infatti valutato quelle opere acquisite direttamente con i fondi della città . La relazione sullo studio (anticipato dal Detroit Free Press) apre a letture interessanti, ad esempio, si nota tutta la discrepanza tra i pittori moderni, quelli più apprezzati dal mercato, e i maestri antichi. Complessivamente la casa d’aste ha valutato il 5% della collezione del DIA, ovvero 2773 pezzi degli oltre 66mila che conta, e tra quelli presi in esame, almeno 2700 hanno una valutazione superiore al milione di dollari. In totale, da un’ipotetica asta delle 2773 opere d’arte, si potrebbero ricavare tra i 454 e gli 867 milioni di dollari (da 330 a 629 milioni di euro). Nella categoria “antichi maestri della pittura”, troviamo 55 opere al prezzo complessivo compreso tra i 222 e 417 milioni di dollari (161,3 – 302.900.000 euro) .

Il pezzo più costoso della collezione è Il Ballo di nozze di Pieter Bruegel il Vecchio . Il valore del mercato sarebbe tra i 100 e 200 milioni di dollari (72,6 – 145.300.000 euro). La seconda e la terza posizione sono occupate rispettivamente da un autoritratto di van Gogh, che supera i 150 milioni di dollari (109.000.000 di euro), e da La Visita di Rembrandt, valutato tra i 50 e i 90 milioni ( 36.3 – 65.400.000 euro ) .
Tra i lavori preferiti dai visitatori del museo, La Finestra di Matisse, potrebbe variare , secondo gli esperti di Christie’s, tra i 40 e gli 80 milioni (29 – 58.100.000 euro) .

Tra i disegni, l’opera più importante è certo lo schizzo su carta di Michelangelo che riprende lo schema per la decorazione della Cappella Sistina. Si potrebbe vendere ad un prezzo compreso tra i 12 e i  20 milioni ( 8,7 e 14.500.000 euro) .

Non è stato valutato invece un ritratto femminile “firmato” Modigliani, esistono troppi dubbi sulla sua autenticità, mentre il gioiello della collezione, Marta e Maria Maddalena, un’opera del Caravaggio, non è stata valutata perché non acquistata coi fondi della città. Tra i reperti antichi, il più prezioso è un torso romano del dio Apollo, stimato tra gli 800.000 e i 2,5 milioni di dollari (581.200 – 1.816.000 euro). (a.d)

 

 

 

 

TV

Anticipazioni Il Segreto: Francisca e Aurora si contendono Beltran

Dopo la morte di Bosco vedremo Francisca e Aurora combattere per la custodia di Beltran.

Gossip

Uomini e Donne: Luca Onestini è il nuovo tronista !

Ad appena due settimane dalla scelta di Clarissa Marchese e dopo la conclusione di tutti i troni in corso (Riccardo, Claudio D. e Claudio S.) […]

Gossip

Justin Bieber smentisce il matrimonio con Selena Gomez: “Sono single, non cerco nessuno”

Justin Bieber, ospite nel noto talk-show statunitense, The Ellen DeGeneres Show, smentisce seccamente le presunte nozze con la sua storica ex, Selena Gomez. I tabloid statunitensi avevano […]

TV

Caterina Balivo accende l’albero di Detto Fatto per beneficenza

Caterina Balivo porta lo sfavilante Buon Natale di Detto Fatto ai bambini ricoverati nella clinica pediatrica De Marchi.

Gossip

Ludovica Valli ha un nuovo fidanzato? Pioggia di critiche per l’ex tronista

Dopo aver dichiarato di voler voltare pagina e ammesso la fine della relazione con Fabio Ferrara, Ludovica Valli alimenta i sospetti su un nuovo, presunto fidanzato, […]

TV

Francesco – Il Papa della gente: 7 e 8 dicembre 2016 su Canale 5

Arriva su Mediaset la miniserie dedicata al pontefice Jorge Mario Bergoglio firmata dal regista Daniele Luchetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag