Una notte al Museo, gli eventi consigliati

Saranno 40 i luoghi statali della cultura aperti al pubblico il 30 novembre per il quinto appuntamento con “Una notte al Museo” l’iniziativa mensile promossa dal Mibact che il sabato sera (ore 20 – 24) offre alla visione decine di luoghi della cultura

In Campania porte aperte al complesso della Reggia di Caserta e, a Napoli, Palazzo Reale, Castel Sant’Elmo ed i musei Archeologico e di Capodimonte. In Emilia Romagna da visitare la Pinacoteca Nazionale di Bologna, l’Archeologico di Ferrara, la Galleria nazionale e al teatro Farnese di Parma; il Museo Nazionale di Ravenna. In Friuli Venezia Giulia, a Trieste, apre il Castello di Miramare, mentre nel Lazio sono aperti il palazzo Farnese di Caprarola e Villa Lante della Rovere, a Viterbo e, a Roma: le Terme di Diocleziano, i palazzi Massimo e Altemps, il museo di Villa Giulia, la GAM, la galleria di Palazzo Barberini, la galleria Borghese e la cripta Balbi. Due i siti aperti a Genova: Palazzo Spinola e Palazzo Reale, mentre in Lombardia si potranno ammirare i capolavori del Palazzo Ducale di Mantova e della Pinacoteca di Brera, a Milano. In Sardegna l’appuntamento è al Museo archeologico di Cagliari, mentre a Firenze porte aperte agli Uffizi, alle Cappelle medicee e alle Gallerie dell’Accademia. Aperta la Galleria nazionale dell’Umbria, a Perugia e a Venezia le gallerie dell’Accademia e Giorgio Franchetti alla Ca d’oro. La Puglia sfoggia tre castelli: lo Svevo a Bari e i castelli di Trani e Cupertino. Torino invece dà appuntamento al Palazzo Reale, alla Galleria Sabauda, all’Armeria Reale, al Museo archeologico e alla Biblioteca monumentale.

Molti dei luoghi indicati propongono per l’occasione visite guidate, eventi di musica, teatro, danza, organizzati da artisti ed associazioni culturali che hanno risposto all’invito della direzione generale per la Valorizzazione (qui l’elenco completo degli eventi).

 

CONSIGLIAMO:

orazio-gentileschi

TORINO, LA SABAUDA – Nella Torino che fa proprio della cultura uno dei motivi del suo sviluppo turistico, d’obbligo una sosta alla Galleria Sabauda. Nella Manica Nuova di Palazzo Reale sono attualmente esposti circa cento capolavori della Galleria inaugurata nel 1832 da Carlo Alberto, in attesa che un nuovo allestimento museale renda fruibili tutte le opere presenti nelle collezioni. Collezioni che raccolgono le più significative opere di scuola piemontese, fiorentina, quasi tutte le opere dei maggiori pittori italiani, un prezioso polittico di Giovanni Canavesio, l’intera collezione Gualino, opere del Mantengna, “La Cena” del Veronese, la struggente Annunciazione di Gentileschi e uno spettacolare quadro di Bernardo Bellotto che riprende fedelmente un panorama di Torino a metà del Settecento.

Nell’ambito dell’iniziativa “Una notte al museo” la Nuova Galleria aprirà in orario serale con una visita libera ai dipinti esposti, i quali realizzati tra XIV e XIX secolo offrono al visitatore un confronto tra la scuola artistica piemontese e le altre scuole sia italiane, sia europee.

http://www.galleriasabauda.beniculturali.it

 

 

NAPOLI, CAPODIMONTE – Viaggio notturno in 4 (e più) fermate è L’iniziativa promossa dal Museo di Capodimonte, curata dagli studenti di Museologia del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Napoli Federico II, con l’obiettivo di offrire ai visitatori la possibilità di compiere un personale e affascinante viaggio notturno all’interno della Reggia di Capodimonte. Ciascuno potrà attraversare il Museo sostando nelle sezioni che meglio rispondono a curiosità o interessi personali: muovendosi liberamente tra le sale, i visitatori verranno accolti all’ingresso di quattro ‘stazioni’ principali e lungo gli ambienti che ne costituiscono le varie tappe, in ognuna delle quali gli studenti supporteranno la visita e offriranno informazioni sulla storia della reggia, le varie collezioni e le singole opere esposte.

 CARAVAGGIO-FLAGELLAZIONE-NAPOLI-CAPODIMONTE

Capodimonte da Reggia a Museo è la prima delle fermate proposte, mirata a illustrare la storia dell’edificio e del suo splendido parco, ma anche la sua precoce vocazione museale, con i diversi allestimenti susseguitisi nel tempo. Tra il primo e il secondo piano del Museo si snodano poi le tappe successive, in un percorso modulare che può essere seguito per intero, oppure scegliendo di dedicare la propria attenzione solo ad alcune sezioni: i grandi capolavori della notissima Collezione Farnese, legata all’azione politica e alle scelte culturali della famiglia, le cui raccolte giunsero a Napoli grazie a Carlo di Borbone; l’Appartamento Reale, dove gli ambienti e gli arredi suggeriscono ancor oggi le atmosfere dei secoli passati, nonostante la reggia non sia più riconoscibile nella sua fisionomia abitativa; la Galleria napoletana, che di per sé costituisce uno straordinario, sorprendente itinerario lungo sei secoli di arte napoletana, ulteriormente arricchito dall’esposizione della collezione d’Avalos. https://www.facebook.com/museodicapodimonte

 

villa-giulia

ROMA, VILLA GIULIA – Quinto e penultimo appuntamento di apertura straordinaria del sabato, dalle 20 alle 24 al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, con l’iniziativa “I cinque sensi più uno: l’olfatto”. Il profumo – sin dall’antichità nobile seduzione dei sensi – coinvolgerà i visitatori in un lungo ed emozionante viaggio nel tempo, tra Egitto ed Etruria. La serata si apre con la presentazione, nella Sala della Fortuna, del libro “Aromi sacri, fragranze profane. Simboli, mitologie e passioni profumatorie nel mondo antico”, di Erika Maderna, edito da Aboca: un appassionante itinerario nel mondo degli aromi e dei profumi nella storia delle civiltà del Mediterraneo antico.

Aboca allestirà anche una postazione olfattiva con erbe officinali ed olii essenziali e farà omaggio, fino ad esaurimento scorte, di una confezione di kyphi, un profumo di origini antichissime realizzato da Aboca Museum e basato su una particolare formula elaborata dal faraone Ramesse III. Nell’antico Egitto con il kyphi si scioglievano, come fossero nodi, i turbamenti e le tensioni della vita di tutti i giorni. Nella stessa Sala della Fortuna sarà anche esposta, per la prima volta al pubblico, una preziosa maschera egizia del VII secolo a.C. dai meravigliosi colori del Sole (oro) e del cielo limpido d’oriente (lapislazzulo).

Ad arriccchire la serata, il Centro di archeologia sperimentale “Antiquitates” di Blera realizzerà, insieme al pubblico presente, un profumo utilizzando essenze antiche della tradizione etrusca che verranno miscelate in specifiche proporzioni, secondo le ricette e le tecniche tramandate dalle fonti antiche.

La serata proseguirà con visite guidate a tema nel Museo alla scoperta dei preziosi vasi da profumo rinvenuti nelle tombe dei principi etruschi. http://www.villagiulia.beniculturali.it

 

d02815e2837181f3a3d3761f2f177fa29075ad95

GENOVA, PALAZZO SPINOLA –  Tutte le sale del Palazzo Spinola di Pellicceria sono comprese nella visita di quella che ora, dopo essere stata una dimora aristocratica per secoli, è una Galleria Nazionale, ma ci sono piccole zone o arredi che normalmente non sono accessibili: per la prima volta, nella serata di sabato 30 novembre, tutto si aprirà.

Saranno proposti quattro itinerari dedicati ciascuno ad un tipo di “scoperta”. Guidati da Farida Simonetti, direttore della Galleria, si apriranno gli stipi rivelando i tanti cassetti nascosti che li costituiscono, scoprendo i segreti e le meravigliose “facciate” interne mai visibili. Per la prima volta sarà possibile visitare il minuscolo ambiente in cui sono ”nascoste” le casseforti del palazzo guidati, in gruppi di quattro persone alla volta, da Matteo Moretti che ne illustrerà le caratteristiche. Graziano Ruffini, docente dell’Università di Firenze e curatore della catalogazione dei libri superstiti della biblioteca Spinola, sceglierà dalle librerie, normalmente visibili soltanto chiuse, alcuni dei volumi più significativi per mostrarne il contenuto a gruppi di 10 persone. Cappelle nascoste dietro i dipinti, passaggi segreti dietro porte a trompe-l’oeil, collegamenti privati dal primo piano nobile al secondo, montacarichi tra cucina e sala da pranzo, botole, grate ed altri segreti illustrati da Arturo Serando.Non è tutto, il resto su www.palazzospinola.it .

 

URBINO, PALAZZO DUCALE – L’evento consiste in un momento di conoscenza dei Sotterranei di Palazzo Ducale aperto a tutti coloro che vorranno visitare la dimora ducale, per scoprirne insieme gli ambienti, la loro funzione e a riviverne “magicamente” atmosfere e dialoghi che qui si svolgevano. www.artimarche.beniculturali.it

 

(g.m)

Film

I 10 film che hanno influenzato Rogue One: A Star Wars Story

Su un film importante come Rogue One: A Star Wars Story è stato detto di tutto, e chi ha voluto ad ogni costo collocarlo all’interno […]

TV

Discovery Italia: la programmazione natalizia

Tutte le proposte natalizie per il 2016 del gruppo Discovery. Da Roberto Saviano con “Imagine”, passando per il film “Unto e bisunto – La vera storia di Chef Rubio”, fino a “Natale a casa Real Time”…

Gossip

Lady Gaga confessione shock: Soffro di disturbi mentali

In seguito alla violenza sessuale subita all’età di 19 anni, Lady Gaga ha confessato al Today Show in onda sull’emittente statunitense Nbc,  di aver incontrato recentemente una comunità LGBT […]

Film

Fuocoammare nella shortlist dei documentari in corsa per l’Oscar

Fuocammare, uno dei film italiani più importanti dell’anno, dopo l’Orso d’oro a Berlino prosegue il suo cammino internazionale. L’Academy ha infatti annunciato i 15 film […]

Arte e Cultura

Ve.NICE STUFF 2016: il Design è di casa a Venezia

Quattro giorni per conoscere le nuove produzioni Made in Laguna. Perché Venezia è una città contemporanea

Gossip

Mario e Claudio avvistati insieme dopo la scelta

Tra Claudio e Mario è amore. I due ragazzi sono stati avvistati nella periferia di Roma e nei pressi della stazione Termini e insieme ai fan […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag