L’ironia concettuale di Corrado Bonomi

Corrado Bonomi è un artista un po’ mago. Questo glielo hanno detto tutti. Un elfo fatato, un Gargamella, un Peter Pan, un coccodrillo (con orologio […]

Corrado Bonomi è un artista un po’ mago. Questo glielo hanno detto tutti. Un elfo fatato, un Gargamella, un Peter Pan, un coccodrillo (con orologio nello stomaco), un serpente con più pelli, un inventore, un alchimista. Ognuna di queste etichette gli è stata data. Le sue Fatine fatate fatali nella minestra, la sua pecora Dolly, i suoi “sogni” di Gargamella, le sfighe di Calimero, i resti della mucca Milka, i castelli in aria, i suoi Predator o Godzilla, le sue scatole, sono tutti i marchi di fabbrica di un bambino cresciuto che si diverte a creare suggestioni da cartoon-amarcord. Eppure Corrado Bonomi è molto di più.

Un’opera vive nei suoi piani di lettura. E’ in grado di aprirsi a noi maggiore è la sua offerta semantica. Chiunque, credo, nel suo sostrato culturale è permeato dal fantastico, intriso dalla favola, affascinato e conoscitore di un cartone che è quasi un archetipo (pensiamo all’esistenza dei Puffi, di Calimero o di una fata).

Sarebbe stupido credere che le opere di Bonomi siano un semplice cartone. Come, d’altronde, sarebbe pretestuoso convincersi che del cartone e del fantastico non vogliano sapere nulla. Delle innumerevoli considerazioni che si possono fare sul mondo di Bonomi, sulle sue opere, ce n’è una in particolarmente acuta: quando e perchè nasce una risata? In un saggio fondamentale Arthur Koestler accosta la risata ad un linguaggio retorico, usuale, convenzionale e spesso spontaneo che individua un apprezzamento. Molto di più, nella appassionata lettura del saggio, emergerà che la risata è un atto creativo. Il luogo nel quale la creazione si manifesta come caratteristica dell’uomo, come conseguenza del poeta, del lavoratore, del buffone (artista). Il poeta genera una poesia e mette al mondo un elemento conoscitivo, un lavoratore si adopera per migliorare un fattore produttivo, un artista, o buffone che dir si voglia, manipola la materia e ci estrapola una risata. Crea un momento di appagamento. Il ridere è il comune denominatore che unisce la creazione che è atto identico per il lavoratore come per il poeta, come per il buffone. Da questa lettura fondamentale capiamo che siamo tutti uomini uguali, che ci adoperiamo allo stesso modo e che il lavoratore è anche buffone.

Corrado Bonomi, in questa identità, vive e sopravvive: le sue fatine e i suoi castelli sono proprio questo: una creazione artistica che ci cattura mediante una risata e ci porta ad una riflessione dura, prolungata. I suoi tonni nelle scatole di pescato, in fondo, lo dicono costantemente: siamo quello che siamo due volte. Tonno nella scatola di tonno che conteneva tonno. Nel ciclo delle tautologie rimane tutto il significato del prolungamento e dei piani di lettura che si aprono in noi e permettono all’opera un’esistenza durevole. Come pensare ad un uomo che guarda la televisione dentro alla quale vi è proiettato un uomo intento a guardare la televisione, dentro alla cui televisione un uomo guarda la televisione che proietta un uomo che guarda la televisione, nella quale si trova un uomo che guarda la televisione…

TV

Anticipazioni Il Segreto: Francisca e Aurora si contendono Beltran

Dopo la morte di Bosco vedremo Francisca e Aurora combattere per la custodia di Beltran.

Gossip

Uomini e Donne: Luca Onestini è il nuovo tronista !

Ad appena due settimane dalla scelta di Clarissa Marchese e dopo la conclusione di tutti i troni in corso (Riccardo, Claudio D. e Claudio S.) […]

Gossip

Justin Bieber smentisce il matrimonio con Selena Gomez: “Sono single, non cerco nessuno”

Justin Bieber, ospite nel noto talk-show statunitense, The Ellen DeGeneres Show, smentisce seccamente le presunte nozze con la sua storica ex, Selena Gomez. I tabloid statunitensi avevano […]

TV

Caterina Balivo accende l’albero di Detto Fatto per beneficenza

Caterina Balivo porta lo sfavilante Buon Natale di Detto Fatto ai bambini ricoverati nella clinica pediatrica De Marchi.

Gossip

Ludovica Valli ha un nuovo fidanzato? Pioggia di critiche per l’ex tronista

Dopo aver dichiarato di voler voltare pagina e ammesso la fine della relazione con Fabio Ferrara, Ludovica Valli alimenta i sospetti su un nuovo, presunto fidanzato, […]

TV

Francesco – Il Papa della gente: 7 e 8 dicembre 2016 su Canale 5

Arriva su Mediaset la miniserie dedicata al pontefice Jorge Mario Bergoglio firmata dal regista Daniele Luchetti.

2 commenti su “L’ironia concettuale di Corrado Bonomi”

  1. Pingback: Fatine Immagini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag