Tesoro di Hitler, un Matisse torna a casa

Cornelius Gurlitt torna agli onori delle cronache, l’ottantenne di Monaco di Baviera che nascondeva tra le scatolette di cibo un tesoro di circa 1500 capolavori d’arte dovrà restituire (si fa per dire, essendo le opere sotto sequestro) un prezioso Matisse agli eredi degli ebrei cui fu rubato, nel 1941

Si dipana lentamente la matassa di uno dei casi di cronaca e arte più intriganti degli ultimi tempi, e forse di sempre (qui tutti gli approfondimenti). Nei giorni scorsi, infatti, la  Suddeutsche Zeitung ha riportato che Donna seduta di Henri Matisse, uno dei quadri “in deposito” a casa Gurlitt per oltre 70 anni, sarà restituito presto ai discendenti del famoso collezionista d’arte ebreo-francese, Paul Rosenberg. Il dipinto fu rubato nel 1941 da una cassetta di sicurezza nel sud della Francia , nei pressi di Bordeux, dove Rosenberg conservava 162 opere. E fu qui che il vice di Hitler, Hermann Goering, ne prese possesso prima di vendere, quello che considerava “arte degenerata” al padre di Cornelius Gurlitt.

Il tesoro di Gurlitt, ormai battezzato a livello internazionale Munich Art Trove, non è stato ancora precisamente quantificato. Infatti dopo la pressione dei gruppi ebraici di Stati Uniti e Israele, un team di esperti internazionali si è costituito per valutare le 1.280 opere della collezione sottoposte a sequestro dalle autorità tedesche nel 2012, ma la reale estensione della raccolta è sconosciuta. Esperti inviati il mese scorso per seconda casa del signor Gurlitt a Salisburgo, in Austria, hanno infatti trovato altri 60 pezzi, ma c’è chi dice che un altro “viaggio” abbia portato alla scoperta di altri 178 “pezzi” dove figurano alcuni dei più grandi nomi dell’arte moderna come Monet, Manet, Renoir, Cézanne, Nolde e Liebermann.
Molti dei dipinti sono in cattive condizioni, essendo stati tenuti in una casa non adatta alla loro conservazione, ma ora si troverebbero in un luogo sicuro dove gli esperti di restauro li stanno catalogando.

Tra i dipinti di maggior pregio che si trovano nella collezione Gurlitt un olio di Claude Monet della serie dedicata al ponte di Waterloo a Londra. Dipinti simili di Monet sono stati venduti per oltre 6 milioni di euro. La storia continua, affascinante e orribile, ne continueremo a seguire gli sviluppi.

 

 

 

 

Gossip

Uomini e donne: Sonia Lorenzini è la nuova tronista

L’ex corteggiatrice di Claudio D’Angelo, sale sul trono: è Sonia Lorenzini la nuova tronista ! La bella 27 anni di Mantova, chiuso definitivamente il capitolo Claudio, è […]

Gossip

Uomini e donne, oggi la scelta finale di Claudio D’Angelo: il tronista ritorna in trasmissione.

Colpo di scena a Uomini e Donne, il tronista Claudio D’Angelo che nell’ultima puntata aveva annunciato di voler abbandonare il programma, è tornato nella trasmissione con […]

Gossip

Bufera su Jennifer Lawrence: “Mi sono grattata il sedere su alcune rocce sacre”, video

L’attrice Jennifer Lawrence,  ospite nel programma britannico al “The Graham Norton Show”, racconta di un prurito inarrestabile al sedere, placato da una grattata su alcune rocce […]

Film

Riccardo e la dedica a Camilla su Instagram: “Questo cielo è per te”

“…Ti dedico il cielo sopra Roma…” Questa la dedica dell’ex tronista Riccardo Gismondi a Camilla Mangiapelo sul profilo ufficiale Instagram dell’ex tronista. Al momento i due ragazzi […]

TV

Bake Off Italia presenta una Celebrity Edition

Stasera, 9 dicembre 2016, Real Time presenta una speciale puntata con tanti protagonisti Vip.

Film

Gli attori pagati troppo del 2016: in testa per il secondo anno consecutivo Johnny Depp

Come ogni anno, il magazine Forbes ha stilato la lista degli attori meno redditizi del cinema. Al primo posto, ancora una volta, Johnny Depp. La […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag