Siena, da Caravaggio alle stelle. Meraviglie nel Duomo a primavera

Dal magnifico soffitto alla cripta, il Duomo di Siena prepara una serie di sorprese per i visitatori

Dal 16 aprile la Cripta sotto il Duomo di Siena ospiterà, il San Giovanni Battista di Caravaggio, proveniente dalla Pinacoteca Capitolina di Roma.  Il dipinto, che si trova in Campidoglio dal 1750 è senza dubbio una delle opere più affascinanti del pittore seicentesco che dipinge questo San Giovanni Battista, uno degli otto che avrebbe realizzato nella sua breve carriera, nel 1602, probabilmente per il potente romano Ciriaco Mattei. E fa scandalo il ritratto di quel ragazzetto nudo che sorride in maniera certo poco ingenua mentre è immerso tra simboli sacri e in una posa chiaramente ispirata ai Nudi che Michelangelo Buonarroti aveva affrescato nella volta della Cappella Sistina.  Un capolavoro, imperdibile.

Caravaggio San Giovanni Battista per SALA STAMPA

E imperdibile è il nuovo percorso “aereo” che nella cattedrale senese si apre a partire dal 6 aprile prossimo e che arriva dopo la scopertura del pavimento che ha mostrato al pubblico le nascoste tarsie disegnate dagli antichi maestri. Dopo i restauri è infatti possibile visitare una serie di locali mai aperti al pubblico collocati nel ‘cielo’ del Duomo dove per secoli nessuno è potuto accedere, tranne le maestranze dirette dagli architetti che si sono avvicendati nei secoli, di cui restano come testimonianza i progetti e gli schizzi riportati sugli stessi muri.

Dalle due imponenti torri del “facciatone”, al cui interno sono nascoste due scale a chiocciola, si arriva sopra le volte stellate della navata destra per uno straordinario itinerario guidato, riservato a piccoli gruppi. Si cammina ‘sopra’ il sacro tempio, si ammirano le viste panoramiche ‘dentro’ e ‘fuori’ della cattedrale e, da vicino, le multicolori vetrate di Ulisse De Matteis dalle quali ci si affaccia all’interno della cattedrale per vedere il pavimento dall’alto, le sculture e all’interno della cupola, il ‘Pantheon’ dei santi senesi, i quattro Patroni, santa Caterina e san Bernardino. Si percorre quindi il ballatoio della cupola e intanto si ammirano l’altar maggiore e la copia della vetrata di Duccio di Buoninsegna mentre dall’affaccio della navata sinistra si apre il panorama sulla Basilica di S. Domenico, la Fortezza Medicea, l’intera cupola della cappella di S. Giovanni Battista e il paesaggio circostante fino alla Montagnola senese. Si entra infine dietro la facciata nel terrazzino che dà su Piazza del Duomo con la vista dello Spedale di S. Maria della Scala e si accede al ballatoio della controfacciata da dove si ha una vista generale sulla navata centrale e lo sguardo è accompagnato dal ritmo scandito dalle teste dei papi, degli Imperatori e delle tarsie con i filosofi del mondo antico che proferiscono sentenze. Un percorso che dà le vertigini ma non per l’altezza.

L’iniziativa,  voluta dall’Opera della Metropolitana di Siena, è organizzata da Opera – Civita Group. Per informazioni: www.operaduomo.siena.it  (a.d)

 

© Riproduzione riservata

Musica

Home Festival: A sorpresa arriva Gio Sada, vincitore di X Factor

Dopo un anno di attesa oggi alle 18 si aprono ufficialmente le porte dell’edizione 2016 di Home Festival. Sarà la data zero, un dono a […]

Gossip

La modella Sara Sampaio contro i fotografi: mi hanno violata

La giovane star della moda fotografata in topless ha attaccato duramente i paparazzi

TV

Courteney Cox mai più botox

L’ex star di Friends ammette: ‘non ricorrerò mai più alla chirurgia’

Gossip

Uomini e Donne: Claudio Sona il primo tronista del trono gay

Dal 12 Settembre torna Uomini e Donne, il format si evolve anche per le coppie omosessuali

Gossip

Keira Knightley: uso parrucche da 5 anni

L’attrice inglese confessa di non avere più capelli per i numerosi trattamenti a cui li ha sottoposti

Gossip

Tutti vogliono Cara Delevingne

La super modella britannica è il simbolo di una generazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag