Rivoluzione culturale a Milano

In concomitanza con l’articolo “Milano, il primato culturale che non c’è”, pubblicato su Daring, il Giornale dell’Arte ha riportato un’ intervista all’assessore alla Cultura della […]

In concomitanza con l’articolo “Milano, il primato culturale che non c’è”, pubblicato su Daring, il Giornale dell’Arte ha riportato un’ intervista all’assessore alla Cultura della città Massimiliano Finazzer-Flory sul programma in elaborazione per il 2009. Interessanti le premesse che puntano alla  riorganizzazione del sistema museale cercando di fornire un impulso consistente al sistema dell’arte contemporanea. L’assenza di un museo è questione al centro del dibattito ove pare sia stato aggiunto un tassello per chi ancora non ne fosse al corrente: è stato deciso che un museo di arte contemporanea nascerà nell’area dell’ex Fiera Milano , su progetto di Daniel Libeskind. Per ora non possiamo anche pretendere di avere informazioni su tempistiche o certezze di altro genere. Nell’attesa che tale istituzione sia operativa, è in programma per la città lo sviluppo di un distretto culturale “che sappia offrire ai milanesi, specie durante i weekend, un luogo per la partecipazione culturale pari a Londra, Parigi e New York”. Un primo distretto sarà costituito da un polo scientifico, con il Museo di storia naturale e il Planetario e il polo culturale, con il Pac di Via Palestro. A questa prima realtà si aggiungerà un sistema integrato che riunirà il Pac, la Rotonda della Besana, il Palazzo della Ragione, l’Hangar Bicocca e almeno un’esposizione annuale contemporanea presso Palazzo Reale. Il punto più articolato della riforma culturale prevista da Finazzer-Flory riguarda anche “il ripensamento della categoria di modernità. Intendo integrare tutte le istituzioni, museali e non, che si occupano di Ottocento, unendole sotto l’unica sigla di Gam, in quanto Galleria d’arte della Modernità” ha dichiarato l’assessore alla Cultura. Ecco che allora chiameremo la GAM 1, la Pinacoteca di Villa Reale di Via Palestro; la GAM 2, la Pinacoteca di Palazzo Dugnani; la GAM 3, comprendente l’attuale Museo del Risorgimento dedicato a ricordi e cimeli, mentre il Museo di Storia Contemporanea sarà la nuova GAM 4. Infine la GAM 5 sarà dedicata alla fotografia, basandosi sulle raccolte del Civico archivio fotografico e della Bertarelli.
Cosa ne pensate del “piano d’azione” illustrato? Punti forti? Debolezze?

Gossip

Uomini e donne: Sonia Lorenzini è la nuova tronista

L’ex corteggiatrice di Claudio D’Angelo, sale sul trono: è Sonia Lorenzini la nuova tronista ! La bella 27 anni di Mantova, chiuso definitivamente il capitolo Claudio, è […]

Gossip

Uomini e donne, oggi la scelta finale di Claudio D’Angelo: il tronista ritorna in trasmissione.

Colpo di scena a Uomini e Donne, il tronista Claudio D’Angelo che nell’ultima puntata aveva annunciato di voler abbandonare il programma, è tornato nella trasmissione con […]

Gossip

Bufera su Jennifer Lawrence: “Mi sono grattata il sedere su alcune rocce sacre”, video

L’attrice Jennifer Lawrence,  ospite nel programma britannico al “The Graham Norton Show”, racconta di un prurito inarrestabile al sedere, placato da una grattata su alcune rocce […]

Film

Riccardo e la dedica a Camilla su Instagram: “Questo cielo è per te”

“…Ti dedico il cielo sopra Roma…” Questa la dedica dell’ex tronista Riccardo Gismondi a Camilla Mangiapelo sul profilo ufficiale Instagram dell’ex tronista. Al momento i due ragazzi […]

TV

Bake Off Italia presenta una Celebrity Edition

Stasera, 9 dicembre 2016, Real Time presenta una speciale puntata con tanti protagonisti Vip.

Film

Gli attori pagati troppo del 2016: in testa per il secondo anno consecutivo Johnny Depp

Come ogni anno, il magazine Forbes ha stilato la lista degli attori meno redditizi del cinema. Al primo posto, ancora una volta, Johnny Depp. La […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag