Quanto costa un Caravaggio? Detroit potrebbe vendere i tesori del museo

Una bancarotta che apre scenari imprevedibili e inquietanti: può una città coi conti in rosso vendere le sue collezioni d’arte per risanare i debiti? E’ di questo che si discute in questi giorni a Detroit. E noi speriamo di non discuterne mai

La collezione d’arte del DIA (Detroit Institute of Arts) non è ampia ma è costellata di capolavori. Vale – pare – intorno ai 18mila milioni di dollari (13.500 milioni di euro) grazie ai Brueghel, ai Caravaggio, ai Rembrandt, ai Van Gogh e ai Matisse, che tra gli altri ospita. Alcuni esperti dicono che la loro vendita potrebbe generare circa 2.500 milioni di dollari (1.900 milioni di euro), cifra che alle dissanguate casse della città che, ricordiamo, ha dichiarato fallimento, potrebbero portare un po’ d’ossigeno.
Quella che in un primo momento sembrava solo un’idea remota e improbabile ha cominciato ad assumere contorni preoccupanti quando è emerso che Kevyn Orr, l’appena assunto direttore “di emergenza”  ha contattato la casa d’aste Christie’s per visionare la collezione. Non tutta, sia chiaro, ma solo quelle opere di certa appartenenza della città e sulle quali non sono state poste restrizioni al momento della donazione. Poi, dopo il clamore, Orr ha assicurato che “non c’è stato né è in programma alcun piano per vendere arte. La valutazione di tutte le attività disponibili, per la città è parte di un processo di ristrutturazione globale“. Certo che definire Caravaggio “un’attività” di preoccupazioni ne provoca, eccome.

Caravaggio: Marta e Maria Maddalena (1598) Image courtesy: Dia

Caravaggio: Marta e Maria Maddalena (1598) Image courtesy: Dia

In breve, nessuno può garantire che la raccolta del DIA sia al sicuro. I creditori, infatti, effettuano sulla municipalità un pressing ossessivo visto che potrebbero vedere nella vendita dei capolavori una via sicura e più o meno veloce per recuperare i loro quattrini. E dopo la dichiarazione del portavoce di Orr al New York Times, la preoccupazione di chi vorrebbe conservare il patrimonio artistico di Detroit per le future generazioni ha superato i livelli di guardia: “E ‘molto difficile dire a un pensionato che andremo a tagliare il 30% dei suoi ricavi, ma che l’arte è eterna“. Insomma, davanti ai problemi reali della gente, il pragmatismo americano suggerirebbe di non farsi troppi scrupoli, “e allora perché non vendere università e ospedali?”, si chiede retoricamente Samuel Sachs II, già direttore del museo dall’85 al ’97.  La verità è che se Detroit vuole continuare ad esistere come città, come insieme umano, non può vendere la propria memoria, non può fare a meno del suo museo, delle istituzioni culturali e neppure dei turisti … e intanto la gente s’interroga: “Quale cifra reale si potrebbe ricavare? Quanto costa un Caravaggio? E quanto costerebbe un Brueghel? E basterebbero 80milioni di euro per il miglior Rembrandt?”

E se gli stessi problemi finissero per riguardare prima o poi anche l’Italia? Quanto valgono gli Uffizi? E Pompei? E quanto potremmo ricavare dalla vendita di tutti i capolavori “sepolti” nei nostri musei? Scenari distopici privi di ogni possibilità. O no?  (a.d)

 

TV

Anticipazioni Il Segreto: Francisca e Aurora si contendono Beltran

Dopo la morte di Bosco vedremo Francisca e Aurora combattere per la custodia di Beltran.

Gossip

Uomini e Donne: Luca Onestini è il nuovo tronista !

Ad appena due settimane dalla scelta di Clarissa Marchese e dopo la conclusione di tutti i troni in corso (Riccardo, Claudio D. e Claudio S.) […]

Gossip

Justin Bieber smentisce il matrimonio con Selena Gomez: “Sono single, non cerco nessuno”

Justin Bieber, ospite nel noto talk-show statunitense, The Ellen DeGeneres Show, smentisce seccamente le presunte nozze con la sua storica ex, Selena Gomez. I tabloid statunitensi avevano […]

TV

Caterina Balivo accende l’albero di Detto Fatto per beneficenza

Caterina Balivo porta lo sfavilante Buon Natale di Detto Fatto ai bambini ricoverati nella clinica pediatrica De Marchi.

Gossip

Ludovica Valli ha un nuovo fidanzato? Pioggia di critiche per l’ex tronista

Dopo aver dichiarato di voler voltare pagina e ammesso la fine della relazione con Fabio Ferrara, Ludovica Valli alimenta i sospetti su un nuovo, presunto fidanzato, […]

TV

Francesco – Il Papa della gente: 7 e 8 dicembre 2016 su Canale 5

Arriva su Mediaset la miniserie dedicata al pontefice Jorge Mario Bergoglio firmata dal regista Daniele Luchetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag