Venezia, Pinault Collection: un intenso 2014

Non mancano i motivi d’interesse per la programmazione espositiva 2014 della Pinault Collection a Venezia, tra Palazzo Grassi e Punta della Dogana: dalla mostra più grande mai realizzata in Italia degli scatti di Irving Penn, a una mostra tematica dedicata alla luce, ad un progetto site specific di Wade Guyton

Mentre nelle sale di Punta della Dogana proseguirà fino a dicembre 2014 la mostra Prima Materia, a Palazzo Grassi, dal prossimo aprile apre una nuova mostra curata da Caroline Bourgeois su un tema dalle infinite possibilità di lettura: L’illusione della luce. Luce come illuminazione e abbaglio, luce come metafora e simbolo, come crinale tra visibile e invisibile. Il percorso, che coinvolgerà l’atrio e il primo piano di Palazzo Grassi, si articola intorno a opere mai esposte prima in altre mostre della collezione e a creazioni site-specific. Saranno circa venti gli artisti presentati: Eija-Liisa Ahtila, Troy Brauntuch, Marcel Broodthaers, David Claerbout, Bruce Conner, Latifa Echakhch, Dan Flavin, Vidya Gastaldon, General Idea, Gilbert and George, Robert Irwin, Bertrand Lavier, Julio Le Parc, Antoni Muntadas, Philippe Parreno, Sturtevant, Claire Tabouret, Danh Vo, Douglas Wheeler, Robert Whitman.

1200px-Irving_penn_portrait

La retrospettiva dedicata a Irving Penn, invece, occuperà il secondo piano del palazzo sul Canal Grande con circa 150 fotografie della collezione Pinault. Si tratta in particolare di nature morte e ritratti (personaggi celebri, moda, antichi mestieri), realizzate tra gli anni quaranta e gli anni ottanta del Novecento. Si tratta della prima grande mostra dedicata in Italia a questo maestro dell’immagine e la prima esposizione della collezione Pinault dedicata alla fotografia.

Ci spostiamo infine a Punta della Dogana per incontrare l’americano Wade Guyton, artista post concettuale della generazione dei quarantenni noto per le sue realizzazioni digitali, ottenute riproducendo su tela, con stampanti a getto d’inchiostro, immagini scannerizzate.  Nell’ambito della serie di progetti specifici per il “cubo” – lo spazio centrale dell’edificio – Guyton ha raccolto l’invito a realizzare un’opera ad hoc.

 

Theaster Gates (foto di  Sara Pooley)

Theaster Gates (foto di Sara Pooley)

Intanto il Teatrino di Palazzo Grassi, auditorium da 225 posti restaurato da Tadao Ando e aperto al pubblico da maggio 2013, prosegue con il suo calendario di attività tra proiezioni di film documentari e video di artisti della collezione Pinault, incontri con gli artisti, letture e conferenze sui grandi temi della storia dell’arte. Prossimo appuntamento il 12 dicembre. Per il ciclo Art conversations, che propone incontri mensili con gli artisti della mostra “Prima Materia”, di scena l’americano Theaster Gates in una conversazione con la critica d’arte e curatrice Filipa Ramos.

Gates è nato nel 1973 a Chicago, dove vive e lavora. La sua pratica artistica, caratterizzata sempre da un forte impegno sociale, è molto estesa, arrivando a ricomprendere scultura, performance, installazione, ma anche composizioni musicali sino a veri e propri interventi urbani. Gates gioca con questi interessi poetici e sistematici per dar vita a opere singole, compiute, ma anche a veri e propri eventi culturali. Nel 2009 ha avviato il progetto Dorchester, un’opera d’arte vivente, in continua crescita: Gates ha acquistato un gruppo di edifici abbandonati e li ha ristrutturati, destinandoli a ospitare eventi culturali. Dorchester Projects porta agli estremi il concetto di ospitalità, trasformando siti dismessi e trascurati in sedi di “bellezza”. Nella mostra Prima Materia a Punta della Dogana, Gates è presente con una selezione di  opere che evocano temi di stringente attualità, come i diritti civili, l’immigrazione e la comunità afro-americana. L’incontro è aperto gratuitamente al pubblico sino a esaurimento posti. Tutte le informazioni sugli appuntamenti sono aggiornate in tempo reale sul sito www.palazzograssi.it

 

 

 

Arte e Cultura

Ve.NICE STUFF 2016: il Design è di casa a Venezia

Quattro giorni per conoscere le nuove produzioni Made in Laguna. Perché Venezia è una città contemporanea

Gossip

Mario e Claudio avvistati insieme dopo la scelta

Tra Claudio e Mario è amore. I due ragazzi sono stati avvistati nella periferia di Roma e nei pressi della stazione Termini e insieme ai fan […]

TV

Solo: da aprile le riprese della seconda stagione

Partiranno in primavera le riprese della seconda apprezzata stagione di Solo, la fiction di Canale 5 con Marco Bocci.

Gossip

Brad Pitt invita l’ex moglie Jennifer Aniston a cena ma lei rifiuta

Stando a quanto riportano i magazine di gossip, e in particolare la rivista britannica Heat, Brad Pitt sarebbe stato “friendzonato” dalla sua ex moglie, Jennifer […]

TV

Anticipazioni Americane Beautiful: Caroline torna da Thomas

Anticipazioni Americane della soap Beautiful, rivelano che presto assisteremo ad un ritorno di fiamma tra Caroline e Thomas.

TV

Stasera Casa Mika ultima puntata: martedì 6 dicembre 2016

Stasera, l’ultima puntata del One man show condotto da Mika, ospiterà un grande nome della musica internazionale: Kylie Minogue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag